Utente
Testo: Buonasera, Ho effettuato ieri pomeriggio la mia prima visita neurologica a causa di una cefalea lieve ma persistente da oltre 3 settimane. Ho 39 anni e il dolore/fastidio non risponde efficaciamente a nessun medicinale. A volte si tratta di fitte sia in zona sopraccigliare che nevralgia dentale, altre volte come un cerchio alla testa. La notte riposo cmq bene. Cmq la neurologa mi ha detto che tutti i test che mi ha fatto sono negativi, non ho secondo lei bisogno di altre indagini strumentali e che l'unica cosa che mi serve è una cosa con ANTIDEPRESSIVI... mi ha dato il Dulex e lo xanax... Ora mi chiedo: non nego di essere una persona IPOCONDRIACA e molto ansiosa da sempre ma come cavolo mi possono passare questi dolori con un medicinale per la depressione? (che poi penso di non avere... Cioè sinceramente a parte gli stati d'ansia non mi sento una persona depressa). Spero vogliate chiarirmi questo punto di congiunzione fra cefalea e questi farmaci. Grazie mille. Saluti

[#1]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
16% attualità
16% socialità
TERNI (TR)
VITERBO (VT)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Buongiorno.
In effetti molti farmaci nati come antidepressivi vengono usati anche per altre patologie non collegate con la depressione, tra le quali ansia generalizzata, attacchi di panico, disturbo ossessivo-compulsivo, fibromialgia, dolori cronici di qualsiasi origine,cefalea emicranica e cefalea tensiva.
L'efficacia sulla sintomatologia dolorosa è probabilmente dovuta ad un effetto diretto sul centro del dolore.
Segua tranquillamente la prescrizione della specialista.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-