Utente
Gentile dottore, sono una donna di 38 anni, normopeso, non fumatrice, con uno stile di vita e di alimentazione abbastanza regolare. Da 2 anni sono affetta da miastenia oculare, attualmente in terapia di mantenimento con solo deltacortene (5mg a giorni alterni, da circa 5 mesi). Il mio problema è che da 1 mese soffro di contrazioni involontarie di muscoli quando sono a riposo.
Ho cominciato ad avvertire il disturbo nella fase di rilassamento, prima dell'addormentamento: una spalla, una mano, un dito, un piede, la testa, uno spasmo a livello addominale; sempre una sola contrazione per volta con o senza movimento associato. Se mi sto addormentando, queste contrazioni sono talvolta alternate a una scossa interna che mi riporta allo stato di veglia. Il medico generico mi ha detto di non preoccuparmi perchè queste contrazioni possono essere associate a ansia e stress. Ho cercato di conviverci aiutandomi con qualche goccia di passiflora e valeriana prima di dormire, ma lo scenario si è un pò complicato.
Da un paio di settimane ho contrazioni anche di giorno, in genere da ferma. Pulsazioni di muscololetti a livello facciale anche ripetute o contrazioni singole in varie parti del corpo di piccoli muscoli, visibili per quanto mi è stato possibile constatare. Non sono continue, una ogni tanto. Una sola volta mi sono svegliata con una pulsazione di un muscoletto tra labbra e narice che mi è durato in modo altalenante per alcune ore. Non ho debolezza muscolare. Ho controllato gli elettroliti (potassio, sodio e calcio) che sono nella norma. Sono molto preoccupata, so che queste contrazioni non sono collegate alla miastenia ma temo possano essere legate ad altre gravi malattie. Ho però anche letto che possono essere dovute ad un deficit di magnesio, che non so se verificabile, ma che comunque è sconsigliato somministrare ai miastenici.
Sono un pò ipocondriaca (o lo sono diventata dopo la diagnosi di miastenia) e sebbene sono consapevole non sia possibile fare una diagnosi esaustiva senza neanche una visita le sarei grata se mi sapesse dare qualche indicazione in merito. Farò comunque un controllo neurologico tra un paio di settimane.
Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le scosse che avverte all'atto dell'addormentamento potrebbero essere i cosiddetti sussulti ipnici o scosse ipnagogiche che sono delle condizioni benigne che la maggioranza della popolazione ha avvertito almeno una volta nella vita. Spesso sono associate ad ansia e a stress.
Anche quelle diurne potrebbero avere questa origine, considerato che si presentano in modo sporadico.
Comunque è fondamentale la consulenza neurologica per un inquadramento corretto del problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr. Ferraloro,

la ringrazio per la risposta tempestiva. A valle del controllo neurologico mi farebbe piacere confrontrami ancora con lei.

Buona giornata.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, non ci sono problemi, mi faccia sapere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro