Infiammazione nervo popliteo?

Buongiorno,

ho 37 anni e giovedì scorso ero seduto sulla sedia di casa con le gambe sul tavolo (il retro del ginocchio appoggiato sul bordo del tavolo ed i polpacci ben distesi sul piano dello stesso) con mio figlio di un mese appoggiato sulle cosce.

dopo un po' ho iniziato a provare la classica sensazione di intorpedimento che si prova quando si hanno le gambe in posizioni anomale. Il problema è che questo malessere non è svanito totalmente ma è rimasta una sensazione di piede "addormentato" e di insensibilità sul dorso dello stesso.

il giorno dopo quindi sono andato dal medico di base il quale mi ha prescritto 5 gg di aulin (domani sera finisco) in quanto dice che probabilmente trattasi di un'infiammazione al nervo popliteo.

A questo punto vi chiedo:

1) è una coincidenza oppure posso veramente pensare che quanto è accaduto è da ricollegarsi alla posizione assunta sul tavolo?

2) visto che attualmente la situazione è migliorata ma non definitivamente risolta, dopo quanto tempo mi consigliate di fare eventuali ulteriori accertamenti se non dovessi risolvere definitivamente la situazione?

grazie

[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 52
La postura assunta è assolutamente pertinente.
Questa ha causato un stupor (flogosi ed edema con conseguente disfunzione del nervo sciatico popliteo esterno o peroneo).

Se trascorse 3-4 settimane la situazione non dovesse essere risolta sarà indicata la esecuzione di una elettromioneurografia.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
gentile dott.poli,
nel ringraziarla x la risposta le chiedo tre ultime cose:
1pensa sia il caso di proseguire con un'adeguata terapia antinfiammatoria da concordare con il mio medico o sono patologie che si risolvono da sole?
2 è mia abitudine fare della corsa o del nuoto x 30/40 minuti a settimana:posso continuare o soprTtutto la corsa potrebbe in qualche modo rallentare la guarigione?
3il fisioterapista che mi segue x dei dolori alla cervicale, potrebbe con il suo imtervento agevolare la disinfiammazione oppure non gioverebbe un suo intervento?
la ringrazio x la disponibilità ma soprattutto più in generale x la passione e la costanza con cuilei ed i suoi colleghi operate su questo interessantissimo sito.
buon lavoro
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 52
Altrettanto sinteticamente:
-un breve trattamento anti-infiammatorio a base di corticosteroidi (naturalmente associati ad un farmaco gastroprotettore), non oltre 5.7 giorni ed un neuroprotettore dei nervi periferici;
-la corsa no, il nuoto si;
-il fase di flogosi in atto di una struttura nervosa la terapia fisica può essere controindicata.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test