Utente 501XXX
Grazie a che mi risponderà
A mia moglie, di 42 anni, è stato effettuato il test al lattato e ammonio a causa dei suoi dolori muscolari. il risultato è il seguente: "Reperto caratterizzato da scarsa produzione di acido lattico e ammonio in verosimile contrazione submassimale".
Cosa significa? E' grave? quali possono essere le cause e i rimedi?
Grazie ancora

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
suppongo che a sua moglie sia stato posto il sospetto di una malattia muscolare di natura metabolica.Il test da sforzo ischemico all’avambraccio, infatti, è eseguito per la valutazione della produzione di acido lattico e ammonio allo scopo di identificare l'esistenza di difetti del metabolismo muscolare. Un reperto del tipo enunciato da lei può esprimere difetti del metabolismo del glicogeno ma contestualmente un deficit di mioadenilato deaminasi. Per avere maggiore chiarezza dovrebbe fornire ulteriori dati anamnestici.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 501XXX

Egr. dott. grazie per la pronta risposta. Mia moglie soffre di dolori muscolari alle gambe anche a riposo. l'esame rientra in un ventaglia di altri esami per la corretta identificazione della causa. Le posto alcuni dati del 19 maggio, calcio 10, vit. d 25 OH 10 ( Il 12 luglio era 46) VES 13, PROTEINA C REATTIVA 0,2, fibrinogeno 355, reuma test 6,0 Ab anti nucleo assenti, Ab anti nucleo estraibili 2,50, paratormone 68,5, canale del calcio Ab N-Type 2,0, PQ type 7
EMG: Reperti elettrofisiologici nella norma
Attualmente in cura cura Lorazepam 2.5 2cp al giorno. Olanzapina 2.5 1 cp. 4 volta a settimana
Operata di artrodesi l4-l5 protesi mobile l5-s1 protesi fissa
Grazie per la risposta

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
E' un caso da valutare con molta attenzione, ma suppongo che si sia affidata ad un gruppo di studio qualificato.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 501XXX

Grazie per la risposta dott. Colangelo.
In realtà dopo aver consultato l'ortopedico che l'ha operata, un vascolare, una reumatologa di fama nazionale, non abbiamo ancora le idee molto chiare. Aspettiamo che rientri la reumatologa dalle ferie per fare il punto della situazione. I risultati postati possono portare a pensare che ci sia una causa fisica, o dipende dal suo stato emotivo? Grazie

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ad essere onesti, è difficile rispondere senza conoscere il soggetto ed il suo reale stato clinico.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it