Utente
Grazie, sono Mario, 50 anni, iperteso in cura con lobivon (mattino) e cotareg 160 (sera). Scusatemi per il papiro.. . . . Quattro anni fa sono caduto da un altezza di 6 metri, all’indietro, riportando varie fratture e rimediando un colpo alla testa. Gli esami parlavano di sanguinamento cerebrale (emorragia ventricolare sx a livello del corno occipitale e cella media) . . . Si formo’ a causa della lentezza degli esami (5 gg) perche’ secondo l’ospedale erano piu’ importanti le fratture, un ematoma di 5 cm di diametro, nel tempo riassorbito.. . . sono tornato al lavoro, dopo altre visite neurologiche, tac ed angiotac.. .
A distanza dunque di 4 anni, per controllo, accusando solo ogni tanto dei mal di testa, ho eseguito una RM all’encefalo, di cui trascrivo il referto.. . .
area di iperintensita’ del segnale a margini sfumati per gliosi cicatriziale a livello peritrigonale a sx- nella sequenza T2 star sensibile ai prodotti di degradazione dell’emoglobina si apprezza una lineare zona di ridotto segnale causata dal pregresso sanguinamento intraparenchimale- apprezzabili alcuni puntiformi esiti gliotici a livello iuxtacorticale frontale bilaterale- non apprezzabili alterazioni del segnale a carico del corpo calloso e tronco encefalico, ne depositi emosiderinici di natura patecchiale- normali dimensioni dei ventricoli, dei spazi liquorali periencefalici e cisternali- DILATAZIONE spazi perivascolari di entrambi emisferi cerebrali- non alterazioni a livello cerebellare.

Il neurologo di turno, purtroppo molto sfuggente, mi ha detto che per la botta presa, va molto bene.. . . ma leggendo Io sul web, mi ha un po’ lasciato titubante la dilatazione spazi perivascolari di cui sopra.. .
Posso chiedere un consulto per questo esito di RM?
Ho fatto anche per altri motivi un check al cuore.. . va tutto bene.. . .
Grazie davvero.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Sig. Mario,

si devono visionare direttamente le immagini dell’esame per dare un parere attendibile. Nel referto non sono riportate le dimensioni della dilatazione, infatti le dilatazioni inferiori ai 2 mm sono considerate non patologiche e si riscontrano in circa il 30-35% dei soggetti normali di ogni età.
Dimensioni maggiori sono associate all’età, all'ipertensione arteriosa, traumi cranici, demenza.
Nel Suo caso è probabile l’associazione col pregresso trauma cranico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie e grazie ancora dottor Ferraloro!
Sembra siano inferiore ai 2 mm.... pensa che mi avvio verso la demenza o l’alzheimer, nei prossimi anni?
Sono un po’ preoccupato.... grazie ancora per la sua gentilezza e professionalita’

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Sig. Mario,

se la dilatazione degli spazi perivascolari è inferiore ai 2 mm può stare tranquillo perché, come Le dicevo precedentemente, non viene considerata patologica.
Anche riguardo la demenza non deve temere nulla perché non sono le dilatazioni a causare la patologia ma viceversa, così come l'ipertensione arteriosa e i traumi cranici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro