Utente
Salve, sono una ragazza di 24 anni. Scrivo questo consulto poiché sono molto preoccupata per la mia salute e ho il terrore di avere una malattia muscolare degenerativa. Vorrei iniziare a raccontare tutto dal principio per cercare di fornirvi più elementi possibili. Esattamente il 6/01/2019 mi trovavo in montagna con il mio bimbo sulla neve, mentre eravamo sulla pista due ragazzi mi hanno colpita in pieno fermandosi a tutta velocità sulla mia schiena con uno slittino. Il mio capo si flette (credo) in avanti e indietro in modo brusco poiché anche il cappello che portavo ben aderente è volato via. Da quel giorno è iniziato il mio calvario un lungo percorso tra medici e medicine senza alcun risultato apprezzabile. Ho provato di tutto, cervicalgia resistente ad ogni tipo di farmaco, effettuando rx cervicale si evidenziava solo una rettilenizzazione della fisiologica lordosi cervicale. Tutto questo grande problema l’ho successivamente migliorato alla grande con delle sedute da un chiropratico. (Ancora ci vado). Ma arriviamo al punto, arrivati finalmente a qualche settimana di benessere dopo tanti mesi, ecco che dal 30/04/2019 mi compaiono improvvisi dolori articolari dapprima alle mani, e in pochissimi giorni si spargono ovunque ed in maniera simmetrica. Anche qui il medico curante mi prescrive dapprima nimedex bustine senza alcun risultato, successivamente si passa al deltacortene 25mg e purtroppo senza risultati in quanto i dolori permangono. Ho effettuato così tutti i tipi di analisi, emocromo, Pcr, VES, got, gpt reuma test, reazione Waaler Rose, quadro sieroproteico,glicemia,trigliceridi, creatinina, colesterolo tot. tutto negativo. Adesso da una settimana si sono aggiunti altri sintomi, forte debolezza muscolare alle gambe principalmente. È come se avessi corso a lungo o fatto tanta palestra ma purtroppo mi alzo già distrutta senza forze, sembra di aver notato che mi cadono anche più spesso le cose dalle mani e questo mi preoccupa tantissimo perché è comparso tutto così all’improvviso senza cause di fondo. Ne febbre. Proprio ieri ho effettuato una visita con un medico, e dopo avermi toccato punti fibromialgici ha escluso possa essere quella. Mi ha prescritto ulteriori analisi: CPK emocromo LDH mioglobinemia PCR che effettuerò lunedì. Mi scuso per la lunghezza di questo consulto ma sono seriamente preoccupata, non capisco cosa mi sia potuto succedere purtroppo sono ipocondriaca e penso sempre alle malattia più brutte. Vorrei sentire qualche altro parere, nei limiti di un consulto online. Grazie in anticipo per la vostra disponibilità e a chi vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dal Suo racconto l'ipotesi fibromialgica sembra quella più probabile, ovviamente vista da questa postazione e senza la possibilità di visita.
Oggi non è più necessaria, tra i criteri diagnostici, la ricerca dei punti fibromialgici tipici.
La diagnosi si basa essenzialmente sulla sintomatologia del paziente cioè il dolore cronico non giustificato da altre patologie, la marcata stanchezza, disturbi del sonno, deficit di concentrazione, della memoria, ecc,
Detto questo, faccia gli esami prescritti, poi in base all’esito si stabilirá come procedere. In linea di massima una visita reumatologica la considero indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore innanzitutto per avermi risposto. Farò queste analisi, però vorrei chiederle questo tipo di analisi cosa andrebbero ad escludere od eventualmente a capire? Spero vivamente di non essere affetta da qualche tipo di malattia muscolo degenerativa. Questo pensiero mi fa impazzire portandomi ad essere continuamente agitata e angosciata così da non riuscire a chiudere occhio, non faccio altro che alimentare le mie paure leggendo continuamente su internet su ciò che potrei avere. Grazie ancora per le sue delucidazioni.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

gli esami prescritti indagano eventuali alterazioni muscolari.
La pcr, che è un indice infiammatorio, l'ha già fatta ed era negativa.
Al momento non vedo elementi di patologie degenerative.
Non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi, è estremamente negativo, crea solo paure, nella stragrande maggioranza dei casi immotivate.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora dottore. L’aggiornerò sul risultato delle analisi. Spero tanto che non sia fibromialgia, non so come si possa vivere così tutti i giorni.. e non so se riuscirei a rassegnarmi dal momento che fino a due settimane fa stavo bene! A presto dottore.

[#5] dopo  
Utente
Salve dottor Ferraloro. Le scrivo per aggiornarla sul risultato delle analisi, emocromo conferma quello precedente quindi nella norma. Pcr negativa, così come LDH e CPK. Solo il risultato della mioglobina risulta essere un po’ inferiore, il minimo nei valori di riferimento è 10 e a me è uscito 6. Non so cosa e se eventualmente significhi qualcosa. Lei cosa ne pensa? In questi ultimi due giorni sono stata meglio i dolori articolari sono nettamente migliorati sono rimasti alle mani ma non in maniera eccessiva. La debolezza muscolare è anche migliorata ma purtroppo non del tutto, sicuramente ci tengo a dirle che non sto come quando ho scritto il primo consulto. Se può dirmi cosa pensa per quanto riguarda quel risultato la ringrazio in anticipo per la sua profonda disponibilità. Cordiali saluti.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la mioglobina bassa nel sangue non viene considerata patologica.
Mi fa piacere che stia meglio.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Salve dottore Ferraloro. Purtroppo sono qui a scrivere un nuovo consulto poiché non sto ancora bene. Dall’ultima volta che le ho scritto ho anche effettuato nuovi esami. Il dolore alle articolazioni è andato via. Tranne all’attaccatura dell’anca sx che quando sforzo mi fa male tutto il muscolo della coscia, e appunto l’attaccatura dell’anca. La debolezza muscolare va e viene dipende dai giorni. Per questa debolezza e questo dolore alla gamba ho già effettuato RMN lombosacrale e non sono emerse grandi cose. Questo è il referto: Atteggiamento scoliotico sinistro convesso del rachide lombare. Non ernie discali. Canale spinale dì ampiezza regolare. Cono midollare in sede, esente da alterazioni di segnale. Note di spondilosi. Oltre a questo esame ho anche effettuato rx delle anche e del bacino con risultato: slivellamento del bacino. Non si rilevano alterazioni strutturali ossee. Normale ampiezza delle interlinee articolari coxo- femorali. Infine ho effettuato visita neurologica con il risultato di esame obiettivo nella norma, a detta del dottore perfetto . Per approfondire lo stesso il tutto mi ha prescritto tantissime nuove analisi ovvero tutti i tipi di anticorpi che ho effettuato ieri ma per i risultati ci vorrà un po’, e anche l’esame PESS (Potenziali evocati somato-sensoriali) che effettuerò lunedì. Purtroppo è da due giorni che ho senso di intorpidimento sia braccio sx che questa benedetta gamba sx (non ho formicolio e la sensibilità è apposto) , non ce la faccio più a vivere così senza una diagnosi. Vivo di angoscia, e non riesco a vivere più bene neanche le cose belle per il mio stare così. Ho paura della SM, o qualche altra brutta malattia, questo pensiero mi tormenta, tanto che non riuscendo più ad avere pazienza ho prenotato di testa mia per di più a pagamento una RMN encefalo e rachide cervicale. Adesso la domanda che vorrei porle è questa, se lunedì dovesse essere negativo il risultato dell’esame PESS posso tranquillizzarmi riguardo quella malattia tanto temuta? O sarebbe opportuno comunque effettuare RMN encefalo e rachide? Visita che di testa mia, ribadisco ho prenotato privatamente. Il risultato delle analisi purtroppo ce l’avrò a fine mese.

Certa di una sua esauriente risposta, porgo cordiali saluti.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l’esito negativo dei PESS non esclude la sm, è necessario effettuare la RM encefalica e midollare.
Però già la visita neurologica negativa è una buona notizia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Salve dottore Ferraloro. Volevo aggiornarla sul risultato delle analisi, sono tutte negative quindi per quanto riguarda le malattie autoimmuni posso tranquillizzarmi credo. Purtroppo però i formicolii che durano un paio di secondi sparsi per il corpo ci sono, in più ho notato che anche la sensibilità va e viene. Ho sempre più paura della sm. Ad esempio stamattina appena mi sono svegliata mi sono subito accorta che al ginocchio non avevo sensibilità rispetto all’altro appena mi sono toccata, il tutto non è durato nemmeno tre minuti ed è subito rientrato tutto. Secondo lei e le sue conoscenze, potrebbero essere sintomi di sm? Non sto più vivendo, mi sembra un incubo.. e a 24 anni non faccio altro che avere un chiodo fisso su questa brutta malattia in base ai sintomi che ho, mio figlio a 4 anni mi da la forza per non abbattermi ma purtroppo per il carattere che ho non basta e non voglio riversare il mio umore su un bambino che dovrebbe solo vivere felice. Comunque avevo prenotato la risonanza e poi l’ho disdetta per paura, ma ormai sono fermamente convinta di prenotarla di nuovo domani privatamente. Intanto se lei potrebbe consigliarmi e dirmi cosa pensa mi farebbe tanto piacere. Grazie per l’interesse e per le rassicurazioni che quando può infonda a tutti. Le auguro una buona domenica. Ps: Ancora purtroppo non ho il risultato cartaceo dei Pess, ma grazie ad un dottore che conosco e lavora nel reparto accanto si è informato e gli hanno riferito che l’esame è risultato negativo. Appena avrò in ogni caso il risultato cartaceo le darò conferma. La ringrazio nuovamente.

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

un sintomo di brevissima durata non fa pensare malattie demielinizzanti, in questi casi un sintomo tipico di sm è persistente, continuo, parliamo di diversi giorni, in quanto causato da una lesione demielinizzante e questa non è attiva per tre minuti ma per un lungo periodo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Grazie per avermi risposto subito, nonostante oggi sia domenica e potrebbe tranquillamente godersi la sua giornata in pieno relax. Io in ogni caso farò la risonanza per cacciarmi ogni dubbio, ma lei a questo punto cosa potrebbe supporre su cosa potrebbe essere? Oggi ho avuto paura quando mi è successa quella cosa, a volte mi succede anche nelle dita dei piedi, però dura poco e rientra tutto. Grazie per tutto dottore, buon pomeriggio.

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

un disturbo di brevissima durata del tipo che Lei descrive è solitamente di origine ansiosa.
Cosa possa essere non può essere stabilito a distanza ma non penserei patologie importanti.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Salve dottore, sono qui a riscriverle. Purtroppo sono in attesa della risonanza magnetica encefalo e midollo. Ho chiamato una settimana fa per prenotare privatamente dovevo essere ricontattata per l’appuntamento ma non ho ricevuto ancora nessuna chiamata, domani riprovo per avere informazioni. Le volevo dire che continuo ad avere quei formicolii, in particolare poco sopra il ginocchio sinistro ce l’ho leggero ma fisso. In più ormai tutti i giorni nelle seconde dita di entrambi i piedi mi sta capitando di avere come la sensazione di leggero crampo ma senza dolore come una trazione, non so come spiegarle, sembra quasi che va via le sensibilità ma se mi tocco o pungo per fortuna sento, dura un paio di minuti e poi torna apposto. Io non ce la faccio più, non so cosa pensare.. ho davvero paura di avere qualcosa di brutto a livello del sistema nervoso! So che lei non può sapere nulla a distanza, ma anche un semplice parere è di conforto. Grazie come sempre..

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

stia serena e faccia tranquillamente la RM, se vorrà poi potrà farmi sapere l’esito.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno dottore. Oggi ho ritirato l’esito della risonanza e purtroppo non sembra sia uscito nulla di buono, sono molto spaventata ho solo 24 anni e con un carattere molto sensibile, non riesco a reagire. In ogni caso le scrivo tutto il referto così com’è, grazie di tutto! Tecnica: indagine eseguita con tecnica TSE e FLAIR mediante scansioni coronali ed assiali dipendenti dal T1 e dal T2 ed integrato da immagini in diffusione. Referto encefalo: Si documenta la presenza di alcuni, millimetrici focolai di alterato segnale disposti prevalentemente nella sostanza bianca sottocorticale in regione frontale, bilateralmente, reperto compatibile con aree di gliosi parenchimale. Uno dei suddetti focolai è apprezzabile in attiguità al corno frontale di sinistra. Necessaria correlazione clinico-specialistica e rivalutazione RM a distanza di tempo. Minima dilatazione del volume del sistema ventricolare in particolar modo del quarto ventricolo. Regolare la rappresentazione degli spazi sub-aracnoidei della base e della convessità. In asse le strutture della linea mediana. Presenza di cisterna magna. Cisti aracnoidea in sede in corrispondenza della cisterna della vena di Galeno. Conclusioni: Focolai a specifici di gliosi parenchimale, minima dilatazione del sistema ventricolare, cisti aracnoidea, cisterna magna. Cervicale dorsale: Nel contesto del parinchema midollare, a livello C6-C7, si documenta focolaio di alterato segnale caratterizzato da iperintensità nelle sequenze a TR lungo. Normale morfologia dei dischi intersomatici cervico-dorsali. Regolare ampiezza del canale spinale. Conclusioni: focolaio di alterato segnale nel contesto del parenchima midollare. Il reperto RM globalmente considerato appare di non univoca interpretazione diagnostica appare pertanto necessaria correlazione clinico-strumentale ed eventuale valutazione del liquor nel sospetto di una malattia demielinizzante.
Dottore questo è tutto, so che senza visionare le immagini può esprimersi ben poco, però ci tenevo ad aggiornarla su quanto appreso. Non nego che ho molta paura, spero di avere la forza per affrontare quello che verrà. In base al referto se può esprima un suo modesto parere, la ringrazio come sempre per la disponibilità che ha avuto in questi mesi. Buon lavoro.

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

innanzitutto non si abbatta, non ha ancora nessuna diagnosi.
Concordo col radiologo riguardo una visita neurologica ed un approfondimento diagnostico mediante esami specifici che il collega ritengo richiederà.
Al momento Lei è asintomatica?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
Continuo ad avere debolezza e dolori muscolari alle gambe. I formicolii sono andati via, vanno e vengono. E ho fascicolazioni a tutti i muscoli. In particolare ho dolore alla gamba sinistra da un po’ inguine e muscolo della coscia, non so se può essere collegato.

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è detto che i sintomi descritti siano in correlazione con i reperti RM, particolarmente le fascicolazioni e il dolore alla gamba e all’inguine, in quest’ultimo caso è possibile anche un’origine lombosacrale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente
Questa sera dottore ad esempio mi fanno male entrambe le gambe, e anche la parte finale della schiena. Io non so se tutto quello che sto vivendo può essere scaturito dall’incidente che ho subito a gennaio. (Quello che ho descritto nel primo consulto) so solo che non ho più pace da inizio anno praticamente. Grazie al chiropratico sono uscita dalla cervicalgia resistente a tutti i tipi di farmaci, subito dopo è iniziato quest’altro calvario. Il 6 agosto dovrò incontrare una neurologa che vuole visionare personalmente il cd, e farmi effettuare una serie di analisi anche a livello virale se ho capito bene. Le auguro una buona serata.

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo nell’ultima risposta, questa sintomatologia sembrerebbe correlata col problema lombosacrale, a livello di ipotesi però, in tal senso all’origine potrebbe starci il trauma riportato a gennaio.
Se vuole può farmi sapere l’esito della visita neurologica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente
Certo dottore, l’aggiornerò su quanto mi verrà detto martedì 6 dalla neurologa e su quali tipi di esami vorrà indirizzarmi. Grazie per la gentilezza con cui si pone con tutti!

A presto.

[#22] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, le scrivo dopo parecchi giorni poiché quel giorno la neurologa ha deciso di ricoverarmi per effettuare la rachicentesi e il completamento della risonanza con il mezzo di contrasto. Volevo aggiornarla dicendole che per fortuna la risonanza NON ha preso contrasto, e i primi esami del liquido per fortuna sono usciti negativi. Mi hanno dimessa un paio di giorni fa, anche se gli effetti della puntura sul mio fisico sono stati devastanti. Ho avuto mal di testa forte,nonostante sia stata coricata per due ore a pancia in giù e poi in su ma sempre a letto..nausea e forte dolore lombare come fitte, non potevo neanche girarmi a letto. Adesso sono in fase di ripresa, ma ancora mi sento molto debole, (non so se sia divuto al fatto che sono stata molto male dopo la puntura) e il mal di testa oggi sembra sia quasi impercettibile. Spero di riacquistare di nuovo forza e stare bene. Prossima settimana dovrò tornare a ritirare tutti i risultati perché non tutti erano pronti, anche se la neurologa era fiduciosa sul fatto che i i focolai siano post traumatici. Dovrò per sicurezza ripetere tra 6 mesi rmn con contrasto. Il dolore alla gamba continuo ad averlo spero si possa risolvere appena mi riprendo completamente. Grazie per il suo interesse, buona giornata.

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che gli esami effettuati finora siano negativi.
Stia tranquilla e se vuole può farci sapere gli ulteriori risultati.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro