Utente 167XXX
buongiorno. ho 35 anni, fumatore e pratico calcio a 5 (2-3 volte a settimana). ovviamente visto che sono un over 30 spesso, nei giorni successivi all'attività sportiva, le mie povere gambe risentono dello sforzo e a volte sono doloranti. tuttavia in questi ultmi giorni sto avendo strane sensazioni. in particolare stamattina al piede sinistro: è freddo. provo a camminare, massaggiarlo, ma resta freddo. ho anche un dolore dietro la coscia sinistra, mi sento tirare. ho giocato l'ultima partita giovedì e per tutto il fine settimana ho avuto prima dolori dietro le ginocchia (non so come si chiami quel punto, all'inizio della coscia) poi mani fredde. ieri sera appunto la gamba sinistra e la caviglia. stamattina è cominciato tutto con la caviglia sinistra che mi tirava (ho pensato ad una distorsione) ora quel dolore è passato ma ho il piede, soprattutto le sue dita, molto freddo. solo il sinistro. l'unica cosa che posso dire è che in questi giorni fa piuttosto freddo e sono stato molto tempo seduto col pc sulle gambe.aggiungo che i giorni della partita mi sono ritrovato sempre con il solo alluce sinistro completamente freddo e addormentato. ho pensato che potessero essere le scarpe, magari troppo strette. premetto di avere eseguito due mesi fa degli esami del sangue (oltre ad una gastroscopia a causa di una ernia iatale e la gastrite) ecg da sforzo, e anche ecocolordoppler 24 ore (per altri motivi) ma a parte una extrasistole senza importanza è risultato tutto nella norma, quindi penso (correggetemi se sbaglio) di poter escludere problemi cardiovascolari. a causa della gastrite in questo ultimo mese ho assunto pantoprazolo. infine, nel momento in cui scrivo il dolore alla coscia si è abbassato alla parte posteriore del polpaccio: lo sento tirare. non saprei dire tuttavia se il dolore che sento riguarda la muscolatura o le ossa, però sicuramente non è interno, profondo, direi che è all'esterno. può essere semplicemente che sono stato troppo seduto in questo weekend? come mai il freddo è solo alle dita del piede sinistro e non anche al destro? questa sera giocherò una partita, quale dovrebbe essere la reazione ''giusta'' (diciamo così, cioè che non desti preoccupazioni) da parte del piede? consigliate esami di qualche tipo o quantomeno una visita dal medico curante o è inutile che mi preoccupi? grazie della disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una delle ipotesi possibili potrebbe essere l'origine lombare del disturbo, con risentimento del nervo sciatico o una compressione del nervo più a valle.
Ovviamente non è possibile dire di più a distanza ma un controllo dal medico curante andrebbe fatto per sentire un parere diretto.
Poi se il problema dovesse persistere sarebbe opportuno un approfondimento diagnostico con esami strumentali per indagare il tratto lombo-sacrale della colonna vertebrale o la funzionalità dei nervi all'arto inferiore mediante EMG. Ma su questo Le dirà meglio il Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro