Utente
Salve dott.
vorrei chiederle un'informazione. C'è mia sorella che tra qualche giorno dovrà effettuare una visita neurologica a causa di alcuni sintomi riscontrati in questo periodo. Io sono abbastanza preoccupata e volevo sapere, se il neurologo esclude un'ipotetica patologia, possiamo stare tranquille? Nel senso, scusi se posso sembrare stupida, ma un neurologo davanti al sospetto di una malattia sa già ke tipo di visita fare? Tipo x la SM effettua un tipo di visita, x la SLA ne effettua un altro? Insomma ad ogni sospetta malattia bisogna effettuare "manovre diverse" o le visite neurologiche sono tutte uguali? Questo x capire come si muoverà il neurologo una volta lì. Poi nel caso Le farò sapere come si è svolta la visita. Grazie

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
La raccolta anamnestica e la obiettività neurologica ottenuta durante una visita neurologica occorrono ad evidenziare "segni" clinici che possono indirizzare verso una ipotesi diagnostica o meno.
Qualora il professionista ritenga potrà prescrivere gli esami strumentali che ritenesse indicati a conferma o a disconferma.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Quindi in base ai sintomi descritti il neurologo svolgerà la visita? Intendo dire, se si sospetta una malattia demielanizzante si procede con un tipo di visita, se si sospetta una neuromuscolare si procede con un altro tipo di visita e così via? o tutte le visite si svolgono allo stesso modo? Inoltre mia sorella dice di avvertire la sensazione di una ragnatela sul viso. A sua insaputa ho visto un pò su internet, ed è un sintomo attribuito alla SM. Potrebbe anche essere una cosa più banale? E se fosse una cosa neurodegenerativa, la SM è l'unica malattia grave che porta questo sintomo? Mi scusi ma,anche se a mia sorella nn lo dimostro, mi sto un pò preoccupando e vederla tesa mi demoralizza. Spero possa chiarirmi tutti questi punti.Grazie.

[#3] dopo  
Utente
P.S.La sensazione è come quella di avere un capello sul naso o sul mento dipende, ma nn sempre allo stesso posto.

[#4]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
E' necessario che parta dal presupposto che uno specialista, un professionista della salute sappia fare bene il proprio lavoro.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#5] dopo  
Utente
Questo l'avevo già dato x scontato. Dico, partendo dal presupposto che faccia bene il suo lavoro, può rispondere alle domande precedenti? Grazie.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le posso dire come in generale si svolge una visita neurologica.
C'è una metodologia di base in cui vengono indagati i vari settori del sistema nervoso centrale e periferico, cioè forza, tono e trofismo muscolare, i riflessi profondi e superficiali, la motricità e la sensibilità, la coordinazione, l'equilibrio, la psiche, ecc.
Poi in base al sospetto diagnostico del medico o ai dubbi del paziente si può approfondire un settore con prove specifiche e mirate.

<< mia sorella dice di avvertire la sensazione di una ragnatela sul viso>> non mi risulta essere un tipico sintomo d'insorgenza della SM.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
In realtà, come ho già detto al Suo collega, è come se avesse un capello sul naso che ogni tanto cerca di togliersi. Lei ha la lordosi cervicale appiattita, potrebbe dipendere da quello? Visto che ha avuto una bambina da circa 2 mesi e a tenerla in braccio è cmq stancante. Potrebbe essersi infiammata? Mah cmq questo sintomo è comune in persone sane?

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Escluderei un'origine cervicale del sintomo. Sì, in effetti non è poi così raro sentirlo riferire da soggetti peraltro senza nessuna patologia importante.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro