Crisi funzionali o epilessia tipo grande male?

Buon giorno vorrei sottoporre all'esame di un esperto il seguente caso: a mia moglie, di anni 35, con la RM è stata fatta la seguente diagnosi, in particolare appare sovrapponibile, nelle scansione a Tr lungo, l'area cortico-sottocorticale debolmente iperitensa con associati segni di lievi rigonfiamento allo stesso livello, apprezzabile in sede temporo-mesiale sinistra ove, in sede immediatamente attigua, si riconoscono alcune millimetriche areole corticali di tipo cistico anch'esse invariate rispetto al precedente esame eseguito il 26-08-2010. Attualmente è in cura con i seguenti farmaci, topamax 150 mg x 2, depakin chrono 500 mg x 2, rivotril 1 mg x 3, vimpat 50 mg x 2, olanzapina della teva 10 mg x 1. Ma nonostante tutte queste medicine presenta ancora sintomi gravi, perdita di conoscenza per periodi piuttosto lunghi, movimento in modo anomalo degli arti, cadute per terra facendosi male, con le ultime crisi ha difficoltà a parlare sembra quasi che le sia venuta una paresi alla bocca in quanto non riesce neanche a uscire la lingua e ha difficoltà a deglutire. Grazie per la risposta
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

Sua moglie è seguita da un epilettologo? Quale diagnosi precisa è stata fatta? Le faccio quest'ultima domanda in quanto esistono molteplici tipi di epilessia. Con quale frequenza si presentano le crisi, per es. in un mese? Ha mai fatto un Video-EEG delle 24 ore?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buon Pomeriggio. La ringrazio per avere risposto così velocemente. Non è stata seguita da un epilettologo ma è seguita da diversi neurologhi, la diagnosi era la seguente: Epilessia tipo G.M in soggetto con sclerosi mesiale temporale sinistra e disturbo schizzo affettivo cronico. Adesso è cambiata in Epilessia ( crisi parziali ( una parola non si capisce bene cosa c'è scritto) " asem..ologia" Complessa) in soggetto con psicosi depressiva e disturbo dipendente di personalità. Devo aggiungere che il tracciato egg durante alcune crisi in cui è stato possibile eseguirlo non presenta anomalie, mentre con deprivazione di sonno invece si. Le crisi si presentano in tempi non prevedibili ogni due o tre giorni, ma fanno seguito sciame per l'intera giornata e a volte anche il giorno successivo. Durante la settimana è possibile che oltre 15 crisi con perdita di coscienza e altre 5 o 6 crisi di assenza, per poi cadere per terra. Ieri 24-07-2013 è stata eseguita la TC "scrivo soltanto la parte interessante del referto" Normale morfologia del sistema ventricolare OVE SI ECCETTUI LIEVE ASPECIFICA ECTASIA DEL CORNO TEMPORALE DEL VENTRICOLO LATERALE SINISTRA. Regolare ecc. ecc. Si segnalano alcune calcificazioni a livello del tentorio e della grande falce cerebrale. La ringrazio ancora Gentile dott. Antonio
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

probabilmente rivolgersi ad un centro per l'epilessia potrebbe essere utile per effettuare, come Le dicevo prima, un Video-EEG delle 24 ore, particolarmente indicato nel caso di Sua moglie, considerata l'alta frequenza di crisi in cui è più facile coglierle nell'arco delle 24 ore o più. In questi casi si può fare un'associazione tra la crisi rilevata nel filmato ed il corrispettivo tracciato EEG in simultanea. Probabilmente coesistono entrambe le condizioni, le crisi epilettiche e quelle psicogene.

Cordialmente

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test