Utente 325XXX
Gentile Dottore ,
le volevo domandare ;
ogni crisi di epilessia ,è una scossa elettrica , verso l' esterno del cervello
,avviene perchè i neuroni sono troppo eccitati e troppo carichi di elettricità .
Le volevo domandare ;
nella zona del cervello , dove c'è la scossa elettrica , c'è un danno , ai neuroni , ai neurotrasmettitori , alle fibre nervose ,che devono comandare e trasportare , i segnali e le informazioni , esternamente e internamente al cervello ?


La ringrazio molto per il suo aiuto

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

in effetti è provato che alcune forme di epilessia possano causare disturbi della memoria, in particolare nei soggetti affetti da epilessia temporale. Consideri che le scariche epilettiche responsabili delle crisi non sono le sole responsabili di questi deficit ma tra una crisi e l'altra ci possono essere ugualmente scariche neuronali, ovviamente di entità inferiore a quelle che scatenano la crisi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

-abbiamo miliardi di neuroni , nel cervello
- i neuroni sono cellule, che si riproducono poco
- il neurone è una cellula nervosa ,
- i neuroni portano le informazioni al cervello , da ogni punto del nostro corpo
- il cervello ,principale centro nervoso , elabora le informazioni e dopo risponde con una corrente nervosa di neuroni
- il cervello, trasmette gli ordini , ad ogni punto del nostro corpo

Dottore, le volevo domendare ;
- i farmaci antiepilessia ( assumo Depakin 500mg mattina e sera e Tegretol 100 mg mattina e sera ) ed ogni scarica epilettica ,causano un declino cognitivo ?
- il declino cognitivo ,avviene perchè si perdono neuroni ?
La ringrazio molto per il suo aiuto

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

più che di declino cognitivo (raro) possono essere più comuni i disturbi della memoria. Le dico subito però che questi si manifestano in una minoranza di casi.
Le cause possono essere farmacologiche, nel Suo caso maggiormente "incriminato" può essere il depakin, o neuronali, causate da sofferenza neuronale soprattutto durante la crisi ed in misura molto minore tra una crisi e l'altra se ci fossero scariche neuronali subcliniche.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro