Utente 695XXX
Vivo all'estero con mia moglie. Vorremmo trasferirci in Italia dove ho una casa. Mia moglie ha l'epilessia ed è sotto trattamento con i seguenti farmaci: Orfiril long, Frisium e Zonegran.
Ho visto che l'Orfiril long non è in commercio in Italia. Come fare?
E come fare per ottenere l'assistenza senza rischiare di rimanere senza farmaci?
Quale documentazione ottenere nel paese di origine da portare ad un neurologo?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente

il principio attivo dell'orfiril è il valproato, farmaco presente da decenni in Italia e molto utilizzato. Oltre i generici, il nome commerciale più comune è "Depakin" e la formula a rilascio modificato, nel Suo attuale Paese "long", per il depakin è "Chrono". Esiste in vari dosaggi.
Per il resto, se non ha la residenza nel comune italiano dove vuole trasferirsi può fare la scelta temporanea del medico recandosi all'ufficio ASL più vicino alla Sua abitazione.
Se ha la residenza invece può fare la scelta permanente del medico di medicina generale.
Dall'estero, al neurologo, meglio se epilettologo, cioè un neurologo perfezionato in epilessie, deve portare la documentazione sanitaria in Suo possesso, cioè esami diagnostici effettuati e le varie ricette del neurologo del Paese di origine che ha seguito la Signora.
Per l'asl forse servono gli attuali documenti di assistenza sanitaria.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro