Utente 260XXX
Scrivo,
Purtroppo nuovamente qui dopo mesi perché il problema che mi affliggeva nello scorso consulto si è affievolito, le fitte ormai si sono diradate e ne ho pochissime, a volte zero per giorni interi, dopo aver fatto la risonanza magnetica del rachide cervicale e aver trovato 2 protrusioni di cui una con un minimo interessamento della sacca durale sono andata da un ortopedico che mi ha consigliato di praticare il nuoto libero e mi ha prescritto neuronorm per un mese 2 volte al giorno!
Sono stata bene per un po’ poi un giorno o iniziato ad avvertire un calore al vertice del capo tipo bruciore, mi sono fatta vedere da un neurologo che mi ha detto che crede siano nervi infiammati ma che per scrupolo avrei dovuto fare una rmn encefalo, la mia dottoressa di casa dubbiosa per la richiesta di rmn mi ha mandato da un altro neurologo che mi ha detto che non trova indicazioni per prescrivermela e che secondo lui il problema è la mia cervicale e di continuare la cura con il neuronorm e di fare sport per scaricare la tensione!
A chi devo dare retta? La risonanza si o no?
Uno è stato troppo zelante o l’altro troppo spiccio!?
È possibile che questo calore bruciore sia un fatto neuro muscolare? A volte sento dei spillini in testa, è sempre un fattore nervoso, per nervoso intendo cin interessamento dei nervi!
In più se mi tocco in testa sento dolore nella parte alta del vertice alcune volte e dopo aver toccato la testa mi brucia, spero di essere stata abbastanza chiara!
si puó trattare di qualcosa all’interno del cranio?
La cervicale ha veramente così tante implicazioni che vanno alla testa?
Vi ringrazio!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita sembrerebbe all’esterno della scatola cranica, infatti la pressione del dito suscita dolore.
Non escluderei possa trattarsi di tensione muscolare che a volte si manifesta sotto forma di bruciore.
L’esito negativo di due visite neurologiche dovrebbe rassicurarLa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 260XXX

La ringrazio per la cortese risposta, anche allo scorso consulto mi fu di grande aiuto, ero dubbiosa in quanto all’origine visto che uno dei due neurologi mi ha prescritto una angio rmn, e quando gli chiesi perché disse che è sempre meglio farla che non farla ma la mia dottoressa di famiglia e l’altro neurologo non sono d’accordo, quindi mi trovo combattuta!
Approfitto della sua gentilezza per chiedere un informazione, una volta al mese prima del ciclo mi viene un mal di testa strano mi fa male il braccio destro l’orecchio e la tempia ma solo se scuoto la testa o se faccio movimenti bruschi, e mi sento la faccia intorpidita ma al tatto la sento benissimo,me lo fa da 4 cicli sempre identico come dolore, che nei giorni successivi rimane latente con un mal di collo e a volte una fitta alla tempia se cammino dopo essere stata sdraiata!
È sempre la maledetta cervicale?
E un altra cosa il medico che mi voleva prescrivere la rmn mi ha chiesto se ho mai avuto una scossa dal collo alla schiena e io ho detto no ma ho spesso scosse che dal collo vanno alla testa e che per 10 secondi mi fanno sentire come bloccata! Non si tratta del segno che non mi ricordo come si chiama tipico della sm o di attacchi epilettici vero? Ho sempre imputato anche qst sintomo alla cervicale!
Grazie e buona domenica!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la componente cervicale può avere un ruolo determinante, in tal senso sarebbe opportuno effettuare un esame alla colonna cervicale, per es. una RM, qualora non l’abbia ancora fatto.
La scossa che descrive non c’entra con il segno di Lhermitte.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 260XXX

Ho effettuato una rm del rachide cervicale a giugno
Esame eseguito utilizzando sequenze T1 e T2
Dioendenti condotte sy piani saggittali e assiali.
Verticalizzazione del rachide cervicale come da contrattura muscolare antalgica con note di discopatia degenerativa per riduzione del tono idrico a livello c4-c5 e c5-c6.
A livello c4-c5 si rileva protusione dell’anello fibroso ed ampia convessività con prevalenza di lato a destra estesa sul versante iuxta-foraminale ove determina una modesta impronta sull’emergenza radicolare della radice omologa.
A livello c5-c6 si rileva protrusione mediana dell’anello fibroso con minima impronta sull’astuccio durale.
Contenuti i limiti anatomici dei rimanenti dischi interosomatici
Regolare ampiezza del canale vertebrale del segnale rm della corda midollare!

Il referto è stato visto da entrambi i neurologi e da hn ortopedico ma nessuno mi ha spiegato il significato in parole povere!
Ne tanto meno se i bruciori le fitte le scosse e i mal di testa laterali sono imputabili a questo referto.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

alla RM cervicale è stato riscontrato uno stato di contrattura muscolare che ha determinato la sua rettileinizzazione, rilevata inoltre la sporgenza di due dischi intervertebrali.
Tali alterazioni potrebbero teoricamente causare la sintomatologia riferita determinando una cefalea tensiva con gli altri sintomi di accompagnamento.
Nessuno degli specialisti consultati ha prescritto una terapia?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 260XXX

Buongiorno,
L’ortopedico mi ha prescritto il neuronorm, dha vitamine ecc che è un integratore, il primo neurologo il normast un altro integratore e il secondo neurologo ha confermato il neuronorm, cura che ho “scelto” perché avevo già iniziato l’assunzione, due capsule al di per 30 gg!

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che non abbia avuto benefici significativi da questa terapia, forse sarebbe opportuno passare ad un farmaco vero e proprio, ovviamente non lo possiamo consigliare a distanza.
Utile potrebbe essere anche una visita fisiatrica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 260XXX

Il problema fondamentale è che la mia dottoressa di famiglia dice che non è possibile che tutti questi dolori siano cervicali e che sono psicosomatici, e che non mi farà più ricette per indagare oltre, per fortuna a fine agosto ho il controllo ortopedico e a settembre il neurologico, quindi ne parlerò con loro, ahimè sono allergica a tantissimi medicinali e al lattosio che ne esclude altri ancora quindi nessuno mi ha dato una cura ma solo questi integratori!
Sono allergica anche al bentalan quindi hanno escluso a priori altri cortisoni, quindi vivo con il dolore costante, alcuni accorgimenti li adotto da sola, tipo borse dell’acqua calda o fredda, collarino morbido e cuscino in memory foam ortopedico!
Se lei oensa che la mia sintomatologia sia relativa alla cervicale e non di pertinenza neurologica e cioè che non devo fare altre rm o tac attenderò i controlli già prenotati sopportando le giornate peggiori con al consapevolezza che non è una patologia grave!
La mia paura era che ci fosse qualcosa sotto ma se i sintomi sono riconducibili alla cervicale come si dice a Roma mi tocca tenermela!

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da questa postazione non è possibile dare certezze, le nostre sono solo ipotesi possibili, pertanto ho scritto che teoricamente l’origine cervicale è probabile in quanto ci sono tre specialisti che sostengono la stessa cosa.
Probabilmente c’è pure una componente psicosomatica che accentua il tutto.
Vediamo cosa Le diranno alle visite di controllo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 260XXX

Il mio più grave errore è che quando mi si chiede se soffro o ho sofferto d’ansia dico si, quindi da li nessuno va più a fondo e ti dicono ok è ansia, ne è la prova che mi stanno curando con integratori della serie prenditi sta pasticca che male non ti fa e almeno la tua testa pensa che ti stai curando, il problema è che io vivo con un dolore spalla collo orecchio tempia destra continuo che mi peggiora se cammino o mastico, sto bene solo quando dormo, ma durante il giorno sono afflitta da fitte pizzichi contrazioni dolorose bruciori in testa, addirittura ieri sera una scossa morsa che da tempia a tempia mi ha coinvolto le sopracciglia come se una mano mi stesse premendo il cranio per 3 secondi, lasciandomi poi dolori al collo e ansia perché per quanto io l’abbia curata non avendo una diagnosi ricascarci è un attimo, vengo sbattuta da medico a medico da mesi, ognuno mi prescrive qualcosa e quando gli chiedo perché mi dice scrupolo, devo poi combattere con il mio medico di famiglia che non trova necessarie altre analisi, quindi vivo da mesi con questi dolori ma nessuno sa dirmi cosa siano! E ovvio che poi si entra in un loop di ansia e sensazioni psicosomatiche perché nessuno sa dirmi nulla, la cervicale ha alcuni sintomi altri no la cefalea muscolo tensiva ha come componente la cefalea che grazie al cielo non ho, cosa devo fare più? Perché così non è vita!

[#11] dopo  
Utente 260XXX

Le scrivo dinuovo per aggiornarla, ieri dopo un brusco cambio di temperatura ho sentito un bruciore intenso che mi ha preso dall’apice del naso alle sopracciglia, e la sera da metà testa al naso un calore atroce, il medico ipotizza una sinusite e mi ha prescritto antibiotico e rx seni para nasali, dicendomi che i bruciori in testa o il calore nn ha valenza neurologica Lei che ne pensa? Grazie mille!

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo con quanto detto dal medico curante, non vedo problematiche neurologiche importanti, segua le indicazioni del medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 260XXX

Come sempre gentilissimo, stamattina ho fatto la rx dei seni paranasali e mi hanno rilasciato il dischetto ma ovviamente interpretararlo per me è impossibile quindi dovrò attendere di vedere la dott in settimana, intanto continuo con il fluimicil antibiotico 2 volte al giorno 2 ml per volta, faccio lavaggi nasali e metto rinosol spray, il problema è che da qnd faccio i lavaggi e rinosol il bruciore sul vertice della testa mi è peggiorato! Mentre spruzzo sento bruciore che dal sopracciglio passa alla tempia e va fino al vertice della testa, il bruciore perdura per diversi minuti anche ore per poi ritornare saltuariamente se adsumo posizioni del capo particolari, quello che volevo gentilmente domandarle è ma è possibile che la sinusite faccia bruciare la testa? Ci sono cavità connesse e magari il catarro ha camminato sino a li? È una sensazione orribile! Grazie e buon weekend!