Utente 479XXX
Egregi Dottori,
da qualche giorno mi accade un fenomeno molto particolare, mai sperimentato in precedenza (credo che il termine scientifico sia fantosmia): mi sembra di avvertire un forte odore di fumo di sigaretta in tutti i locali della mia abitazione, come se qualche vicino di casa fumasse sul balcone e l’odore entrasse dalle finestre, aperte a causa del caldo. Io non ho mai fumato e in casa nessuno fuma più da molti anni. I miei familiari, che pure sono dotati di un eccellente odorato, non avvertono il minimo odore, di fumo o di altro. All’aperto (per strada, nei negozi, ecc., la sensazione non compare, se non in modo lievissimo e molto occasionalmente). Sono preoccupata, perché ho letto che questi disturbi possono essere sintomi di patologie anche serie. Quali esami diagnostici reputate più utili nel mio caso, oltre naturalmente ad una visita ORL e/o neurologica?
Fornisco alcuni dati che forse potrebbero esservi utili:
• ho 54 anni e sono in menopausa da cinque; soffro di una lieve forma di ipotiroidismo;
• tendo a soffrire di sinusiti nella stagione fredda, ma la patologia non si è mai cronicizzata, e non è comunque particolarmente severa;
• a febbraio mi sono sottoposta a rinolaringotracheoscopia con fibroscopio per un mal di gola che non passava (e che poi è risultato essere dovuto a un lieve reflusso gastroesofageo: curato quest’ultimo, è sparito tutto): il risultato è stato del tutto negativo per patologie del naso o dei seni paranasali;
• mi sembra di avvertire normalmente gli altri odori quotidiani, a parte la netta sensazione che la sensibilità delle due narici sia piuttosto diversa;
• non ho alcun problema neurologico o psichiatrico; ho sofferto in passato di una moderata forma ansiosa, curata con successo e completamente risolta ormai da anni (e comunque non mi aveva mai dato disturbi sensoriali di questo tipo).
Grazie per la vostra consulenza e cordialissimi saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

oltre le visite specialistiche che Lei giustamente ha in programma di effettuare, gli esami diagnostici più appropriati potrebbero essere una RM encefalica ed un EEG, quest'ultimo sarebbe preferibile con registrazione delle 24 ore (Holter EEG).
Questo in generale, poi ovviamente il neurologo, in base ai riscontri della visita, potrebbe decidere anche diversamente.
Non è chiaro se la sensazione che descrive sia episodica o si manifesti continuativamente nell'ambito domestico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 479XXX

Grazie, dottore. Il disturbo è di nuovissima insorgenza, non l'ho mai avuto in precedenza; si manifesta da circa una settimana solo nei locali chiusi di casa mia: se esco sul balcone o sono all'aperto, per strada o in qualche negozio, non lo avverto per nulla. Devo aggiungere che l'odore di fumo è l'odore che mi è particolarmente sgradito su tutti gli altri: per questo penso (e spero) che probabilmente sia solo una manifestazione ansiosa. Comunque mi farò prescrivere gli esami che lei ha citato; La ringrazio ancora per la cortesia.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la visita neurologica e gli esami diagnostici consigliati sono sufficienti per escludere fattori organici, comunque poco probabili comsiderate le modalità d'insorgenza, in casa, e di regressione, in ambienti esterni.
L'origine ansiosa è possibile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro