Utente 515XXX
Buonasera,chiedo il Vostro consulto in quanto da settembre ho iniziato ad avvertire dolore e formicolio alla mano sinistra,debolezza di tutto il braccio ed ipersensibilità accompagnato da una stanchezza costante...avendo un amico fisioterapista mi ha consigliato di fare una risonanza alla cervicale e questo è quello che è stato riscontrato:
Ridotta la fisiologica lordosi con tendenza all’inversione della curvatura nel tratto C5-C7 ove si osserva modesto appuntimento degli spigoli somatici. In C4-C5 e C5-C6 si osservano minime protrusioni discali che improntano lievemente gli spazi liquorali. I diametri del canale spinale sono regolari. I forami di coniugazione sono regolarmente pervi. Si osserva focale alterazione di segnale del midollo spinale a livello di C5,iperintensa nelle sequenze a TR lungo e isointensa in T1,di non univoca interpretazione (ectasia della cavità ependimale?,lesione flogistica?). Il reperto necessita di correlazione clinica in ambito specialistico neurologico e di approfondimento diagnostico con esame encefalo e rachide con eventuale MdC e.v. da eseguire su apparecchiatura ad alto campo.
Io sono stata dal neurologo che ha riscontrato la debolezza del braccio sinistro e anche della gamba (sempre sinistra). Da qualche giorno avverto come della scosse nella parte bassa della testa che durano circa una decina di minuti...Il neurologo non ha voluto dirmi molto perché dice che non vuole dire una cosa per un’altra senza aver visto la risonanza di encefalo e colonna totale che farò il 3 gennaio.
Vorrei però capire qualcosa di questa risonanza:è tanto negativa?cosa mi devo aspettare? Il mio medico curante parla di possibile sm,è plausibile?
Ringrazio anticipatamente per la Vostra cortese risposta!

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
Il collega radiologo molto opportunamente ha consigliato un approfondimento con mezzo di contrasto includendo anche l’encefalo e, ovviamente, il Neurologo se non vede le indagini non può pronunciarsi. Il sospetto clinico, relativo al deficit neurologico segnalato, ovviamente è pertinente però non è detto che la diagnosi debba senza scampo essere quella ipotizzata. Comprendo la sua legittima apprensione ma senza il necessario riscontro diagnostico finiremmo solo col fare ipotesi campate in aria.
Cerchi di essere ottimista e, se vuole, mi
Informi dell’esito.
Cordiali auguri
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio per la sua celere risposta Dottore,effettuerò allora la risonanza con contrasto e Le riferirò l’esito.
Grazie ancora per la Sua cordialità.

[#3] dopo  
Utente 515XXX

Buonasera Dottore,le scrivo dopo aver effettuato la rm con mdc ed aver(ovviamente)ritirato l’esito. Lunedì vedrò il neurologo,intanto Le riporto quanto scritto:
In corrispondenza della sostanza bianca dei lobi frontali si riconoscono alcune piccole aree di alterato segnale caratterizzate da una iperintensità nella sequenza T2 dipendente e che sono da riferire a piccole aree di gliosi parenchimale di significato aspecifico. Nella sequenza eseguita con tecnica di diffusione non si apprezzano alterazioni della diffusività molecolare dell’acqua. Non si osservano alterazioni del segnale del parenchima nervoso nella sequenza G.E T2 pesata riconducibili a depositi emosiderinici. Sono regolarmente rappresentati i grossi vasi della base cranica. Non si riconoscono impregnazioni contrastografiche di significato patologico.

A livello della colonna cervicale le tonsille cerebellari presentano una posizione bassa,affiorano a livello del forame occipitale. Le tonsille cerebellari non discendono al di sotto della linea anatomica di riferimento.
In C3-C4,C4-C5,C5-C6 il canale vertebrale appare ristretto per una modesta protrusione posteriore delle fibre dell’anulus. Il midollo cervicale in corrispondenza di C5 dimostra una dilatazione focale del canale ependimale.

A livello della colonna toracica e lombosacrale risulta tutto nella norma!
Io,ovviamente,ho capito nulla di questo esito...i miei sintomi sono sempre gli stessi,non sono peggiorati e non sono migliorati. Cosa dovrei fare? C’è la possibilità che i miei sintomi migliorino?
Grazie!

[#4] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dalla lettura del referto della Risonanza posso innanzitutto tranquillizzarla che il sospetto di SM può essere accantonato. Il Neurologo che vedrà l'esame potrebbe indicarle di eseguire qualche altra indagine funzionale del tipo dei potenziali evocati, per indagare meglio sul reperto a carico del midollo cervicale (stenosi del canale vertebrale e dilatazione del canale ependimale in C5).
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#5] dopo  
Utente 515XXX

Grazie davvero per la risposta Dottore! Mi sento un po’ più tranquilla ora!

[#6] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sono davvero felice di averla tranquillizzata.
Buona giornata
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it