Utente 505XXX
Buongiorno
Dopo aver avuto negli ultimi anni numerosi episodi di giramenti di testa di pochi secondi, durante i quali mi sentivo svenire (e mai sono svenuto, anzi se parlavo con qualcuno questo nemmeno se ne accorgeva) ho iniziato a fare molta attenzione ai miei sintomi e temo di essere diventato ipocondriaco. Feci una risonanza all encefalo che andava bene. Di recente sono tornato da una neurologa perché negli ultimi anni, comunque dopo che ho iniziato a essere molto pauroso riguardo la mia salute, ho iniziato ad avere degli episodi davvero strani: mentre parlo con qualcuno, capita circa una volta al giorno che ho come un ricordo (inerente a ciò di cui stiamo parlando) di cui sono sicurissimo per circa uno due secondi, che poi via via svanisce e che non riesco a ricordare se era vero o meno. Questo ricordo mi lascia sempre molto ansioso e agitato, con tipo del freddo addosso che si ha quando si ha molta paura.
Avendo visto che poteva essere un dejavu (anche se non sono sicuro) e quindi legato anche a.tumori ed epilessia, sono tornato dalla neurologa che è anche un'amica che mi ha sconsigliato di fare altri esami, perché secondo lei non sono deja vu e non può essere epilessia questo ricordo cosi breve. Lei pensa più a un problema d ansia. Io sarei anche d accordo, ma.mi viene ansia per queste cose e non viceversa!
Secondo voi cosa.potrebbe essere? Cosa.potrei fare?
Grazie e buon Natale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

da quello che descrive sembrerebbe poco probabile la natura epilettica del disturbo riferito, tuttavia, essendo questo solo un consulto a distanza, Le posso consigliare un approfondimento diagnostico tramite EEG.
Inoltre, considerato che il disturbo si verifica mediamente una volta al giorno, sarebbe anche opportuno un EEG registrato per 24 ore mentre Lei svolge regolarmente le Sue attività quotidiane.

Cordiali saluti e Buon Natale
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Buongiorno e grazie per la risposta!
Riguardo il problema di cui sopra, sto aspettando ancora un po'e poi se peggiora farò quello che mi ha detto.

Volevo chiederle un paiodi cose:
Da settimane mi capita la notte di svegliarmi e avere braccia e gamba destra perfettamente sensibili, ma che devo muovere sennò mi sembra di impazzire. Se le muovo sto meglio, ma ovviamente non riesco a dormire. È la sindrome delle gambe senza riposo? Può venire invece che a tutte e due le gambe a una gamba e un braccio?

Poi, sensazioni di pochi secondi, dieci venti circa,.di capogiro forte e improvviso, come se mi sentissi svenire, da cosa possono essere date? Ancora mi continuano...

Grazie mille!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

riguardo le vertigini improvvise e dalla breve durata, tra le ipotesi che possiamo avanzare a distanza, la "Vertigine parossistica posizionale benigna" (VPPB) potrebbe essere una, di solito trattata dall'otorino.

Il problema notturno invece potrebbe anche essere attribuito alla Sindrome delle gambe senza riposo in cui, come dice la definizione, il disturbo è tipicamente localizzato a livello delle gambe ma, anche se raramente, potrebbe interessare anche altre parti del corpo come spalle e braccia.
Ovviamente questa è solo un’ipotesi a distanza, se il disturbo persiste e causa problemi di sonno si rivolga ad un neurologo.
Nel frattempo potrebbe effettuare un dosaggio del ferro nel sangue compresa la ferritina e la percentuale di saturazione della transferrina.
Se fa abuso di caffeina e di alcolici e se fuma sigarette, provi a ridurre o abolire il loro consumo per vedere se ha benefici in tal senso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro