Utente 811XXX
Gentili medici, sono qui a chiedere un consulto per uno strano malessere che mi accompagna da ottobre scorso, piu di un anno circa. Si tratta di sintomi improvvisi che mi fanno sentire stanca, debole, apatica, confusa mentalmente, poi smettono. A volte durano una decina di minuti, altre volte ore. Una sola volta sono quasi svenuta, ho visto tutto nero per per un attimo per poi riprendermi subito, non sono caduta.Ho instabilita' anche nel cammino, ma se mi sdraio passa tutto. Tempo indietro ho avuto anche attacchi di sudorazione, anche di notte , poi spariti. Non so se riesco a spiegarmi bene ma e' come se mi spegnessi all'improvviso.La voce diventa flebile, gli occhi si fanno stanchi. La qualita' della mia vita e' diventata pessima a causa di tutto questo. Nel tempo ho provveduto a fare dei controlli, seguita dal mio medico di base: analisi del sangue generali a posto, ripetute piu' volte. Ho solo un iniziale ipotiroidismo, visibile anche all'ecografia della tiroide(ho iniziato cura con eutirox). Rx torace a posto. Le cause comuni sono state vagliate ed escluse (vedi anemia, pressione bassa, ecc).Ho provveduto a fare anche un elettroencefalogramma , per fortuna, negativo. E' stata quindi avanzata l'ipotesi di una somatizzazione ansiosa ma io stento a crederci in quanto il malessere e' prettamente fisico. Alla luce di tutto questo potrebbe essere qualcosa di neurologico? Ho provato nel tempo anche con diverse curette che non hanno sortito alcun effetto: gutron gocce, magnesio, jaser. Ho la sensazione che i sintomi vadano aggravandosi col tempo. E il mio stato psicologico ne risente, sempre di piu'. In attesa di eventuale riscontro, auguro voi buone feste e buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non possiamo stabilire a distanza la natura dei Suoi disturbi.
Da quanto scrive non si evince che abbia effettuato una visita neurologica, se non l'ha fatta è il caso di effettuarla.
Poi sarà il collega che in base ai riscontri della visita deciderà come procedere (ulteriori esami, consiglio di altra visita specialistica, terapia).
Lei scrive "E' stata quindi avanzata l'ipotesi di una somatizzazione ansiosa ma io stento a crederci in quanto il malessere e' prettamente fisico", senza entrare nel merito del problema che ovviamente a distanza non posso conoscere, in generale Le dico che molteplici manifestazioni fisiche possono avere un'origine psichica, teoricamente qualsiasi sintomo può essere psicosomatico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 811XXX

Gentile Dottor Ferraloro, La ringrazio per la risposta articolata. Ho dimenticato di scrivere che a volte e' come se non riuscissi a camminare. Resto in piedi, ferma e spaesata. E ultimamente, prima dell'inizio dei sintomi, mi sento come gelare internamente a partire dagli avambracci. Non si tratta di brividi di freddo, una sensazione proprio di gelo.All'apice dei sintomi e' come se mi sgonfiassi, tipo un palloncino per poi riprendermi e tornare in forze, lucida. Lei crede sia qualcosa di grave, con i limiti del consulto? Io sono sempre piu' preoccupata. Provvedero' a fare la visita. Grazie ancora per il consulto.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita non è indicativa di particolari malattie neurologiche, l'ipotesi psicosomatica è concreta ma a distanza resta ovviamente un'ipotesi e nulla più.
Le rinnovo l'invito alla visita neurologica, se vorrà potrà farmi sapere l'esito.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 811XXX

Grazie infinite per l'ulteriore ragguaglio Dottore. A presto.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 811XXX

Dottore scusi, un'ultima precisazione: ho omesso, per dimenticanza, che come sintomo che mi preoccupa abbastanza, ho anche un tremore alle palpebre solo quando le tengo chiuse. Il risultato dell'elettroencefalogramma che ho eseguito e' questo: ritmi rapidi di ampiezza ridotta a proiezione biemisferica simmetrica. Artefatti da movimento oculare inemendabili. Non si modifica con iperpnea, SLI e SA. Potrebbe essere connesso al resto della sintomatologia? A presto.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è un tracciato EEG aspecifico e non indica nessuna patologia particolare.
Il tremore alle palpebre, quando chiuse, non ha significato patologico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 811XXX

Grazie Dottore. Ricordo, quando ho eseguito l'eeg, che il tecnico mi ha chiesto di tenermi le palpebre ferme a occhi chiusi con le mani per la buon riuscita dell'esame. Per tener fermi gli occhi. E' una cosa che mi capita spesso. Quando chiudo le palpebre ho tremori, scatti continui ad entrambi gli occhi e non ne comprendo la ragione. Quei ritmi rapidi cosa stanno a significare? Potrei chiedere eventualmente di approfondire con una risonanza? Scusi ma visti i sintomi comincio ad aver paura di avere qualcosa al cervello. Faro' al piu' presto la visita. Grazie ancora. Un saluto cordiale.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente.

come detto precedentemente, l'EEG è aspecifico e non indica nulla in particolare.
Fare una RM? Se ne vedrà l'utilità sarà il neurologo a richiederla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 811XXX

