Utente
Salve

Da 4 giorni che accuso debolezza del bicipite sinistro, me ne sono accorto in palestra.
Poi anche nei lavori domestici mi sono reso conto che si sente ugualmente l' affaticamento.
Oltre a questo ho il pollice che al tatto sembra che ci sia un callo ma non ce niente, mi pare si dica ipersensibilità.Anche a riposo lo sento un pochettino strano.

Avete qualche consiglio da darmi?

grazie tante e buona serata

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la prima cosa da fare è rivolgersi al Suo medico curante per avere una prima valutazione obiettiva in quanto, a volte, è possibile che si tratti solo di sensazioni soggettive.
Veda cosa Le dirà il Suo curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore

Sono stato dal medico di famiglia, anche lui effettivamente mi ha constatato il deficit del muscolo bicipite di sinistra, facendomi un semplice test.

l'unica cosa che ho fatto prima di questo fatto, e stato stretching del piccolo pettorale che ce l'ho contratto.....poi mentre eseguivo questo allungamento avevo tutta la mano che mi formicolava(penso sia normale).

Il medico curante mi ha indirizzato verso un neurologo....
Domani alle 16:30 ho l'appuntamento con Luigi Curatola


l'anno scorso ho fatto una EMG per una scapola alata: (che ancora ho)

Elenco dei test eseguiti:

Velocità conduzione motoria:
-accessorio spinale sinistro
-ascellare sinistro
-median sinistro

Elettromiografia

-Supraspinatus
-serratus anterior
-deltoid
-flex carpi radiaalis
-abduc pol brevis
-biceps brachii
-triceps

Conclusioni:

EMG
Lievi anomalie neurogene crononiche nei muscoli deltoide e bicipite brachiale sinistro-
Reperti EMG nei limite della norma nei restanti muscoli esaminati all'arto superiore sinistro-
ENG
nella norma la latenza dell'ascellare e del toracico lungo sin. Nella norma la conduzione motoria nel mediano dx.

Conclusione:

i reperti poccono essere compatibili con radicolopatia cronica c5-c6 sin, senza attuali manifestazioni degenerative assonali.



Gia in effetti mi aveva riscontrato qualcosina sul bicipite sinistro, ma non ho mai avuto problemi, me ne sarei accorto in un attimo facendo palestra.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

corretta l'indicazione alla visione neurologica, senta cosa Le dirà il neurologo.
Ovviamente bisogna anche studiare la colonna cervicale secondo le indicazioni del collega.
Eviti cortesemente di fare nomi di professionisti, grazie.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi per il nome!

Le mostro gli esami fatti l 'anno scorso:

RM cervicale

Conservata la fisiologica lordosi cervicale
Assenza di obiettività propositive discali di rilievo.
Non segni di mielopatia nel tratto esplorato della giunzione bulbo-spinale al passaggio cervico dorsale.
Non lesioni espansive intradurali.
Diametri canalari vertebrali nella norma.
regolari le rime articolari interapofisarie posteriori.
simmetrica la muscolatura paravertebrale



RM spalla sinistra

non segni di conflitto subracrominale e coroco-omerale
regolari i tendini componenti la cuffia dei rotatori
non versamento sub-acromio-deltoideo e sottocoracoideo
non alterazioni del clebo, nè segni di tenosinovite
conservato il cercine fibrocartilagineo glenoideo; focalità microgeodica subcondrale glenoidea.
non versamento endoarticolare.
micro-area geodica subcorticale trochinica.
regolare l'articolazione acromio-claveare.

RX spalla sn:

All' esame della scapolo omerale sx rapporti articolari conservati esaminata comparativamente a quella del lato contro laterale mentre non si evidenziano alterazioni osteo morfo strutturali l'elemento di maggio rilievo è dato da una lieve cranializzazione della scapoka sx in confronto a quella del lato contro laterale lievemente ruotata sull'asse ("scapola alata")


RM rachide dorsale

conservata la cifosi dorsale
allo sapzio d5 d6 protusione discale posteriore parameridiana sn con impronta sullo spazio liquorale premidollare.
allo spazio d7 d8 ernia discale estrusa parameridiana laterale sn con impronta sull'asse meningo midollare
allo spazio d11 d12 protusione discale erniaria parameridiana laterale sn con impronta sull'asse meningo midollare
non segni di mielopatia dorsale cono midollare in sede
non lesioni espansive intradurali
diametri canalari vertebrali nei limiti di norma
regolari le rime articolari interapofisarie posteriori
simmetrica la muscolatura vertebrale




a questo punto sono avvantaggiato, ho fatto tutti gli esami possibili xD


Non resta che aspettare la visita di domani!

Grazie tante dottore, buona serata

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

adesso bisogna assemblare tutti gli elementi emersi dagli esami effettuati e correlarli con i riscontri della visita neurologica, compito del neurologo che vedrà domani.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Salve

Sono stato a fare la visita ma non mi ha rilevato niente di che, visto poi che la rm cervicale è anche ok(eseguita l'anno scorso)...
Mi ha dato fa fare gli esami cpk plasmatico.

Ma comunque ancora oggi ho debolezza del braccio ed anche lievissimi formicolii all'avambraccio, poi spesso e volentieri me lo sento pesante.

Io penso che a questo punto le ernie dorsali siano la causa.....oppure con il tipo di stretching che ho fatto, ho in qualche modo stressano il nervo muscolocutaneo.

Ma in questi casi possibile che non esista una cura?

Buona serata

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esito negativo della visita neurologica è già un'ottima notizia, infatti non sono stati riscontrati deficit neurologici degni di nota.
Per il problema delle ernie può rivolgersi ad un fisiatra.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore!

Senta poi un' altra cosa se è possibile

Ieri sono tornato in palestra dopo una lunga pausa.....noto ancora il il bicipite sinistro è molto più debole del destro.Ora la sensibilità è tornata normale, non sto facendo più stretching, secondo lei quando riprenderà la sua forza normale?

Poi con il tipo di stretching al piccolo pettorale che danni gli ho potuto fare al nervo muscolocutaneo secondo lei?
Perché mentre lo eseguivo mi formicolavano tantissimo le mani ma comunque di tutte e due le braccia, il fisioterapista mi aveva detto che è normale...poi a casa ho continuato a fare questo tipo di allungamento esagerando pure.


La ringrazio e buona giornata

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ci sono tempi stabiliti di recupero, questi sono molto variabili e dipendono da tanti fattori che non è possibile quantificare.
Anche un programma di terapia fisica potrebbe essere indicata, questo lo dovrà stabilire eventualmente il fisiatra, se c'è l'indicazione.
Dr. Antonio Ferraloro