Utente
Sono una donna di 38 anni, soffro di emicrania dall'età di 12 anni, quando avevo 17 anni ho sofferto di acufeni e vertigini,che con il tempo e le cure sono passati. Nel 2002 mentre assumevo la pillola anticoncezionale ha fatto comparsa la prima aura visiva della durata di circa 20minuti seguita da intensa cefalea, sospesa la pillola l'aura non si è più ripresentata fino al marzo del 2007,quando ho avuto 2 episodi a distanza di pochi giorni, successivamente gli attacchi di aura si sono ripresentati solo nel gennaio del 2008 un episodio e nel maggio 2008 due episodi a distanza di circa un'ora,sempre della durata di circa 20/30 minuti, ad oggi non ho più avuto episodi di aura visiva. Ma esattamente da maggio del 2008 è sorto un'altro problema, vedo quotidianamente e più volta al giorno nel mio campo visivo delle macchie scure luminose di varia grandezza,che poi diventano bianche,tipo quelle che si osservano dopo aver guardato una fonte luminosa e rimane poi per qualche secondo la macchia nel campo visivo, compaiono spontaneamente e senza aver osservato fonti di luce, sono maggiormente visibili in condizioni di scarsa luminosità, e ad occhi chiusi appaiono come macchie nere con un alone luminoso intorno, a volte sono punti altre volte vere e proprie macchie, di una durata che va da frazioni di secondi a qualche secondo, al massimo un minuto, ma non di più. Appaiono maggiormente quando sono sottosforzo, o con i movimenti del capo, ma a volte compaiono anche in condizioni di riposo. A causa di queste macchie mi sono sottoposta a svariate visite oculistiche con esami strumentali annessi, e a parte la degenerazione vitreale e quindi la percezione di mosche volanti, i miei occhi sembrano essere sani. Ho effettuato rmn encefalo senza mdc risultata nella norma, campo visivo computerizzato, svariate analisi del sangue, ecocolordoppler tronchi sovraortici, ecg ed ecocardiogramma, il tutto sembra essere nella norma. La valutazione obiettiva neurologica è nella norma.Il neurologo sostiene si tratti di un problema sempre legato all'emicrania, ma io sento che la cosa è completamente diversa, perchè queste macchie non sono mai associate a malditesta, anche perchè le vedo tutti i giorni e più volte al giorno, Da cosa potrebbe dipendere tutto ciò? Ci sono altri esami ai quali mi dovrei sottoporre per individuare la causa di questo problema? e soprattutto cosa sto rischiando??

[#1]  
Prof. Pasquale De Marco

24% attività
0% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Cara Utente,ho letto con molta attenzione la sua abbondante descrizione lella sintomatogia che accusa e gli esami strumentali a cui si sottoposta finora;in conclusione sono del parere che sia affetta da una lieve forma di emicrania con aura,che in passato si è manifestata nella sua forma tipica,ora si evidenziano soltanto degli scotomi scintillanti o meno (le "macchie di luce" con contorno scuro;queste manifestazioni si possono verificare in pazienti emicranici anche senza che segua una cefalea:Esami dea fare:direi che ne ha già fatti abbastanza;se non l'ha già fatto suggerirei un elettroencefalogramma.Non rischia assolutamente nulla.Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente
Egregio Professore,
Innanzitutto, la ringrazio per la sua confortante risposta.
L'elettroencefalogramma l'avevo effettuato nel 2007, dopo l'arrivo delle prime auree, ma non è più stato ripetuto quando sono comparsi questi scotomi di brevissima durata. Vorrei chiederLe se ci sono delle terapie in grado di mandar via questa sintomatologia. Mi è stata prescritta la flunarizina, ma non ho avuto nessun risultato, anzi mi sembrava addirittura che durante il trattamento gli scotomi venissero più grandi e duraturi, e così ho sospeso la terapia. Esiste la speranza che questi scotomi spariscano così come sono arrivati o se non faccio una terapia idonea dovrò conviverci per sempre?
Cordiali Saluti

[#3]  
Prof. Pasquale De Marco

24% attività
0% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Gentile signora,lo specialista le aveva prescritto la flunarizina in quanto è un farmaco che agisce come preventivo dell'emicrania; esso risulta molto valido nell'emicrania senz'aura,mentre l'emicrania con aura resiste molto di più a questi farmaci;in linea di massima non prescriverei alcuna tepia per gli scotomi;però se questi le causano grossi fastidi,uno dei farmaci che si è dimostrato valido nell eliminare l'aura risulta la lamotrigina (che in Europa viene usato per alcune forme epilettiche e negli U.S.A. come antidepressivo);si faccia consigliare da un neurologo.Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente
Anch'io non vorrei effettuare terapie, in quanto le medicine utilizzate per la prevenzione dell'emicrania hanno molti brutti effetti collaterali, ma queste macchie di luce scura sembrano non andare più via,continuano a comparire tutti i giorni, e si ripetono continuamente durante le mie giornate, 100 volte al giorno, non posso più fare nessun movimento, nè con la testa e neppure con il corpo, è una cosa assurda,io non sono molto convinta che un disturbo del genere possa dipendere dalla mia emicrania, perchè non ho quasi mai malditesta, gli attacchi di cefalea sono rimasti sporadici come un tempo, non ci sono state grosse modificazioni, e poi queste macchie appaiono identiche in entrambi gli occhi, ma quasi mai contemporaneamente... è possibile che io possa avere continuamente scotomi? è come se avessi malditesta 24h su 24... la cosa non mi convince, secondo me che sono la vittima del disturbo, la causa non è questa. Volevo chiederLe se esiste qualche malattia neurologica o oculistica che si manifesta in questo modo? La prego mi dia una mano, non ce la faccio più sono sull'orlo dell'esaurimento nervoso!!
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore, vorrei chiederLe un parere,ho ritirato oggi il tracciato e il referto dell'elettroencefalogramma,
Le conclusioni sono queste: LIEVI ANOMALIE BIOELETTRICHE BITEMPORALI SIMMETRICHE. Mi potrebbe spiegare cosa significa? si tratta per caso di epilessia? Avevo effettuato nel mese di ottobre risonanza magnetica encefalo e tronco encefalico senza mdc, e risultava tutto nella norma, sarà il caso di ripetere la risonanza con mdc? Da cosa possono essere causate queste anomalie? è questa la causa delle macchie luminose che vedo?
La ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#6]  
Prof. Pasquale De Marco

24% attività
0% attualità
0% socialità
TRENTO (TN)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Gentile signora,il referto EEG che mi comunica si può trovare in molte persone perfettamente sane;direi che per quanto mi concerne non mi preoccuperei affatto;non è la causa dei suoi disturbi e tanto meno è segno di una sindrome epilettica.La risonanza risulta negativa e non c'è necessità di rifarla con mezzo di contrasto.Cordiali saluti

[#7] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore, mi ha dato una splendida notizia!, già mi stavo preoccupando da morire... Io purtroppo sono molto ansiosa e paurosa di natura, soprattutto quando si tratta della mia salute, ultimamente sto diventando un po' ipocondriaca!! Cercherò di non preoccuparmi più.
Cordiali saluti.