Perdita memoria quasi totale

Salve a tutti , sono qui per raccontarvi quanto è accaduto ieri sera affinchè voi possiate darmi qualche suggerimento o qualche ipotesi su quanto successo ; premetto che ciò che sto per raccontarvi riguarda mia madre di anni 54 ( non soffre di nessuna patologia , non fuma più da 3 mesi , soffre di ipertensione infatti prende 2 pillole al giorno per la pressione da quasi una vita).
Ieri la giornata procedeva normalmente , aveva il solito mal di testa che da anni le viene spesso , arrivato la sera d'un tratto perde improvvisamente la memoria , non ricorda cosa abbia fatto nei giorni passati , compreso poche ore prima nel pomeriggio ; e dimentica la maggior parte delle cose che le ripeto in continuazione ( Es. cosa dobbiamo mangiare? ho già preso la pillola ? ). La serata procede così fin quando non è ora di dormire. Oggi ricorda tutto facilmente come se non avesse mai dimenticato ma...
non ricorda quanto successo ieri dal pomeriggio in poi , infatti non ricorda di aver cucinato e tutto il resto. Questo è stato il resoconto della serata passata con forte preoccupazione da parte mia. Voglio sottolineare che la stessa identica cosa le è successa circa 5 anni fa , se non di più ; tanto
che successivamente mia madre si è sottoposta a diverse visite ( elettroencefalogramma se non sbaglio e anche tac)
dove non è risultato nulla di anomalo.
Attendo vostre risposte perchè un evento singolo potrebbe ( non dovrebbe ) capitare ma quando si ripete fa insospettire.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

da quanto descritto il problema potrebbe essere duplice, cioè di natura vascolare (TIA) o un episodio di "amnesia globale transitoria". Ovviamente queste sono soltanto due ipotesi possibili e non hanno nessuna presunzione di diagnosi.
Pertanto Le consiglio di fare effettuare alla mamma una visita neurologica, meglio se accompagnata da un esame di neuroimaging, per es. una RM encefalica. Inoltre sarebbe opportuno anche un ecodoppler dei vasi sovraortici (TSA) e gli esami ematici di routine più PT, PTT, fibrinogeno, ecc. ma questi li prescriverà il neurologo se li riterrà opportuni.

Cordiali saluti ed auguri

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test