Utente 361XXX
Buonasera, chi sarebbe il medico cosi gentile da tradurmi questo mio elettroencefalogramma svolto 20 giorni fa?

Ritmo di fondo parieto-occipitale bilaterale a 9-11Hz, di media ampiezza, ad andamento fusiforme, inframmezzato da rare sequenze theta polimorfe, di media ampiezza.
Reazione d'arresto: presente bilateralmente.
Il tracciato evidenzia la comparsa di rare sequenze theta polimorfe, di media ampiezza, con inscritte onde lente a morfologia aguzza sulle regioni temporali-posteriori dell'emisfero destro.
SLI ed iperpnea: non modificano sostanzialmente.

Mi piacerebbe sapere cosa significhi: RARE SEQUENZE THETA POLIMORFE ED ONDE LENTE A MORFOLOGIA AGUZZA, IPERPNEA? SLI? Grazie

Grazie infinite per la disponibilità!

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"...rare sequenze theta polimorfe, di media ampiezza, con inscritte onde lente a morfologia aguzza sulle regioni temporali-posteriori dell'emisfero destro..." indica un stato di sofferenza funzionale delle regioni dell'encefalo dove le anomalie medesime sono state registrate.

Per quali disturbi si è sottoposto ad EEG?

Il comportamento corretto a questo punto è una valutazione clinica neurologica di persona (visita) ed eventuali esami strumentali qualora questi risultassero indicati in corso di visita.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 361XXX

La ringrazio per la disponibilità, e mi sono recato a fare l'EEG perché da gennaio di quest'anno soffro di tachicardie, e inizialmente mi sospettavano una presunta sindrome di brugada, che poi non mi fu più confermata.
Cosi siccome so che questa malattia comportava crisi epilettiche mi recai anche a fare questo controllo, anche perché ogni tanto mi prendono strane sensazioni, come giramenti di testa, mi capitava di dover aprire la bocca improvvisamente..
Ma scusi la mia ignoranza, che significa disturbi dell'encefalo dove le anomalie medesime sono state registrate? Uno stato di sofferenza..? Che si intende? E cosa può comportare? La ringrazio

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"...stato di sofferenza funzionale delle regioni dell'encefalo dove le anomalie medesime sono state registrate..."
per ora significa solamente stato di sofferenza;
senza una valutazione neurologica diretta (visita)
ed una ralta anamnestica dei suoi disturbi,
possiamo solamente aggiungere a stato di sofferenza l'acronimo di ndd (ovverosia di natura da determinare).

Ribadisco l'ipotesi di lavoto può essere:
-visita neurologica,
--EEG dinamico delle 24 ore,
-ed eventualmente RM encefalo.
La visita rimane il primo passo preliminare per valutare il caso e farsi raccontare i disturbi.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 361XXX

Ok la ringrazio infinitamente :)
Sa dirmi per caso se può dipendere da quel "malessere" la tachicardia? Visto che il cervello tutto può? Potrebbe scaturire quella tachicardia?
Poi a volte ho come sensazioni di svenimento, le definirei pre-sincope.. a volte mi danno fastidio dei colori troppo accesi, a volte prima di dormire mi sento sensazioni strane, anche dispnea.. altre volte ancora mi devo svegliare di colpo tossendo in quanto mi si chiude la gola.. insomma non se ne viene a capo. Fatto sta che io prendo anche il beta-bloccante per queste aritmie che mi prendevano, e che spero non mi riprendano, ed ho anche cambiato piano terapeutico. Prima assumevo il Congescor da 1,25 mg, ora il curcix, (da circa 1 mese) da 6,25 mg.
Ho dovuto cambiare piano terapeutico in quanto nonostante il Congescor, mi venivano ugualmente negli ultimi tempi quelle anomale aritmie, e ancora è da definire se possano essere (qualora si ripresentassero), anomali aritmiche maligne o altro. Per ora secondo il parere di alcuni cardiologi speciallizati in aritmie, non si tratta di sindrome di Brugada come invece inizialmente si supponeva durante il mio ricovero in ospedale durato una settimana, nel reparto cardiologia, dove feci tutti i dovuti accertamenti. C'è anche da dire però, che ahimè io sono affetto da Sindrome di Marfan, che però mi è sempre stata diagnosticata come "presunta sindrome di Marfan", ma a livello cardiologico non ho mai avuto problemi, è anche possibile che si stiano scatenando tutti insieme.. ma la sindrome di Marfan a livello neurologico so che non comporta nulla, quindi le cause saranno da attribuire ad altri fattori.. farò la visita da lei consigliata, peccato che debba aspettare fino al 24 Dicembre (tra l'altro vigilia di Natale per fare la visita). Dice che posso aspettare? Quel malessere indicato dall'EEG potrebbe comportarmi crisi epilettiche o convulsioni visto che a volte ho come la sensazione ripeto, di svenire? Disorientato? Grazie tante

[#5] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non ritengo che le sue problematiche cardio-aritmiche possano dipendere dalla disfunzione encefalica, ma non è una regola assoluta.

Piuttosto mi occuperei delle anomalie all'EEG.
I malori del suo stato di vigilanza/contatto con l'ambiente potrebbero essere "crisi epilettiche di tipo parziale complesso" così come sembrerebbe indicare la "sofferenza focale" disegnata dall'EEG.

Perchè aspettare a fine anno? per visita ed esami?

Ritengo come andrebbe fatta chiarezza in tempi brevi.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente 361XXX

Se lei ha la possibilità potrei prendere appuntamento con lei? Ho visto che esercita a Roma, e se mi dà la possibilità sarei felice di essere valutato da lei.
Cosa si intende per "crisi epilettiche di tipo parziale complesso"?

[#7] dopo  
Utente 361XXX

Mi scusi ma nell'EEG dove ha letto "Sofferenza focale"? E cosa significa?? Grazie

[#8] dopo  
Utente 361XXX

Guardi ho fatto la visita neurologica, mi ha detto una sua collega che è tutto nella norma, ma che poiché sono affetto dalla Sindrome di Marfan, mi fa sottoporre a degli esami specifici, come l'EEG con privazione di sonno, la RM encefalo con mezzo di contrasto e la RM encefalo normale. Però mi ha detto che è tutto ok, dalla visita fisica di per sè mi ha fatto compiere dei movimenti ecc.. però era tutto nella normam senza alcun disturbo. Ma se lei dice che significano quelle onde: rara onde theta-polimorfe, uno stato di malessere.. spero si possa individuare dall'EEG, o la RM, lei che dice? E poi, per "rintracciare" questo malessere, devo averlo in quel momento fisico? Grazie

[#9] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non so bene cosa avesse in mente la sua neurologa: tanti esami dopo aver affermato che è tutto nella norma. Il mio parere a distanza io lo ho già espresso.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#10] dopo  
Utente 361XXX

Me li ha prescritti fondamentalmente perché sono affetto dalla sindrome di Marfan, nonché una malattia che colpisce il tessuto connettivo, e il gene preso in causa va a recare diversissimi disturbi in molte parti del corpo. Le più conosciute sono il cuore, la vista e la schiena con le ossa. Ma magari a livello neurologico, potrebbe arrecare qualche anomalia, del resto non avrebbe alcuna spiegazione sennò quel mio malessere da lei stesso identificato. Quindi non sarebbe comunque meglio andarci affondo una volta visto queste rare onde theta - polimorfe e una volta capito il loro significato? Ripeto: stato di malessere? Grazie