Utente 447XXX
Buongiorno, sono una donna di 39 anni ancora obesa anche se a dieta. Ho fatto nella mia vita diversi esami per ipocondria e non. Avevo scritto qui che avevo fatto visite neurologiche ed EMG per paura della sla quanto avevo fascicolazioni. Poi passate. Poi mi era venuto un dolore fortissimo al piede destro con l'alluce che non si alzava più e dall'emg era risultata sofferenza neurogeba recente senza denervazione e RMN con ernia e protusione. Con il Lyrica era passato e l'alluce si è rialzato anche se quella gamba è rimasta soggetta a crampi e meno mobile. Ho sollevamento emidiaframma destro che risulta anche da RX precedenti anche se nessuno l"aveva mai segnalato ma si vede dalle immagini. Da tre giorni ogni volta che mi giro nel letto di notte le mie gambe si stirano da sole come quando ci si stiracchia la mattina e su internet ho trovato solo due casi che riportano questo stiracchiarsi notturno delle gambe (solo notturno quasi continuo) ed entrambi hanno la sla. È associabile? Vuol dire che si sta manifestando? Potassio, magnesio, calcio, tiroide e altro tutto ok. Cpk fatto un anno fa ok. Cuore ok. Ho solo un crampo nella coscia dietro in quella gamba con radicolpatia. Devo rifare EMG? Devo andare per questo dal neurologo? Mi ero rilassata...cavolo. grazie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

non vedo legami tra la sintomatologia che riferisce e la sla, mi sentirei quindi di tranquillizzarLa.
Si dovrebbero visionare anche le immagini della RM lombosacrale per dare un parere attendibile.
Le consiglio, qualora il problema dovesse persistere, di rivolgersi ad un neurologo, ma serenamente e senza preoccupazioni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 447XXX

Grazie dottore. Non ho modo di inviarLe le immagini ma se vuole posso ripirtarLe il referto.
"Si osserva accentuazione della fisiologica curvatura lombare. Sì apprezza anterolistesi di I grado di L5 su S1 per spondilolisi bilaterale, lo scivolamento anteriore di L5 su S1 determina pseudoprotusione di tessuto fiscale posteriormente con deformazione del profilo ventrale del sacco durale. Sono riconoscibili marcati segni di degenerazione disco-artrosica e di spondilo-artrosi con associate manifestazioni degenerative osteocondrotiche delle limitanti somatiche osee in L5-S1. In L4-L5 il disco è disidratato , sì apprezza piccola ernia discale sottolegamentosa in sede posteriore mediana.". Il resto è nella norma.
Onestamente ho imparato a convivere con la gamba con la radicolpatia (la destra) perché passato il dolore lancinante le parastesie e se piego in giù il piede il crampo esterno alla caviglia li controllo.
Quello che ho trovato online (ahimè sono stupida lo so) è che due utenti con sla avevano all'inizio questa cosa che si giravano nel letto e le gambe si stiravano da sole come se i muscoli dovessero allungarsi. So che internet fa male agli ipocondriaci però non mi era mai successo e ho pensato di esserci.

[#3] dopo  
Utente 447XXX

Ah questo dolore era comparso nel 2016. Ultima EMG fatta nel 2016 dopo che il dolore era passato e la rigidità rimasta. Da cui era evidente sofferenza di tipo neurogena recente gamba destra senza denervazione.

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sia l’esito della RM lombosacrale che dell'emg possono giustificare la sintomatologia riferita, ovviamente in linea teorica.
Vedere le immagini dell’esame e visitarLa è tutta un’altra cosa.
Le rinnovo il consiglio che Le ho dato nella prima risposta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 447XXX

Grazie. Lei è davvero molto gentile. Mi scusi se insisto ma ipocondria e sintomi me lo impongono... . Mi ha detto che lo stiramento notturno delle gambe non lo vede associabile alla sla. Giusto? Perché altrimenti io prenoto subito per come sono fatta.
In pratica lei mi ha consigliato nel caso persista questa sensazione di stiramento delle gambe (che ho da tre giorni) di andare dal neurologo ma per un controllo non per la sla, giusto? Scusi.
Fin'ora in questi anni me l'hanno sempre esclusa. Questo sintomo invece potrebbe essere più specifico? Scusi per lo stress.

[#6] dopo  
Utente 447XXX

Anche un'ultima domanda. Era meglio se la sofferenza neurogena fosse stata cronica e non recente o il fatto che fosse recente vuol solo dire che è sorta magari con il dolore quindi da poco?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la visita neurologica l’ho consigliata, qualora il problema dovesse persistere, non certamente per la SLA ma per una valutazione globale delle Sue problematiche.
"Sofferenza neurogena recente" significa che è insorta da poco, non ha nessun connotato negativo.
Stia serena.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 447XXX

Grazie. Le auguro una serena giornata dottore!

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Serena giornata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 447XXX

Dott. ferraloro visto che si è dimostrato molto gentile (fin troppo), mi azzardo a chiederLe un'ultima cosa. In neurologia non vale la regola dei 3 indizi fanno una prova... ovvero...radicolpatia, sollevamento emidiaframma (pare almeno dal 2012 o 2014 secondo la pneumologa può essere una condizione sempre esistente però chissà), talvolta fascicolazioni ma in 6 anni hanno avuto periodi di assenza di mesi, tre cadute in sei anni dovute a storte caviglia (l'emg con radicolpatia fatta dopo 4 mesi dalla seconda) non portano per forza alla Sla? Glielo chiedo perché al momento ho deciso di rimandare la visita neurologica perché non ho deficit di forza in nessun distretto e anche l'alluce che non si sollevava dopo la radicolpatia si risolleva facendo solo bloccare il polpaccio in estensione (da tre anni ormai) grazie a Dio senza evoluzione bel senso che cammino sulle punte e sui talloni però mi è rimasto come dire questo deficit dopo che è passato il dolore intenso. Il medico che mi ha fatto EMG (Enrico Cavallo) sembrava molto sicuro nel 2016 ad escludermj la patologia e siccome era la 4-5 EMG non ne vorrei più fare. Di notte mi capita ancora di stendere le gambe come per stiracchiarle però sto cercando di non dargli peso perché vengo da un passato con diversi fenomeni di parasonnie (tremori testa, corpo, paralisi notturna ecc). Tutte le visite neurologiche prima dell'emg e una dopo non hanno riscontrato nulla se non appunto mancata flessione alluce temporanea poi recuperata nel luglio 2016. Lecl chiedo questo perché su internet anche il sollevamento dell'emidiaframma lo danno come sintomo di sla. Che ansia. vado già dallo psicologo. Grazie e mi scusi.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

considerato il decorso che descrive, il tempo trascorso, l’esito negativo delle visite neurologiche e dell’emg relativamente ad una malattia del motoneurone, non vedo motivi di preoccupazione, si tranquillizzi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 447XXX

Grazie dottore.

[#13] dopo  
Utente 447XXX

Mi scusi...reduce da un'altra nottataccia e con dolori forti ai muscoli delle gambe le volevo chiedere se il fatto che sono sempre stata ipersupersedentaria e da circa un mese mi obbligo a fare le scale (4 piani) e camminate con il mio cane può essere la causa di questi dolori muscolari e della sensazione di dovermi svegliare più volte, girarmi e stiracchisre le gambe?
Inoltre...ieri mi si è cancellata l'ultima domanda... è vero, come dice Internet, che l'emidiaframma sollevato è sintomo di quella malattia? Grazie.

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci stare internet a scopo di autodiagnosi, crea solo disagi mentali. Cosa c’entra l'emidiaframma???
Ovviamente praticare attività fisica in un soggetto non abituato può causare la sintomatologia riferita.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 447XXX

Ok chiudo internet. Per l'emidiaframma sollevato da ex torace perché sempre su questo stramaledetto internet c: è scritto causa (tra altre) malattia motoneurone che i debolisce e paralizza i muscoli della respirazione.
Dottore la saluto...e nonostante i dolori...continuo con le camminate così mi abituo e di notte piano piano mi passerà.
Non volevo farla alterare. Anzi.
Non la disturbo più e mi rivolgo alla mia psicologa.
Un affettuoso saluto.

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non mi sono assolutamente alterato, perché poi? Se Le ho dato questa impressione mi scuso, non era certamente questa l’intenzione della risposta.
Ho voluto solo scrivere in maniera chiara e senza giri di parole i rischi in cui si può incorrere alla ricerca di autodiagnosi, i risultati sono frequentemente destabilizzanti, piove sul bagnato. Non solo, infatti, una persona è preoccupata, giustamente, quando qualcosa della salute non va ma il tutto viene accentuato da ciò che trova in Rete. Il mezzo informatico non ha senso critico e criteri diagnostici differenziali per cui un sintomo è "ingessato" per ogni condizione. Tuttavia lo stesso sintomo ha una molteplicità di sfaccettature e di condizionamenti vari che può assumere significati diversissimi che internet logicamente non può cogliere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 447XXX

No, avevo preso come un'alterazione i punti interrogativi molteplici. Ma avrebbe anche avuto ragione.
Inoltre trovo che Internet sia molto deleterio per chi come me aggiunge sintomi all'ipocondria. Poi escono sempre fascicolazioni proprio dove temo problemi (in passato alle mani dove avevo fascicolazioni mi sembrava di avere perdita di forza adesso le gambe con dolori e indovini? Fascicolazioni.)
Noi ipocondriaci poi ascoltiamo i medici ma il giorno dopo sentiamo altro ed entriamo in crisi.
Ad esempio io ho trovato una pneumologa gentilissima che mi ha spiegato dell'emidiaframma sollevato e adesso chiedo a Lei.
La ringrazio ancora moltissimo.

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, Signora.

Per eventuali dubbi restiamo in ascolto.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 447XXX

Buona Domenica innanzitutto. Volevo chiederLe se è preoccupante uno scriccolio che avverto alla caviglia sx da circa un mese e che a volte mi fa camminare un po' diversa volontariamente per non sentirlo. Poi da ieri sera per due volte (una ieri ed una oggi per una mezz'oretta) ho sentito la gola molto secca, come se fosse chiusa dalla secchezza. Mangio, bevo e parlo normalmente.
Grazie.

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

gli scricchiolii alla caviglia non sono di origine neurologica, al massimo ortopedica ma potrebbero anche essere non patologici.
Riguardo la secchezza della gola, nessun problema.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 447XXX

Grazie. Buona serata!

[#22] dopo  
Utente 447XXX

Buonasera dottore. Ieri sera ho parlato a lungo con mio marito di questa cosa, di come mi fa stare e devo riprendere le visite psicologiche. Continuo a fissarmi sul discorso dell'emidiaframma sollevato e il fatto che a Luglio dovrò fare spirometria globale con volume residuo mi mette ansia perché so che con l'emidiaframma sollevato mi potrebbero diagnosticare patologia restrittiva e penserei di nuovo a quello perché si aggiungerebbe.
Lei ha mai avuto un paziente con tutti questi sintomi associati che poi non avesse una patologia neuromuscolare?
Se vuole a questo post non mi risponda...era più uno sfogo.
Ogni giorno ne tiro fuori una...diciamo che se gli RX degli ultimi anni fatti per dispnea asma non avessero evidenziato nulla (correlabile) sarebbe stato meglio.
Mi scusi ancora.

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
"Lei ha mai avuto un paziente con tutti questi sintomi associati che poi non avesse una patologia neuromuscolare?"
Tutti i giorni!
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 447XXX

Ecco... Mi zittisco. Grazie. Buona serata. Sempre molto gentile e disponibile e competente.

[#25] dopo  
Utente 447XXX

Buongiornoooo dottore. Eccomi qui. Allora, la pneumologa esclude quella malattia anche lei in quanto mi ha detto che normalmente tutto il diaframma è sollevato e non solo metà (concorda?).
Di notte ieri ho stirato solo due volte le gambe, stanotte parecchie anche perché continuo a sognare di essere malata.
Volevo chiederLe una cosa...fin'ora ho sempre avuto fascicolazioni intermittenti ovunque e di breve durata tranne quando avevo il dolore da radicolpatia ed il gluteo fascicolava forte in continuazione. Ho notato però che nel polpaccio sx esterno c'è un punto piccolo che fascicola in continuazione oggi e non so quanto. A tratti lo sento a tratti no però se lo guardo di muove. Cosa vuol dire? Che sto peggiorando?
Grazie.

[#26]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

no, non è un segno prognostico di peggioramento, può anche non avere significato clinico ma se dovesse persistere Le rinnovo l’invito alla visita neurologica, come detto precedentemente, non per la sla ma per una valutazione diretta della "sofferenza neurogena" riscontrata all’EMG.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 447XXX

Bene! Grazie dottore.

[#28] dopo  
Utente 447XXX

Io sono allergica ai fans, quindi per un mal di testa ho preso il Tachidol e simultaneamente mi è passata quasi del tutto la fascicolazione. Il Tachidol è vero che ho notato che ha un effetto come dire rilassante per la codeina però il fatto che sia andata via o quasi è un buon segno?

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

certo che è un buon segno ma, a prescindere da questo, Lei non ha la malattia che teme.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 447XXX

Grazie della gentilezza dottore.

[#31] dopo  
Utente 447XXX

Buongiorno dottore. In questi giorni ho sempre vampate di calore notturne e ieri anche diurne però considerando ormoni impazziti (ho fatto da poco un'inseminazione andata male) e ipocondria quelle non le conto. Dolori diurni non ne ho più però continuo a svegliarmi, cambiare posizione, stirare le gambe e riaddormentarmi piangendo perché mi succede e penso alla sla.
Una volta una neurologa mi ha detto che io meno medici vedo e meglio sto. Continuò a vedere questa cosa dello svegliarsi per stirare le gambe come un sintomo inequivocabile della sla perché mi aveva del tutto involontario essendo notturno. Poi perché l'ho letto solo in quei due casi online che mi si sono stampati nella testa.
Quest'estate mi tremava forte la testa in fase di addormentamento sia diurno che notturno e di giorno mi sentivo stordita e tremavo. Poi sono andata al ps delle Molinette di Torino, mi hanno fatto col e tac testa ok e mi è passato.
Adesso mi è entrato in testa che se le mie gambe sentono il bisogno di muoversi e stirarsi di notte al punto di svegliarmi, il Cpk di sarà alzato tantissimo e mi viene l'ansia.
Può essere una cosa anche questa che andrà via da sola?
Le fascicolazioni sono più sporadiche. Il terrore viene proprio solo da questo stiracchiamento...ho paura che i miei muscoli stiamo soffrendo così tanto da svegliarmi perché si stanno esaurendo per la malattia.
Grazie.

[#32] dopo  
Utente 447XXX

Non col ma cpk al ps ed era ok (verso luglio 63).

[#33]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la Sua è solo una paura ossessiva, non esiste nessuno "stiramento" di gambe che sia una spia di sla.
Sta affrontando il disturbo d’ansia? Lo sta curando?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 447XXX

Andavo dalla psicoanalista da agosto ad aprile e stavo bene. poi ho interrotto causa inseminazione e devo ancora riprendere. In quel periodo non ascoltavo il mio corpo.

[#35] dopo  
Utente 447XXX

In più assumo Xanax mattino e sera che però non mi fa niente.

[#36]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

appena può riprenda la psicoterapia considerato che in passato Le ha dato buoni risultati. Lo Xanax se lo assume da tanto tempo è normale che abbia perso la sua efficacia, sarebbe opportuno sospenderlo riducendo gradualmente la dose, di questo però ne deve parlare col medico curante o meglio con lo specialista.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente 447XXX

Va bene. L'ho già sospeso altre volte. Spero che gradualmente questa sintomatologia regredisca così come è arrivata. Il fatto che Lei non la consideri specifica di quella mi aiuta momentaneamente. Ricontatto la psicologa.