Utente 428XXX
salve,

ho eseguito una rm con mdc sabato 14 luglio ed ha evidenziato quanto segue:

si evidenzia la comparsa di un'alterazione espansiva a margini regolari a livello occipitale, verosimilmente in sede subaracnoidea, dal diametro di 6 mm, presenta morfologia ovalare bilobata, ipertensività del segnale nelle sequenze T1 dipendenti, che non si abbatte nelle sequenze fat-sat e pertanto non di natura lipidica;dopo somministrazione ev di mdcpermagnetico si rileva una sfumata impregnazione della porzione anteriore a tale area, come per danno di barriera ematoencefalica ove non è possibile escludere che possa trattarsi di limitrofo elise ramo vasale. Le sequenze volumetriche swan mostrano sul versante caudale una riduzione del segnale, come per componente emosiderinica .L'ipotesi, non di univoca interpretazione, è di focale screzio ematico in via di cronicizzazione; necessaria valutazione a distanza.

vorrei un parere su questo referto e se sia pericoloso o meno prendere un aereo prima di ripetere la risonanza.
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
per poter rispondere al suo quesito occorrerebbe conoscere qualcosa della sua anamnesi: perché ha eseguito la Risonanza Magnetica? Che disturbi aveva? Ha riportato per caso qualche trauma cranico? Ha avuto per caso un episodio acuto di cefalea molto forte?
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Ho una SCA 15 ,diagnosticata circa 8 anni fa. Dal 2015 non facevo una risonanza quindi per un controllo ho deciso di eseguirla e il referto ha evidenziato la comparsa di questa alterazione. Non ho subito traumi,nn ho avuto dolori. Il resto è risultato invariato. Volevo un parare su cosa possa essere e se potrebbe essere collegato o meno alla malattia.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il reperto segnalato alla RM non dovrebbe, a mio avviso, essere collegato al suo problema. Come Lei sa, l'atrofia spino-cerebellare coinvolge il cervelletto, particolarmente la porzione vermiana, mentre tronco dell'encefalo ed emisferi cerebrali (incluso pertanto il lobo occipitale ove si localizza la lesione individuata) non ne sono affetti.
Se avessi osservato io questa sua Risonanza, avrei suggerito di supplementarla con le sequenze angio.
Sulla sua richiesta di poter o meno prendere l'aereo, non essendo del tutto chiarita la diagnosi, onestamente non mi pronuncio.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 428XXX

Grazie per la sua risposta.
Cosa avrebbero potuto chiarire queste sequenza angio? Lei ha qualche diagnosi aggiuntiva a quella che mi hanno dato?
Ovviamente non avendo visto le risonanze non può essere completo il quadro. Volevo solo capire se è il caso di far valutare i risultati in qualche altro centro specializzato.
Mi è stato solo consigliato di ripetere la risonanza con mdc tra 2 mesi.
Grazie .

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Avrebbero chiarito se si tratti di una lesione di natura vascolare. E' bene far valutare l'indagine in ambito specialistico.
Cordialità
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it