Utente
Buongiorno,

scrivo per avere un chiarimento in merito ad una questione che mi ha fatto sorgere un sospetto.
Sono una ragazza di 27 anni. Mia madre, 56 anni, è affetta da sclerosi multipla, diagnosticatale all’età di 24 anni.

So che la SM non è una malattia ereditaria, ma so anche che esiste una componente di familiarità, che espone i discendenti ad una maggiore probabilità di svilupparla.
Una certa preoccupazione in tal senso mi è sorta dopo aver eseguito degli esami del sangue di controllo, in quanto essi hanno rivelato dei valori bassi sia in relazione ai leucociti che ai linfociti.
So che mia madre ha costantemente valori bassi proprio in relazione ai leucociti ed ai linfociti. Inoltre, ho letto che un abbassamento degli stessi può essere indice di patologia autoimmune.
Mi chiedo se il solo abbassamento di questi valori del sangue, in assenza di altri sintomi, possa rendere opportuni degli accertamenti.

Per maggiore precisione riporto i valori degli esami del sangue che ho eseguito nel mese di aprile e successivamente nel mese di maggio – che evidenziano una leggera crescita al controllo successivo - :

Aprile 2015 Maggio 2015
LEUCOCITI 3,9 10(3)u/L 4,2 10(3)u/L valori di riferimento 4,4 – 11,0
LINFOCITI 0,8 10(3)u/L 1.0 10(3)u/L valori di riferimento 1,1 – 4,8
NEUTROFILI 2,5 2,5
MONOCITI 0,5 0,4
EOSINOFILI 0.1 0,1
BOSOFILI 0,0 0,1
NEUTROFILI 62,8% 59,9%
LINFOCITI 20,9% 25,1%
MONOCITI 13,5% 10,4%
EOSINOFILI 2% 3,4%
BASOFILI 0,8% 1,2%

Mia madre ha eseguito gli esami proprio l’altro giorno ed i suoi valori di leucociti e di linfociti sono rispettivamente di 4,2 e 0,8.
RingraziandoVi per eventuali chiarimenti, indicazioni.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

solo questi dati di laboratorio, in assenza di sintomatologia sospetta e/o di alterazione dell'esame neurologico, non giustificano un approfondimento diagnostico strumentale per malattie demielinizzanti. Deve ricercare la causa di questi valori parlandone col Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta.
Sottoporrò gli esami al medico di base.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona giornata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro