Utente 443XXX
Salve Dottori, sono una ragazza di 26 anni, da qualche giorno accuso alcuni sintomi strani: per la precisione avverto un senso di affaticamento all'emisoma dx, soprattutto all'arto inferiore, in particolare modo al quadricipite e ai muscoli anterolaterali della gamba. Al braccio, avverto solo un leggero senso di pesantezza, soprattutto alle ultime due dita della mano. Alle suddette zone non ho crampi, fascicolazioni nè parestesie. Ieri dopo essere andata in bici , ho avvertito sempre all'emisoma dx un reale senso di pesantezza, come se avessi il braccio e la gamba di "cemento", questo chiaramente mi ha messo molta ansia. Dopo un'oretta la situazione è rientrata, persistendo solo la sintomatologia iniziale di affaticamento. Vi dico anche che il vero inizio di tutto è stato a fine Aprile, quando una mattina per spegnere la sveglia, il braccio dx non riusciva a muoversi bene, nonostante la sensibilità fosse intatta. Poi sono passati due mesi senza che avvertissi assolutamente niente, neanche la minima debolezza, fino ad adesso, in cui tutto è ricominciato. Chiaramente ho in programma di fare una visita neurologica con tutti gli accertamenti del caso, ma volevo chiedervi intanto un parere su questa sintomatologia, (con tutti i limiti di un consulto online). Mi devo preoccupare? C'è qualcosa nel mio resoconto che vi farebbe escludere la SLA? Il fatto che per due mesi non abbia avvertito niente, quindi questa sintomatologia "alternante", potrebbe escluderla?
In attesa di una Vs. gentile risposta, Vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la SLA la può escludere proprio per la remissione sintomatologica di due mesi, essendo la malattia progressiva, e poi anche per l'età che non è certamente quella tipica (età media d'insorgenza 58 anni).
Per il resto dice bene, faccia una visita neurologica, poi eventuali esami diagnostici saranno prescritti dal collega in base ai riscontri della visita, quindi in maniera mirata, e solo se ritenuti opportuni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 443XXX

La ringrazio molto per la celere risposta. Farò quanto prima la visita neurologica e La aggiornerò.
Cordiali Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, mi faccia sapere.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro