Utente cancellato
Ringrazio in anticipo tutti i Dottori che risponderanno,

sono appena tornato a casa dopo aver ritirato la risonanza di mia nonna che seguo per un problema di perdita di memoria, che congruamente all'età di una persona anziana può starci. Il neurologo le ha prescritto infatti RM e poi già dal primo colloquio parlava di una pratica di Risonanza magn. funzionale per indagare meglio quanto sarebbe emerso dalla RM.

Non cerco ovviamente risposte al referto perché poi ci penserà il medico a indirizzarla e seguirla per il problema, capisco che online sarebbe difficile.
L'unica cosa è che al momento leggendo il referto vedo che è stata eseguita una sequenza chiamata DWI, e cercando su internet ho letto essere una sequenza che valuta da diffusione delle molecole d'acqua (moto browniano) ed è una sequenza funzionale.
ora mi chiedo, ma mia nonna ha quindi già eseguito una Rm funzionale?
Apprendo in altri siti che la Rm funzionale è eseguita ponendo degli stimoli e poi indagando appunto la diffusione delle molecole d'acqua realtive al compito somministrato, cosa che non è stata fata a mia nonna in tal caso.

Trovo quindi siti che dicono "la DWI è una sequenza di Rm funzionale" e altri che spiegano che la Rm funzionale è tutt'altra cosa.
A chi dovrei dar credito? Spero mi possiate spiegare la differenza o magari confermare che si tratti di sequenza funzionale,

Vi saluto con riguardo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le due tecniche sono completamente diverse, infatti le sequenze in diffusione si effettuano durante una normale RM e rappresentano una parte di questa, sono utili in diverse situazioni dubbie, tra le più utilizzate, per es., la differenziazione di un'ischemia acuta da una cronica e stabilizzata, in tal modo è possibile distinguere un'ischemia recente da una "vecchia". Con questa tecnica è possibile anche differenziare tumori ed altre patologie cerebrali.
La RM funzionale, invece, serve per valutare una singola "funzione", per es. la memoria, la capacità di calcolo, ecc.
Quest'ultima metodica è meno diffusa delle precedenti e non tutti i centri la effettuano.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
456434

dal 2017
Grazie Dottore per la sua chiarezza nello spiegarmi.

Tuttavia leggo in siti come questo: https://www.researchgate.net/publication/305810143_Nuovi_strumenti_tecnici_in_Risonanza_Magnetica_Studi_funzionali_con_MdC_diffusione_perfusione
Riporto citando "Tra le varie tecniche di RM funzionale, la diffusion-weighted imaging (DWI),"
Dove annovera la DWI in funzionale, è dunque sbagliato?

Grazie.

Ps: forse lo fa poiché la funzionale calcola la statistica di protoni, derivanti dal sangue e l'utilizzo di una parte del cervello, similmente alla statistica DWI

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è un problema di terminologia tecnico-scientifica, nella pratica radiologica di tutti i giorni confermo quanto detto nella prima risposta.

Cordialmente le auguro un buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro