Utente
Dist.
mi Dott.
ri,

mi rivolgo a tutti i Neurologi afferenti a questo Spett.
sito Medicitalia con la speranza di poter avere un parere ma soprattutto un consiglio su come poter risolvere un mio problema che da piu di due anni non mi da tregua.

Ho 64 anni e da poco piu di due anni soffro di un tremore interno, soprattutto a carico dei muscoli degli arti inf.
e a livello intra addominale (accentuantesi appena inizio a mangiare e con l'inizio della digestione.

Molte volte si associa una percezione abnorme del battito cardiaco diffuso (tipo cardiopalmo) , nonostante frequenza cardiaca intorno a 65-70 essendo in trattamento con betabloccante.

Mi è stata diagnosticata e confermata (EMG e potenziali evocati) una Neuropatia sensitivo-motoria, anche se a dire dei numerosi neurologi consultati tale neuropatia non spiega il predetto tremore che viene catalogato come "Sensazione ".

Però tale presunta "sensazione" mi affligge da due anni, soprattutto di giorno e meno la notte.

Numerosi neurologi consultati e diverse terapie proposte (cicli di steroide, cicli di immunoglobuline, liryca, xanax, elopram, magnesio, vit.
B1, acido alfalipoico, acetilcarnitina) non hanno prodotto alcun miglioramento.

Esami ematochimici tutti nella norma (incluso immunofissazione sierica, catene K e lamba siero, elettroforesi, etc...)
Rachicentesi Negativa (due anni fa)
In atto conferma di impregnazione di mdc di alcune radici della cauda (di n d d)
Non so piu a chi rivolgermi, cosa fare.
Come trovare la causa di questo tremore incessante (NON VISIBILE DALL'ESTERNO) , ma soprattutto quale terapia puo ancora essere provata?

Pernsare di essere liquidato con la dizione "sensazinone" non è piu accettabile da parte mia, ; i distrurbi predetti sono ormai divenuti insopportabili e la qualita di vita sta peggiorando col tempo che passa.

Ma un caso analogho vi è mai capitato?
MI rivolgo a tutto lo staff di neurologi per avere più pareri ormai divenuti necessari.

Grazie per l'attenzione
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2005
E' strano che la sensazione di tremore sia indotta dall'attività digestiva e dall'alimentazione. E' stata esclusa una discinesia addominale?

Quali sono state le ipotesi? quali esami oltre ad emg e rachicentesi?

Sono stati proposti farmaci che agiscono sui visceri es Levopraid magari con aggiunta di uan benzodiazepina miorilassante come il Rivotril?
Dott Vincenzo Sidoti