Utente
salve, sono una ragazza di 21 anni e da un po' di tempo accuso di certi sintomi che iniziano davvero a stancarmi. inizio sol dire che tutto è iniziato pochi giorno dopo aver fatto un esercizio fisico nel quale ho sforzatonil collo. qualchw giorno dopo è iniziato un dolore alla gola, bruciore piu' che altro e secchezza. sono andata dal dottore e mi disse che avevo le tonsille ingrossate.. mi prescrive delle pillole e le assumo per 6/7 giorni ma senza miglioramenti. torno nuovamente e dice che non c'è piu' niente ma nel frattempo avverto ancora fastidio, dolore che si irradia solo nella parte sinistra fino all'orecchio sinistro e comincio a pensare che fosse un otite ma il dolore è intermittente. presa dalla paura e dall'ansia vado da un otorino e mi faccio controllare orecchie e gola. le orecchie stanno benissimo e la gola è un po' infiammata dietro la tonsilla e mi prescrive areosol per 10 giorni. comincio la cura ma nel frattempo noto di essere bloccata dietro al collo, spalla e avverso un peso alla nuca. noto anche che non posso poggiare la testa perchè inizia un mal di testa molto fastidioso che pero' in piedi passa.
torno dall'otorino e mi dice che non ho niente nemmeno piu' l'infiammazione, ma io avverto ancora fastidio sempre nella parte sinistra della gola (non piu un dolore), e sento solo l'orecchio come ovattato ormai, un po' anche quello destro. esclusa la gola, inizio a sospettare che possa c'entrare la cervicale visti i giramenti di testa, le orecchie ovattate, e credo che si sia compresso qualche nervo della gola. è possibile la mia ipotesi? fastidi che per giunta sono intermittenti, in base forse alla postura che assumo o il tempo spesso. non sono invalidanti ma ormai ci penso sempre e non riesco piu' a godermi le giornate. chiedo quindi aiuto a un neurologo per una possibile diagnosi

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

come Lei certamente sa non è possibile effettuare diagnosi a distanza, da questa postazione possiamo soltanto dare degli indirizzi generali.
Ritornando al Suo caso, un'origine cervicale del problema è possibile ma bisogna indagare la colonna cervicale inizialmente mediante una visita medica e, se necessario, mediate esami diagnostici mirati. Infatti il termine "cervicale " è generico e comprende condizioni molto diverse tra loro, discopatie, contratture muscolari, ecc..
Si affidi al medico curante o si rivolga ad un neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio del consiglio ma il mio medico continua a ripetermi che è una semplice contrattura dei muscoli cervicali e che non ho bisogno di ulteriori indagini anche se continuo ad avvertire questi sintomi e i giramenti di testa... sono molto giu' di morale e non mi sento nemmeno capita, che io sia un tipo ansioso ci sta, ma non invento sintomi solo per il gusto di farlo e il mio medico credo stia sospettando questo: che io stia inventando tutto.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la diagnosi è di contrattura muscolare andrebbe affrontato il problema in tal senso mediante terapia fisica e/o farmacologica, in questi casi infatti è possibile intervenire e risolvere il problema.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
avverto anche peso al petto che mi porta a tossire e un senso di soffocamento. possibile sia tutto correlato alla cervicale? non vorrei fare altre visite inutili :( la ringrazio ancora!

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questi ultimi sintomi sembrerebbero di tipo ansioso ma è corretto farli valutare al Suo medico curante a cui La invito a rivolgersi, certamente non sono di origine cervicale.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
dottore le riscrivo molto sconfortata... il medico curante mi ripete che è tutto un fatto ansioso. qualche giorno fa mi è mancata l'aria e mi sono sentita morire presa principalmente dal terrore. ho sudato freddo, e mi sono sentita davvero male. mi preoccupano continuamente questi capogiri, il peso alla nuca e il fastidio alla gola. ho l'angoscia che sia qualcosa di brutto o che tutto questo non passi mai. questi fastidi pero' sembrano aumentare quando sono sola, o wuando non ho la mente occupata... che sia davvero una sommatizzazione? un mese fa ho avuto un lutto in famiglia e da allora non sono piu' io. ho paura delle malattie, il terrore di morire... possibile che la mia mente abbia creato tutta una serie di sintomi? già l'otorino disse che questi miei mal di testa erano causati dallo stress accumulato, cioè dalla tensione ma ormai sono arrivata al punto che non credo piu' a nessuno. vorrei solo essere quella di prima e non piangere piu'