Dottore, scusi, ma aspecifico cosa significa in questo caso? Che puo' significare tutto o nulla oppure che non c'e' da preoccuparsi? Chiedo venia ma sono un po' confusa. Mi avevano detto essere negativo e mi ero, per cosi' dire, tranquillizzata un pochino. Per questo si era anche iniziato a parlare di possibili somatizzazioni, andando anche per esclusione. Comunque spero sia presto tutto piu' chiaro. Un caro saluto.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi, Le ho già detto che il tracciato EEG non indica nessuna patologia particolare e che si può considerare negativo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 811XXX

Grazie per avermi delucidata. Entrando nel merito delle somatizzazioni, l'ultimo psichiatra consultato (su consiglio del medico di base) mi ha prima richiesto l'eeg per poi parlarmi appunto di fenomeni su base ansioso/depressiva, stressogeni. Anni addietro ho fatto ricorso a terapie farmacologiche (antidepressivi, antipsicotici) e seguito un percorso psicologico impegnativo ( anche con tecnica EMDR). Credevo di essere guarita. Viceversa non so se posso essere vittima di una ricaduta manifestatasi in questo modo. Nutro, tuttavia, dei dubbi. Grazie ancora per l'ascolto.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l’ipotesi psicosomatica è concreta, veda cosa Le dirà il neurologo.
Stia tranquilla e trascorra un sereno fine anno.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 811XXX

Dottore non e' stato facile con questa preoccupazione. Sto aspettando per fare la visita sia neurologica sia dall'otorino; visto che credo di avere anche vertigini. In piedi e seduta. Se mi sdraio a letto passa tutto. Il mio medico di base mi fece fare delle prove, mi ha controllato anche le orecchie e non perdo l'equilibrio. Pero' non sono sicura. Le volevo chiedere, mentre attendo, quel tremore di entrambe le palpebre che ho descritto a occhi chiusi potrebbe mica essere una forma di nistagmo? A me non sembra si muovano gli occhi internamente, e' piu' uno sbattere continuo delle palpebre. Non so pero' perche' mi capita solo ad occhi chiusi. Oppure potrebbe derivare dallo stress? E se derivava da un ipotetico problema al cervello, l'eeg l'avrebbe rilevato?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il "tremore delle palpebre" non ha nulla a che vedere con il nistagmo e con molta probabilità ha origine da stress e ansia.
Non viene rilevato dall'eeg se non sotto forma di contrazioni muscolari che alla fine danneggiano la qualità del tracciato ma non è questo il Suo caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 811XXX

Grazie per la risposta. Nel frattempo Dottore, su consiglio del mio medico di base, ho ripreso terapia con antidepressivo. Ripeto di non essere nuova a somatizzazioni varie e negli anni ma stavolta sono scettica per questa sorta di "attacchi" mai provati prima. Ho chiesto anche, a chi era con me, di provare a descrivere i miei atteggiamenti visibili da fuori. Ebbene, la risposta e' stata che e' come se mi spegnessi all'improvviso. Si percepisce proprio la voce e gli occhi come fossero stanchi. Poi mi riprendo ed e' come se nulla fosse successo. Sono sensazioni davvero brutte Dottore. Il corpo lo sento leggero, alla nuca avverto senso di vuoto e di gelo, a volte una sorta di compressione a entrambi i lati sopra le orecchie. La paura era che si trattasse di assenze e l'eeg e' stato eseguito anche per questo. Vivo ormai in balia di questi sintomi e ho il terrore ogni volta che si presentano. Non so se si puo' somatizzare in questo modo, e' tutto molto strano. Avevo dimenticato di scriverLe che, per cio' che concerne le ricerche sul sangue, e' stato controllato anche il cpk e l'ldh. Negativi, per fortuna.

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia come consigliato dal medico curante, poi se il problema dovesse persistere, effettui una visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 811XXX

Anche Lei mi aveva scritto che l'ipotesi psicosomatica e' possibile. Lui mi ha consigliato anche di ricominciare a vedere uno psicologo ma io, non essendo convinta della diagnosi, preferisco attendere. Negli anni, le e' mai capitato di assistere a questo tipo di somatizzazioni? E' inusuale. Perdoni la domanda ma sono piuttosto spaventata. Consideri che e' piu' di un anno che vado avanti con questo problema che e' andato via via aumentando di intensita'. All'inizio di tutto ricordo che avvertii come una sensazione di pressione bassa e tremore interno. Andai alla ricerca di acqua e zucchero d'istinto, sperando che l'indomani passasse tutto. E invece poi e' arrivato il quasi svenimento di cui Le ho gia' scritto. E tutto il resto. Penso a qualche brutto male al cervello Dottore. Non lo so pero' perche' poi se mi sdraio passa tutto. Ultimamente infatti passo parecchio tempo tra letto e divano. E la mia vita si e' fermata. Non riesco a fare granche' a causa di questi sintomi. Grazie ancora per l'ascolto.

[#19] dopo  
Utente 811XXX

Dottore, ho avuto modo di notare che quando mi sento meglio e passano queste "crisi" , le palpebre a occhi chiusi non tremano e non si contraggono piu'. Tornano ferme e tranquille. Secondo Lei cosa puo' significare?

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sembrerebbe un fattore ansioso ma ovviamente è solo un'impressione a distanza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 811XXX

Grazie Dottore per la risposta. Spero che quando l'antidepressivo comincera' a esplicare il suo effetto passi tutto. In ogni caso La terro' informata sul proseguio delle visite. Grazie ancora per la Sua gentilezza.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro