Utente
Buonasera,mia figlia di anni 23 accusa da giugno di avere poca sensibilità all'alluce del piede sinistro,dopo un po' la stessa insensibilità all'alluce dell'altro piede. a luglio ha fatto una elettromiografia; risultato: ESAME compatibile con neuropatia di tipo assonale del n. SPE associata a sofferenza muscolare neurogena cronica,senza segni di denervazione in atto,nei territori dipendenti dalla radice S1 a sn.Il medico senza aver fatto la visita neurologica prescrive Tiobec per un mese,ma niente miglioramenti.
Poi questa insensibilità e formicolio si sono trasferiti anche ad un dito della mano.
La settimana scorsa siamo andati in un altro neurologo che,dopo averla visitata sostiene che dalla visita non si evince niente ma riscontra che mia figlia ha una coscia(la sinista che è anche il suo piede d'appoggio)più piccola di un centimetro e mezzo dell'altra;ci ha consigliato di ricoverarla per cercare di individuare il problema e fare principalmente una risonanza magnetica con il contrasto dalla testa ai piedi.
Le chiedo se queste parestesie e la coscia più piccola sono preoccupanti.mi scusi non so spiegarmi meglio.aspetto con ansia una sua risposta grazie

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Il quadro clinico ed il reperto dell'EMG indirizzano verso una sofferenza radicolare che e' bene approfondire, come Le e' stato consigliato, con un esame RM che potrebbe anche essere limitato al solo rachide.
Cordialita'
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottore dalla risonanza magnetica non risulta niente ed il medico sostiene che l'insensibilità deriva dallo stress; Le chiedo se è possibile,grazie.
Cordialità

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il danno evidenziato dall 'EMG appare abbastanza evidente e pertanto il sintomo non e' ascrivibile a fattori di carattere psicologico.
Cordialita'
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it