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotesi dell'origine psichica è verosimile, soprattutto dopo ciò che racconta nell'ultimo post. Mi sento di concordare con quanto detto dal Suo medico curante, la tipologia dei sintomi infatti sembrerebbe caratteristica di queste condizioni.
Perchè non prende in considerazione un consulto presso uno psicologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
sarebbe la soluzione ideale. Ma possibile che la mente crei certe cose? non so molto di ansia ma mi sembra assurdo pensare che il corpo si crei danni da solo. la ringrazio dell'enorme dispinibilità

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La mente può tanto, soprattutto in relazione a determinate vicende della nostra vita. Consideri che sintomi psicosomatici spesso non sono riconosciuti come tali dal paziente.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
salve dottore, in questi giorni sono andata sia da una psicologa che dal mio medico generico per farmi consigliare. la psicologa ha detto che questo mio fastidio è tutto frutto della mia mente, e che ho bisogno di una terapia comportamentale... anche se come tutti mi ripetono io ormai non credo a nessuno. sono andata nuovamente dal medico generico e mi sono fatta controllare nuovamente la gola con attenzione e ha detto che non c'è nulla. come le avevo detto nemmeno l'otorino vide nulla quindi è davvero frutto della mente...
una parte di me pero' continua a credere che ai medici sia sfuggito qualcosa e che presto staró molto male. questa è la mia paura purtroppo.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è proprio la paura che deve curare, il Suo problema è questo, in questi casi la terapia cognitivo-comportamentale che Le ha consigliato la psicologa potrebbe essere davvero utile.
Non sottovaluti il problema e lo affronti così come Le è stato indicato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
La ringrazio della rapida risposta. infatti l'ha detto anche il dottore, mi ha spiegato che se ci fosse qualcosa di fisico come un infiammazione o altro si sarebbe visto giá dall'otorino, oppure avrei avuto febbre, rigonfiamenti ecc.. invece non ho niente. Ma la continua sensazione di fastidio, bruciore. Potrei andare in un consultorio?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente, dove fanno questo tipo di terapia però, deve chiedere prima.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
e se fosse invece davvero fisico? cioè magari un infiammazione del glossofaringeo

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Altre ipotesi sono state escluse dagli specialisti consultati.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
il dottore dice che non potrebbe essere perchè il dolore a un nervo è un tipo di dolore continuo mentre il mio è intermittente. addirittura ci sono giornate in cui non lo avverto e altre in cui è forte.

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Concordo con quanto detto dal medico curante.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
Dottore salve le scrivo per aggiornarla sugli ultimi sviluppi. La componente ansiosa c'è e lo riconosco anch'io ma i dolori che provo sono veri e mi impediscono di studiare o di fare semplici movimenti col capo. Ho effettuato tac con risultato negativo e esami del sangue (esito normalissimo) perchè avevo e continuo ad avere mal di testa che si diramano dal collo alle tempie e spesso alla zona frontale. Sono stata indirizzata stesso dall'ospedale ad un centro di cefalee e volevo chiederle se la fonte di questi miei guai non sia sul serio la cervicale. Io avverto fastidio, pesantezza, dolore se si puo' dire cosi alle tempie e fino allo zigomo quasi come se interessasse anche la mascella. Provo dolore principalmente quando sono sdraiata a letto inizia questo peso alla tempie e al naso. Vorrei solo sapere a chi rivolgermi perchè devo risolvere questo mio problema. Ogni tanto il collo mi duole molto a causa anche dell'aria fredda che spesso lo investe io l'ipotesi di un nervo compresso non l'ho mai abbandonata.

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una cefalea di tipo tensivo è un'ipotesi possibile ma ovviamente va confermata o meno mediante una visita neurologica. Lo specialista di riferimento per le cefalee è il neurologo.
La TC a quale parte del corpo è stata effettuata?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
Alla testa è stata fatta in seguito ad una visita al pronto soccorso perchè i miei erano spaventati da questi continui mal di testa. Mi è stata fatta una visita neurologica basilare per controllare la mia reattività e il movimento oculare degli occhi poi la tac, ma era tutto normalissimo quindi ora devo capire di che tipo di cefalea si tratta. Mi consiglia il neurologo o il centro cefalee?

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i centri cefalee sono gestiti dai neurologi per cui sempre ad un collega deve rivolgersi.
Veda dove può effettuare prima la visita, il neurologo va benissimo purché esperto in cefalee.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro