Utente
Buongiorno, sono una donna di 45 anni, scrivo per un disturbo che da quasi due anni non mi da tregua: vibrazione/tremore interno.

Premetto che è’ comparso assieme ad altri disturbi (extrasistole, tachicardia, senso svenimento, capogiri e senso di agitazione molto forte, dolori muscololari e stanchezza) per cui ho sempre associato tutto ad un’unica cosa (forte ansia e depressione?) anche se dopo aver fatto mille esami cardiologici, endocrinologici ed anche neurologici (tac e rmn encefalo, potenziali evocati, due elettromiografie, eeg) con esiti negativi ma inizio ad essere sconfortata.


Sento I tremori in particolare da sdraiata e’ come se fosse un vibrio che passa in tutta la schiena, a volte le gambe a cui anche se più’ raramente è’ seguito da una tachicardia, questa del tutto passata nonostante sia in cura con Inderal.

Ho anche una sensazione di borborigmi (o petto che frigge) al petto e basso addome anche questi a volte legati ad aumento di battito.

Ho verificato il valore dell’adrenalina del sangue ma è’ tutto negativo.

La mia domanda è se esiste una patologia neurologica che coinvolge anche la parte cardiologica.

Cosa non ho indagato?

Non è’ che ho la sclerosi anche con rmn negativa?
O l’Alzeimer?

Mi hanno parlato della fibromyalgia ma non mi risulta provochi tremori.


Grazie mille.

G

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
se l'insieme delle indagini eseguite a livello cardiologico l'hanno tranquillizzata sul timore di avere qualche patologia a quel livello e se nel contempo è stata anche rassicurata di non avere alcuna patologia neurologica in atto, inutile andare affannosamente alla ricerca di improbabili cause di questo tremore interno (non quantificabile come segno clinico essendo squisitamente soggettivo) chiamando in causa malattie severe che hanno ben altro corredo sintomatologico (Alzheimer, Sclerosi Multipla). E' piuttosto da considerare la somatizzazione dell'ansia, che resta sempre la grande "simulatrice". Si affidi ad un Neurologo che si faccia carico del suo problema e che provveda a rasserenarla.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. grazie per la risposta.
Per soggettivo intende che lo sento ma potrebbe in realtà’ non esserci? E che la mente è in grado di riprodurre qualsiasi sintomatologia?
Nella sua esperienza le e’ mai capitato un caso di tremori e dolori muscolari associato a tachicardia?
La rmn negativa esclude in termini assoluti la sclerosi?
Grazie
G

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La RM esclude che vi siano lesioni di tipo demielinizzante, quali quelle prodotte dalla SM. La sintomatologia da somatizzazione dell'ansia è quanto di più variegato possa esistere, per cui tutto è possibile.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it