Utente 459XXX
Buongiorno, vorrei sapere se un'integrazione a base di acetilcarnitina, acido alfa lipoico, vitamine b ed omega 3, possa in qualche modo aiutare nella prevenzione di malattie neurodegenerative. Magari le dosi da assumere quotidianamente di queste sostanze e soprattutto se ci sarebbe dell'altro da aggiungere. Attualmente assumo ogni mattina una compresa contenente 500mg di acetilcarnitina, 300 mg di acido alfa lipoico, più vitamine del gruppo b al massimo dosaggio consentito, e la sera 1 grammo di olio di pesce di cui 420 mg epa e 210 mg dha. Inoltre vorrei chiederVi se come compresse per l'integrazione di acetilcarnitina, sono preferibili quelle gastroresistenti, magari sono maggiormente assimilabili. Faccio comunque una vita sana, non fumo non bevo, mangio cibo sano evitando cibi ricchi di zuccheri e
latte. Vi ringrazio, cordiali saluti e buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
di certo quel che lei ha definito "vita sana" è il metodo più efficace per prevenire qualsiasi malattia di tipo degenerativo, incluse quelle che colpiscono il Sistema Nervoso Centrale. Gli integratori e le altre sostanze da lei citate se non esplicano un'azione provatamente preventiva certamente non arrecano danno (assunte ai dosaggi consigliati). Faccia molta vita attiva! E' il metodo preventivo più efficace. Può leggere al riguardo il mio recente blog su come prevenire la demenza.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Buongiorno dottor. Colangelo e grazie per la spiegazione. Avendo mio padre che ha difficoltà nella deambulazione (solo le gambe) a causa di una neuropatia periferica, anche se non credo possa essere ereditario (dato che nella sua famiglia solo lui), mi chiedevo se un integrazione come specificato all'inizio, potesse in qualche modo aiutare anche nella sola prevenzione di neuropatie periferiche... Personalmente ho una leggera scoliosi e cifosi, e avendo comunque già 25 anni, non vorrei che col tempo i miei nervi ne possano risentire, causa compressione. Inoltre vorrei chiederVi se le compresse a base di acetilcarnitina, sono da preferire gastroresistenti, magari sono maggiormente assimilabili. Vi ringrazio, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le preparazioni gastroresistenti dei farmaci sono meglio assimilabili.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it