Utente 319XXX
Salve,
Mia madre che ha 68 anni nel mese di giugno ha effettuato per la prima volta il cpk il cui risultato è 534, gli altri esami tra cui emocromo, qpe, ves, pcr, ast, alt, alp, glicemia acido folico, sideremia, sono risultati tutti nella norma. Gli esami le erano stati prescritti dal medico di base perché mia madre a lamentava quotidianamente dolori e pesantezza alle gambe.Non assume statine. Da dire anche che mia madre nei due giorni precedenti il prelievo aveva effettuato due iniezioni di voltaren intramuscolare. Aveva effettuato anche un ecocolorppler al tsa risultata negativa per la presenza di placche e agli arti inferiori il cui esito era assenza di placche e pervieta degli assi esaminati, assenza di trombi e safena indegna, ma difficoltà a livello del micro circolo. A seguito di ciò ha effettuato anche una visita neurologica il cui esito e' negativo, anche se il neurologo ha consigliato di ripetere il cpk a distanza di un mese e mi ha messo in guardia sul fatto che le iniezioni intramuscolari possono determinare un'alterazione dei valori del cpk. Da aggiungere in ultimo che tra fine aprile e inizio maggio mia madre aveva avuto una forte crisi vertiginosa, a seguito della quale era stata visitata prima da un cardiologo di fiducia e su suggerimento dello stesso da un otorino che ha diagnosticato un distacco di otiliti a dx risoltisi con delle manovre eseguite dallo stesso in struttura ospedaliera. Volevo chiedere un parere sia sui valori alti del cpk sia sulla persistenza dei dolori e della pesantezza alle gambe, in quanto mia madre stessa, che già di per se e' una persona ansiosa, si preoccupa per possibili problematiche di carattere neurologico.
Grazie per la cortesia

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

Le confermo quanto detto dal neurologo, cioè che una terapia intramuscolare può causare un aumento della CPK e il consiglio è quello di ripetere l'esame dopo un congruo periodo di riposo e dopo avere ultimato la terapia di cui sopra.
Riguardo il dolore alle gambe, senza una visita diretta non è possibile dare un parere attendibile.
Sono state escluse le cause più frequenti, come l'insufficienza venosa e problematiche alla colonna lombosacrale?

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 319XXX

Gentile dottore,
grazie per la puntuale e cortese risposta.
In effetti da una rm al rachide lombosacrale effettuata il 20 gennaio 2016 risulta " normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione nel tratto in esame. Modica e diffusa protrusione dei dischi intersiamtici L3- L4 eL4- L5 che improntano appena il sacco durale. Lieve protrusione postero mediana del disco intersoamtico L5-S1. Il fisiatra che la visito' le prescrisse un ciclo di FKT e dei cicli di nicetile e di sirdalud. Abbiamo fatto notare allo specialista che i fans specie nel dolore acuto non sempre hanno l'effetto sperato, e di conseguenza talvolta nel dolore lombare e' dovuta ricorrere al cortisone. L'ecocoloroppler agli arti inferiori segnala già da qualche anno "insufficienza venosa cronica classe 1 Ceap per presenza di varici reticolari e teleangectasie" mentre a livello arterioso "pervieta di tutti gli assì esaminati e assenza di lesioni steno ostruttive". A mia madre fu consigliato di assumere 2 cp di daflon da ciclicamente, specie nella stagione estiva. Vorremmo chiederle un consiglio anche su come indirizzarci, anche per ulteriori approfondimenti.
Nel ringraziarla le auguro buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in effetti la Mamma presenta entrambe le condizioni più frequenti di dolorabilità alle gambe, cioè l'insufficienza venosa e i reperti lombosacrali riscontrati. Si dovrebbe fare una diagnosi differenziale tra queste due ipotesi.
Ne parli col medico curante, altrimenti si rivolga ad un flebologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 319XXX

Gentile Dottore,
la ringraziamo. Seguiremo il suo consiglio e se vorrà la terremo aggiornata.
Buona giornata

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Può farmi sapere eventuali sviluppi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 319XXX

Gentile dottore,
grazie per la puntuale e cortese risposta.
In effetti da una rm al rachide lombosacrale effettuata il 20 gennaio 2016 risulta " normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione nel tratto in esame. Modica e diffusa protrusione dei dischi intersiamtici L3- L4 eL4- L5 che improntano appena il sacco durale. Lieve protrusione postero mediana del disco intersoamtico L5-S1. Il fisiatra che la visito' le prescrisse un ciclo di FKT e dei cicli di nicetile e di sirdalud. L'ecocoloroppler agli arti inferiori segnala già da qualche anno "insufficienza venosa cronica classe 1 Ceap per presenza di varici reticolari e teleangectasie" mentre a livello arterioso "pervieta di tutti gli assì esaminati e assenza di lesioni steno ostruttive". Gli fu consigliato di assumere 2 cl di daflon da assumere a cicli specie nella stagione estiva.
Nel ringraziarla le auguro buona giornata

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

già risposto a questo post. Forse è partito inavvertitamente o automaticamente.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 319XXX

Gentile Dottore, mi scuso per l'errore.
Buona giornata anche a lei.