Utente 473XXX
Buongiorno sono uno studente di medicina frequento il quinto anno, vorrei avere un parere riguardo una situazione più o meno invalidante :
In sostanza nelle prime ore di riposo sia notturne che pomeridiane mi sveglio improvvisamente con panico urlando e con sensazione di terrore senza motivo il tutto dura qualche secondo, il tempo che mi oriento e capisco dove sono e passa tutto, non ho patologie cardiache rilevanti ecocardiogramma ed ecg nella norma, la spirometria è buona I polmoni funzionano bene, sono logilineo, soffro di ernia jatale con reflusso accertati dalla gastroscopia, la scorsa notte mi sono svegliato di colpo con uno spasmo della glottide probabilmente causato dal reflusso, temo un apnea del sonno ma non so fino a che punto la diagnosi sia fondata nel mio caso, in base a ciò che ho raccontato verosimilmente a cosa potrebbe essere attribuita la mia sintomatologia? Ripeto :risveglio improvviso notturno e anche pomeridiano nel giro di un ora o due che mi addormento, sensazione di smarrimento e panico, tachicardia sensa una causa ben precisa. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
visto che sei un futuro collega, ti segnalo una massima da tenere sempre presente in Medicina: pluralitas non est ponenda! Non mettere mai più di una causa insieme. Se ti è stato diagnosticato il reflusso, questo è più che sufficiente a giustificare questi risvegli improvvisi con la sintomatologia da te citata. Il pavor nocturnus è peculiare dell'età pediatrica e talvolta maschera situazioni criptiche di natura epilettica (nel senso che spesso l'EEG è del tutto normale).
Insisti con il gastro-enterologo.
Auguri per i tuoi studi.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 473XXX

La ringrazio di tutto gentile dottore, mi permette una domanda? In che modo un reflusso può provocare questi fenomeni di risveglio notturno in stato di agitazione?

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se il contenuto acido dello stomaco refluisce e imbercia le vie aeree c'è una reazione riflessa di soffocamento che genera a dir poco agitazione.
Si faccia prescrivere una terapia gastro-protettiva ed anti-reflusso.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it