Utente 213XXX
buonasera, vi scrivo l'esito della rm dell'encefalo: PICCOLE AREE IPERINTENSE IN T2 E FLAIR A CARICO DELLA SOSTANZA BIANCA PERIVENTRICOLARE PARIETALE SINISTRA ED IN MISURA MINORE PARIETALE DESTRA A LIVELLO DEL CENTRO SEMIOVALE DI DESTRA DA AREE DI GLIOSI DA CORRELARE CLINICAMENTE ED CON ULTERIORI ACCERTAMENTI STRUMENTALI AL FINE DI ESCLUDERE EVENTUALE PATOLOGIA DEMIELINIZZANTE. NON APPREZZABILI AREE DI ALTERATA INTENSITA' A SEDE SOTTOTENTORIALE. SISTEMA VENTRICOLARE REGOLARE CON III E IV VENTRICOLO IN ASSE. REGOLARI GLI SPAZI LIQUORALI PERICELEBRALI.
Quello che ho capito è che per una diagnosi devo fare altri esami, ma quali? e se non si tratta di questa sospetta patologia allora cos'è?
Ho fatto questo esame perchè ho spesso forti dolori di testa causandomi spesso vomito, dolori articolari, forte sonnolenza,vertigini, sonnolenza e facile stanchezza agli arti. Insomma i miei sintomi sono quelli comuni a tutti gli impiegati che lavorano al pc e che assumono errata postura nel sedersi, inoltre i dolori ai muscoli e agli arti sembrano essere quelli dei classici reumatismi. Vi prego di aiutarmi a capire di cosa si tratta e a quale specialista devo rivolgermi?
grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

lo specialista di riferimento è il neurologo. Probabilmente il prossimo passo è una RM encefalica con mezzo di contrasto. Per eventuali altri esami Le saprà dire il neurologo qualora ne ritenesse l'utilità anche in rapporto all'esito della visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 213XXX

Buonasera Dottore, come aveva detto lei ho fatto la visita neurologica ed è stata negativa, il neurologo mi ha consigliato di fare una Rm con contrasto e l'esame dei potenziali visivi ed uditivi. I potenziali sono buoni, per la RM il referto dice: non si apprezzano modificazioni delle piccole aree iperintense in t2 e flair a carico della sostanza bianca periventricolare parietale sinistra ed in misura minore parietale destra, al livello del centro semiovale di destra da aree di gliosi sospette per patologia demielinizzante..
Non apprezzabili aree di alterata intensità a sede sottotentoriale. Sistema ventricolare regolare con III e IV ventricolo in asse. Regolari gli spazi liquorali pericelebrali. Non apprezzabili ernie o protusioni discali. Non visibilità di aree di alterata intensità di segnale a carico dei metameri esaminati a sede intramidollare ed al livello della regione cono-cauda. canale vertebrale di ampiezza regolare. Dopo Mdc ev non si apprezzano aree di patologica impregnazione a sede celebrale e vertebro-midollare.
Letto questo referto sinceramente ero positiva invece mi è stato detto che la malattia non si è sviluppata ancora e che è necessario fare l'esame del midollo. Mi ha spiegato che il fatto che ci sia la dicitura non si apprezzano è dovuto solo al fatto che fortunatamente non è ancora in metastasi. Lei cosa ne pensa? In realtà credevo che la sclerosi fosse esclusa invece a quanto pare non è così.
Grazie mille

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la SM non è ancora esclusa ma non per i motivi che scrive.
<< la dicitura non si apprezzano è dovuto solo al fatto che fortunatamente non è ancora in metastasi>> non è così, significa soltanto che il reperto non si è modificato, è stazionario ed il fatto che le alterazioni non vengano impregnate dal mezzo di contrasto è un fatto positivo. Anche i potenziali evocati sono nella norma. Concordo invece sul consiglio di effettuare l'esame del liquor. Non condivido pure il pensiero che la malattia non si è ancora sviluppata in quanto presuppone già che la mallattia sia in fase iniziale, cosa che ancora non è assolutamente dimostrata.
Ovviamente bisogna essere cauti ma non si demoralizzi in quanto ancora non ci sono elementi per fare diagnosi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 213XXX

Buongiorno dottore, la ringrazio vivamente per la celere risposta. Naturalmente ho un pò di paura e confusione. Vorrei chiederle se l'esame del liquor lo fanno in anestesia parziale o totale? In genere quanto tempo dura il ricovero? E soprattutto dopo il ricovero necessito di giorni di riposo?
Tali domande sono solo per cercare di organizzare il lavoro e la casa, oltre poi a prepararmi psicologicamente.
Grazie infinite.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in anestesia generale no, in molti centri non fanno nemmeno anestesia.
Il ricovero potrebbe essere di 3-4 giorni (ma le variabili sono molteplici).
Dopo il ricovero sarebbe opportuno qualche giorno di riposo ma dipende dalla risposta individuale. Non si preoccupi perchè la rachicentesi (puntura lombare) in mani esperte è una tecnica di ordinaria amministrazione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 213XXX

Buonasera Dottore, ho effettuato la visita neurologica portando con me anche la Rm con contrasto. Il neurologo solo leggendo il referto e facendomi nuovamente la visita mi ha detto che la sclerosi non c'è e mi ha prescritto loraxyl compresse, e mi ha detto di ripetere la RM tra 12 mesi. Non so cosa pensare, oltre al fatto che continuo ad avere gli stessi problemi.
Grazie

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che debba fidarsi del neurologo che l'ha visitata ed ha visionato la RM.
Inizi la terapia prescritta e mi faccia sapere i risultati raggiunti. Concordo con il consiglio di ripetere l'esame dopo un certo periodo di tempo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro