x

x

Reflusso, tachicardia, tremore

Gentili dott.,
ho 31anni e vi scrivo perché non so più a chi chiedere aiuto, sono preoccupata.Sono stata da vari specialisti ma dopo avermi dato un parere e la cura mi lasciano a me stessa e sintomi senza seguirmi. Da ca.2 mesi ho dolore nella parte bassa dello sterno, gonfiore, sensazione di mancanza d aria, costrizione al petto e bruciore, tachicardia, nodo in gola, bruciore o pizzicore al naso come se dovessi starnutire, secchezza nasale, a volte difficoltà a parlare durante le crisi, dolori alla pancia e negli ultimi due gg feci molli. Sono stata da due gastroenterologi che mi hanno diagnosticato con palpazione dell addome e ascoltando i sintomi la MRGE.La prima cura prevedeva perido natural+esoxx one+ranidil e valbiapas la sera per stare calma perché sono un soggetto molto ansioso.Dopo ca.10gg non notavo benefici quindi il 2°specialista mi ha dato lansox30mg+perido natural+gerdoff.Sono al 5°giorno d questa nuova cura ma negli ultimi 2 avverto nausea dopo i pasti, mal d stomaco e di pancia e feci molli, quindi sto assumendo enterogermina da 2mld 2 volte die.Stanotte mi sono svegliata di soprassalto con tachicardia, tremore, salivazione azzerata e sudorazione a mani e piedi.Devo dire che il caldo di questi giorni non mi sta aiutando, inoltre tra una decina di giorni dovrei avere il ciclo e di solito mi sveglio spesso la notte ma non in modo così traumatico!Ho effettuato vari controlli: elettrocardiogramma, spirometria, urinocoltura, radiografia al torace. Tutti erano ok tranne la spirometria che è risultata all 85% per via della mia iperreattività bronchiale e asma potenziale. Lo specialista mi ha dato Revinty ma non lo sto assumendo più dopo averlo fatto x 3gg perché secondo i gastroenterologi peggiora il reflusso. Ora vorrei fare un ecocuore e controllare gli ormoni tiroidei poichè soffro di tiroide di Hashimoto anche se al controllo di febbraio era tutto normale.Inizierò anche la psicoterapia per combattere la mia ansia che di certo amplifica i miei sintomi e mi porta a stare a casa, specialmente quando è buio. I sintomi più fastidiosi sono tachicardia e"blocco" al respiro. Tutti mi dicono che sono dovuti all ansia ma li avverto spesso all improvviso anche se sono impegnata in altre cose quindi ho paura che siano causati da qualcos altro perchè mi capita di sentire qualcosa che mi sale da sotto lo sterno e che si ferma al petto con conseguente tachicardia, iperventilazione, rossore al petto e tremore a mani e gambe.Ho la sensazione che tutto mi stia sfuggendo di mano e non so che altro fare.Vedo sempre più vicina la gastroscopia che sto evitando il più possibile anche avendola già effettuata 6 anni fa quando sentivo sintomi simili ma non così forti ma non c era nulla. Dal breath test uscì intolleranza al lattosio.Temo per il cuore però.La mia pressione è bassa/normale ma penso che un elettrocardiogramma non basti a mettere in luce episodi che al momento possono non essere registrati. Per questo farò un ecocuore.Grazie per l attenzione.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,7k 986 12
Da lontano e senza visita direi:
10% reflusso
90% ansia.

Curi la sua ansia e segua la terapia per il reflusso che le è stata prescritta.
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio