Vertigini e giramenti di testa ripetuti

Salve, vi scrivo perche sono preoccupato per la salute di mio padre. Sono circa tre anni che ogni tanto gli prendono giramenti di testa, vertigini, sudori freddi etc, tutto questo per un tempo che va dai 5 ai 20 minuti, poi tutto torna normale... Siamo andati dal medico di famiglia e dopo aver prescritto analisi e tac, ha detto che era la cervicale, però nonostante curandola i giramenti e le vertigini non sono diminuite. Allora siamo andati da un neurologo e ha detto che sospetta TIA, ora deve farsi risonanza magnetica e angio risonanza. Stranamente gli ha prescritto il Depakin, ora vi chiedo come è possibile questo? È una prescrizione appropriata?

Aspetto vostre risposte e grazie in anticipo per la disponibilità.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

il depakin non è un farmaco adeguato per le malattie cerebrovascolari .
La Sua indicazione fondamentale e l'epilessia ma spesso viene utilizzato come stabilizzatore dell'umore, per la prevenzione di alcune forme di cefalea, prevalentemente l'emicrania con aura.
Probabilmente è stato prescritto con motivazioni che il collega non vi ha spiegato.
Riguardo la problematica cervicale, è stato studiato mediante esami strumentali questo tratto della colonna cervicale?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la cortesia. Allora per la cervicale è stata fatta la TAC, poi è stato fatto l'ecocolordoppler per i vasi sanguigni e in effetti in quest'ultimo risulta che i vasi siano un poco alterati e nella tac risultano un po' schiacciate alcune regioni ... Comunque il mio dubbio per il depakin rimane poiché mio padre non ha nessun sintomi di quelli che si curano con il depakin. Io sono preoccupato per gli effetti collaterale del farmaco
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

in attesa di effettuare la RM potrebbe contattare il neurologo per chiedere la motivazione della prescrizione del depakin.

Cordialmente

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio