Ho paura possa trattarsi di epilessia

Salve volevo porvi un paio di domande. Circa 4 giorni fa mentre ero a mare sono stato colto da un attacco convulsivo, con tremori, schiuma dalla bocca, movimenti del collo involontari e mi sono ferito la lingua con i denti. Io in pratica mentre parlavo con un mio amico mi sono ritrovato in ambulanza in stato molto confusionale. Solo dopo un paio di ore ricordai di avere visto il mio amico diventare "strano", come in un sogno. Ad oggi questo ricordo è sparito.In ospedale sono stato sottoposto a tac, esami del sangue e EEG. Dalla tac è emerso solo il residuo di craniofaringioma a cui sono stato sottoposto 15 anni fa la prima volta, mentre dall'EEG cè una piccola attività nella parte destra. Ora le mie domande sono queste: si puo trattare di epilessia? Puo essere colpa del craniofaringioma residuo di circa 2 cm? Puo questa crisi essere provocata da un basso dosaggio di cortone acetato o magari mancanza di gh? in quanto io da un mesetto circa non prendevo piu la razione pomeridiana di cortone e al momento ho sospeso il GH perche il residuo è cresciuto un po....adesso io ho paura che mi si ripresenti un' altra crisi, magari mentre guido. Per adesso poi mi sento la mente diciamo un po leggera, non so spiegare precisamente come, un po strana, come se non fossi completamente lucido. Cosa puo essere? Ho paura possa trattarsi di epilessia. A giorni farò una RM ma onestamente non credo serva a molto. Spero tanto che se proprio seconda crisi ci deve essere avvenga presto, cosi da cominciare le cure antiepilettiche. Cè qualcosa che posso fare per evitare altre crisi? spero in una vostra risposta. Grazie anticipatamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'origine epilettica del disturbo descritto è possibile, ovviamente non v'è certezza. Si dovrebbero esaminare direttamente i tracciati EEG e dovrebbe essere sottoposto a visita neurologica, meglio se da un epilettologo. Non considererei inutile la RM in quanto potrebbe dare informazioni che alla TC non vengono rilevate. Sembrerebbe poco probabile, come causa scatenante, la riduzione della terapia cortisonica e soprattutto la sospensione del GH.
Pertanto Le consiglio di rivolgersi ad un epilettologo per un approfondimento diagnostico del caso.
Anche la consulenza neurochirurgica sarebbe opportuna per fare il punto sul residuo del craniofaringioma.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test