Utente
Sono un ragazzo di 25 anni, 5 anni fa sono stato operato di angioma cavernoso al lobo temporale destro. Il tutto si è manifestato con una convulsione e vomito. Il farmaco che mi è stato assegnato è il tolep 300 mg, da prendere due volte al dì.
Durante questi 5 anni e ancora oggi soffro di strane senzazioni, non crisi epilettiche ma più che altro sembrerebbero crisi sensoriali diciamo che mi procurano senso di vomito. Queste crisi si manifestano una volta al mese diciamo e durano pochi secondi, a volte si ripetono durante lo stesso giorno più volte, e l'unico modo per riprendersi è quello di dormire un pò. Non ho masi sofferto di crisi epilettiche prima di quell'episodio ma nonostante ciò continuo a prendere il tolep. Mi sono recato settimane fa dal medico per un controllo,mi ha detto di eseguire tutti i controlli necessari, ossia risonanza magnetica con il contrasto, elettroencefalogramma. Al nuovo controllo ho portato i referti degli esami, il cervello sta bene mi ha detto vista la risonanza, dall'elettroencefalogramma risultano invece ancora segni di sofferenza cerebrale, per questo soffro ancora dei disturbi sopra descritti. Il medico appunto mi ha detto che è tutto ok e che però il problema di quelle crisi va risolto, quindi mi ha detto di assumere tolep 300mg tre volte al giorno per tre mesi per cercare di estirpare quei disturbi, se non dovessimo riuscirci con tre tolep al dì proporrebbe un'eventuale cambio di terapia. Ho provato ad assumere il farmaco 3 volte al giorno ma proprio non ci riesco, troppi effetti collaterali...con due va bene, con 300mg in più stranamente cambia tutto..proprio non ci riesco..Vorrei sapere da voi se dopo 5 anni è normale che io abbia ancora disturbi??questi diturbi andranno via nel corso degli anni?o non andranno mai via?perchè aquesto punto io continuerei ad assumere tolep 2 volte al dì non di più perchè gli effetti collaterali si fanno troppo sentire.Quelle strane sensazioni che avverto una volta al mese diciamo a lungo termine provocano danneggiamenti cerebrali?Se già un aumento di dosaggio del tolep provoca questi effetti non vorrei immaginare un cambio di terapia...Attendo una vostra risposta

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Ho trasmesso il Suo post nella sezione di Neurologia, più competente per le terapie delle forme epilettiche.
Le crisi che Lei riferisce, ma che non descrive nello specifico, sono compatibili con una lesione, seppur di lieve entità, del lobo temporale destro necessariamente interessato dall'intervento chirurgico.
Buona domenica e molti auguri
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ha provato ad assumere prima mezza cpr di tolep o è partito subito con una cpr intera? Potrebbe riportare l'esito della RM encefalica e dell'EEG? E' seguito da un neurologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#3] dopo  
Utente
In che senso ho provato ad assumere mezza compressa?la terza dice?No perchè il medico non me l'ha detto, direttamente una intera.
Sono seguito da un neurochirurgo, non quello che mi ha operato ma dal suo successore.
Il referto della RM con contrasto riporta le seguenti conclusioni:

Al controllo odierno rispetto al precedente si apprezzano gli esiti malacici post-chirurgici con inscritta emosiderosi in assenza di immagini riferibili a persistenza recidiva loco-regionale di malattia.
Strutture mediane in asse.
Sistema ventricolare e spazi periencefalici regolari per morfologia ampiezza e caratteristiche di segnale.
la somministrazione di mdc non ha modificato il quadro.

Il referto dell'elettroencefalogramma riporta invece:

Segni di sofdferenza cerebrale con sporadiche anomalie parossistiche in sede fronto-temporale dx.

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, mi riferivo proprio alla terza cpr, infatti l'aumento delle terapie antiepilettiche va fatto sempre gradualmente, generalmente con aumenti settimanali o più ma questo varia a seconda del farmaco.
Le ricordo che per le epilessie, anche se postchirurgiche, sarebbe meglio rivolgersi ad un neurologo, come giustamente già Le ha detto il dott. Migliaccio, e meglio ancora ad un epilettologo (neurologo esperto in epilessie).
Comunque, d'accordo col medico che La segue, potrebbe provare con mezza tolep per un paio di settimane per poi passare ad una cpr.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
In ogni caso le mie domande che ho esposto nel primo consulto sono rimaste senza risposta, tipo "Vorrei sapere da voi se dopo 5 anni è normale che io abbia ancora disturbi??questi diturbi andranno via nel corso degli anni?o non andranno mai via?perchè aquesto punto io continuerei ad assumere tolep 2 volte al dì non di più perchè gli effetti collaterali si fanno troppo sentire.Quelle strane sensazioni che avverto una volta al mese diciamo a lungo termine provocano danneggiamenti cerebrali?"

[#6]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Caro signore,
sono le Sue,domande alle quali non si può rispondere in modo preciso per corrispondenza.
La lesione cerebrale c'è e rimane e questa è la fonte delle Sue crisi.
L'assunzione dei farmaci, le cui dosi vanno assunte e calibrate sotto controllo medico, serve per "tenere a bada" le crisi e se queste un giorno non si presenteranno più e non avrà più bisogno di farmaci, non possiamo saperlo e in ogni caso una eventuale sospensione va fatta nel tempo, dopo seriati controlli clinici.

Credo che il collega neurologo condivida quanto Le ho esposto.
In ogni caso cerchi nella Sua città, come suggerito, un epilettologo che saprà seguirLa nel tempo.

Credo che ora possa essere abbastanza soddisfatto delle risposte.

Cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo perfettamente con le risposte che Le ha dato il collega dott. Migliaccio.
Nessuno Le potrà dire se e quando potrà sospendere la terapia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Non volevo delle risposte certe perchè sò già di mio che non è possibile, ma solo delle opinioni e delle spiegazioni, in quanto le domande erano diverse e ben distinte in ogni caso siete stati più che chiari, mi avete soddisfatto a pieno;

Saluti

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<<..Vorrei sapere da voi se dopo 5 anni è normale che io abbia ancora disturbi??>>
Se la terapia è insufficiente può succedere.

<<questi diturbi andranno via nel corso degli anni? o non andranno mai via?>>
Già risposto nei post precedenti.

<<Quelle strane sensazioni che avverto una volta al mese diciamo a lungo termine provocano danneggiamenti cerebrali?>>
Generalmente no.

Spero di avere risposto a tutte le domande.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro