Utente
Egregio Dottore buon giorno.
Le scrivo per un consiglio su il secondo dito della mani sinistra.

E' da qualche giorno che lo sento leggermente addormentato, mi riferisco alla parte laterale, difronte al terzo dito, alla fine, vicino al legamento con il terzo dito.

Non è proprio addormentato, ma noto un certa perdita di sensibilità, come se mi avessero fatto una leggera puntura di anestetico, sento la mano passare, o la matita per esempio, ma la sensibilità è alterata.

Una sensazione difficile da descrivere. Premetto che suono il piano da parecchi anni e me ne sono accorto mettendomi la crema, notavo questa parte del dito diversa dalle altre.

Vorrei sapere se ha a che fare con la mia scoliosi, anche perchè tempo fa avevo la stessa sensazione nella gamba sinistra, in superficie, specialmente quando stavo seduto a suonare per troppo tempo.

Ho fatto una risonanza magnetica tempo fa e questi sono i risultati:

RISONANZA MAGNETICA DEL RACHIDE LOMBARE:

L'esame non ha dimostrato la presenza di ernie discali.
in D12-L1 si osservano sporgenze artrosiche dei margini somatici posteriori.
Il disco interposto è assottigliato per disidratazione.
Irregolarità di alcune limitanti articolari da osteocondrosi.
Normale morfologia e segnale del cono midollare e delle diramazioni intradurali.

Ho letto su internet che gli intorpidimenti delle dita e del corpo in generale possono essere il segno di malattie gravi e sono un pò preoccupato.

premetto che ho fatto da poco le analisi del sangue complete ed erano perfette.

Secondo lei è qualcosa di grave? E dovuto alla schiena? O perchè suono molto?

La ringrazio anticipatamente e e auguro buona serata.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

no, non penserei a nulla di importante.

La prima cosa che farei è aspettare 1-2 settimane: in genere, queste aree cutanee intorpidite (parestesie, disestesie) localizzate a livello di un singolo dito o parte di esso, tendono a regredire spontaneamente.

Se così non fosse, farei un'ecografia del dito con sonda ad alta frequenza, per escludere la presenza di un piccolo neurinoma del nervo collaterale digitale dal lato ulnare.

L'intorpidimento, però, potrebbe estendersi anche ad altre dita (pollice, medio), indicando una possibile compressione del nervo mediano al polso.

Aspetti e ci dia notizie.

Buona giornata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale