Scariche di adrenalina

Gentili dottori,
grazie in anticipo a chi vorrà rispondere.

Ho 31 anni. A causa di un improvviso manifestarsi nel 2009 di attacchi di ansia (con tachicardia e tutto quel che può starci in un attacco di panico), ho iniziato una ricerca.
Dapprima, soffermandomi ai sintomi, di carattere clinico. Ho valutato insieme al mio medico ed altri specialisti che tiroide, cuore e analisi del sangue sono a posto.
Ho così intrapreso un anno fa la terapia cognitivo comportamentale, con ottimi risultati. Tant'è che l'attacco vero e proprio non arriva più.
Resta però un dettaglio che non mi va di trascurare: improvvise scariche di adrenalina che - magari mentre sono sul punto di appisolarmi nel pomeriggio - mi fanno saltare come un grillo, lasciandomi con gli occhi sbarrati.
Mio padre è malato di sclerosi multipla, ed è proprio lui l'esempio che ho - di quanto sia difficile a volte accorgersi di qualcosa che non va "nella testa".
Secondo voi, sarebbe il caso che mi sottoponessi ad una visita neurologica?
Cosa può causare queste scariche, che non sono frequenti, ma comunque ci sono? Grazie ancora!
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

per scariche intende una sensazione di scossa elettrica o delle vere e proprie scosse di parti del corpo che si manifestano all'addormentamento?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott. Ferraloro per la risposta.

Non sono scosse nel senso "fisico" del termine. E' come se all'improvviso qualcosa dentro di me - che sia nelle gambe o semplicemente una improvvisa vertigine - che mi costringe a interrompere la fase di addormentamento, lasciandomi abbastanza agitata.

Aggiungo che da mesi soffro di vertigini che vanno e vengono (due giorni sì e tre no circa), durante le quali trascorro le giornate come se fossi su una barca.
Non so se andare dall'otorino, se possa essere cervicale, se invece possa essere un problema neurologico... non so proprio!

Le faccio inoltre presente che, durante una visita neurologica presso il PS che feci anni fa per lo stesso motivo (giramenti di testa perdurati per qualche giorno), il medico mi disse che avevo un "nistagmo". Ma non approfondì la ricerca.
Voglio dire, un nistagmo non si approfondisce?

Grazie ancora
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

certamente, un nistagmo va approfondito, consideri pure che ci può essere anche un nistagmo fisiologico ma la cosa va approfondita ugualmente.
Pertanto, anche considerata l'attuale sintomatologia, faccia una visita neurologica e poi in base ai riscontri della visita sarà lo specialista ad indicare come proseguire (terapia, esami diagnostici, invio ad altro specialista).

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille, la aggiornerò!

Cordiali saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Ok, leggerò con piacere!

Buona giornata

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa