Utente 405XXX
Salve a tutti.

Anni fa ho fatto un EEG per via di un mal di testa concentrato sempre negli stessi punti (alla fine, apparentemente e fortunatamente, solo stress).
Ho fatto anche una risonanza magnetica dalla quale è risultato tutto negativo.

Riporto di seguito l'analisi dell'EEG:

Attività di fondo: polimorfa, voltaggio medio, irregolare
Ritmo alfa: irregolare
Ritmo theta: tracce anteriori, tracce temporali, tracce temporo-posteriori
Reperti a riposo - Onde lente: anteriori, temporali, centro-posteriori
Reperti all'iperpnea e S.L.I.: Onde lente sparse
Alterazioni epilettiche generalizzate: scariche polimorfe

Sintesi dell'EEG: Sofferenza organica

Da questo eeg a oggi ho fatto due visite neurologiche, la prima legata a questo eeg in cui mi dissero che era tutto ok, che avrei potuto prendere delle medicine di cui non ricordo i nomi ma che non trattandosi di niente di grave, non era necessario e non le ho prese, e un'altra legata a un dolore a una gamba che a volte non mi permette di camminare bene tanto è forte (il fisioterapista mi indicò il neurologo che a sua volta mi riportò da un osteopata e alla fine il problema, a quanto pare, era il muscolo piriforme.)

Da qualche anno, ormai, ho anche uno stimolo a urinare quasi continuo, che mi fa dormire malissimo e che crea altri disagi, ma spesso è uno stimolo "finto" (poi, di fatto, non urino). A seguito di una serie di esami mirati e fortunatamente negativi, mi è stato detto che può essere solo stress, anche se la cosa va avanti da molto tempo e anche in periodi di totale relax.

Vi chiedo se il tutto può essere legato a quanto risulta da quell'eeg (fatto anni fa e quasi dimenticato) e se è il caso di fare un nuovo consulto neurologico, ma soprattutto vorrei sapere cosa si intende per sofferenza organica e cosa comporta/potrebbe comportare e in generale una spiegazione dell'eeg (ritmo irregolare e scariche polimorfe legato ad alterazioni epilettiche mi preoccupa un po', sono tendenzialmente un po' ansiosa, ma so che non è nulla di grave e che sono cose frequenti che risultano a molte persone, così mi è stato detto, però vorrei avere qualche spiegazione e dettaglio in più).

Grazie mille anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
nel suo resoconto anamnestico sono elencati tre elementi del tutto slegati fra loro: il reperto dell'EEG, il dolore sciatalgico e la pollachiuria. Il mio suggerimento è di eseguire un nuovo esame EEG e nel caso venisse ancora evidenziato il medesimo reperto, di procedere con una Risonanza Magnetica dell'encefalo. Per la sciatalgia è opportuno indagare (anche con esame RM) la colonna lombo-sacrale. Per la pollachiuria può rivolgersi al suo Medico Curante che le indicherà quali esami eseguire per accertarne la natura.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Gentile dottore,

grazie mille per la sua risposta.

Ho già fatto una risonanza magnetica all'encefalo ma non è risultato nulla

e ne feci un'altra alla colonna (ho un'ernia lombo-sacrale e una protrusione cervicale ma entrambe fortunatamente non mi causano grossi disagi).

Ho già effettuato anche una visita uroginecologica e un test urodinamico e apparentemente è tutto regolare.

Eseguirò sicuramente un nuovo EEG. Mi chiedo, nel frattempo, cosa si intende per "sofferenza organica"?
Quell'esame risale a diversi anni fa e non ho sintomi particolarmente preoccupanti, per questo non l'avevo mai ripetuto.

Grazie mille anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Esistono delle onde elettroencefalografiche che possono in maniera indiretta indicare la presenza di un danno organico, ossia non funzionale, del cervello, ma che vanno indagate attraverso esami più risolutivi quali la TAC o la Risonanza
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 405XXX

Grazie mille ancora.

Le riporto di seguito il referto della risonanza magnetica, sul quale spero possa darmi un consulto.

Tecnica: Indagine eseguita con apparecchiatura dotata di magnete e campo aperto dell'intensità di campo 0,3 tesla utilizzando sequenze SE T1 prima e dopo somministrazione di mdc ev, FSE T2*, GE T2 e FLAIR, sui piani assiale traverso, coronale e sagittale.

Referto: Regolare ampiezza delle cisterne basali, delle scissure silviane e dei solchi subaracnoidei circonvoluzionali. Sistema vntricolare in asse, nei limiti morfovolumetrici. Assenza di aree di alterato segnale a livello cerebellare, del tronco e di entrambi gli emisferi cerebrali. Corpo calloso e ghiandola ipofisaria come di norma.

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il reperto negativo della Risonanza deve tranquillizzarla perché non c'è alcuna condizione che possa connettersi al reperto elettroencefalografico di sofferenza organica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 405XXX

Anche se la risonanza è stata fatta a basso campo (0,3)?

Grazie mille ancora!

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Certo, sia più che tranquilla. Comunque nel caso vi fosse stato qualcosa sarebbe stato evidenziato.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 405XXX

Grazie mille di nuovo!

[#9] dopo  
Utente 405XXX

Gent.le dottore, le scrivo di nuovo perché mi è stato detto di ripetere gli esami.

Qui l'esito del nuovo elettroencefalogramma (i due precedenti erano di parecchi anni fa):

"Tipo di test: EEG In veglia
Notizie cliniche: controllo

Tracciato caratterizzato da alfa a morfologia irregolare e puntuta, modestamente modulato, di medio voltaggio, distribuito prevalentemente sulle derivazioni posteriori, frammisto a poco frequenti punte lente isolate o in brevi boufées bascullanti su due emisferi ma nettamente prevalenti a sin.

Presente la reazione di arresto all'apertura degli occhi.

L'iperpnea volontaria lenta determina lievissimo incremento delle anomalie lente puntute.

Conclusioni
Tracciato lievemente alterato, poco frequenti punte lente isolate o in brevi bouffées bascullanti sui due emisferi ma nettamente prevalenti a sin."

Avevo comunicato al dottore che ha eseguito l'EEG che all'età di 4 mesi, per un febbre altissima a 42, la parte destra del corpo non reagiva più, ai tempi feci fisioterapie e cure varie e si è risolto tutto in un brevissimo lasso di tempo, non ho mai avuto problemi di nessun tipo, crisi o simili. Il dottore crede che il tracciato alterato sia una sorta di "cicatrice" di quanto mi accadde da piccola.

Di seguito, invece, l'esito della risonanza ad alto campo senza mezzo di contrasto:

"Tecnica
Esame eseguito con tecnica FLAIR, SE, GE e DWI, nelle proiezioni assiale, coronale e sagittale.

Referto

Regolare configurazione delle cisterne basali e degli spazi subaracnoidei circonvoluzionali.

Sistema ventricolare sotto e sovra tentoriale nei limiti morfovolumetrici, in asse.

Assenza di alterazioni di segnale a carico del parenchima cerebrale in sede sotto- e sovratentoriale.

Corpo calloso e ghiandola ipofisaria nella norma.
Lieve ptosi della tonsilla cerebellare di destra.
Strutture della linea mediana in asse.

Quale reperto accessorio si segnala, lungo Ia parete postero superiore della volta del rinofaringe, ipertrofia di tessuto linfatico."

Grazie ancora