Emicrania e rizaliv


Un caloroso buongiorno a tutti i gentili medici!

Ho 24 anni e da circa 2 anni soffro di emicrania che si presenta circa una volta al mese, con un forte dolore pulsante in sede frontale sempre accompagnato da nausea e vomito, il tutto della durata di almeno 5 ore.
Ho consultato il neurologo circa un mese fa, il quale mi ha prescritto il Rizaliv 10 mg (ho già preso 2 compresse a seguito di 2 emicranie e sembra funzionare).

E’ rimasto tuttavia un po' sul vago riguardo alle cause. Come ho detto gli episodi non sono particolarmente frequenti, ma vista la natura richiedono un riposo assoluto. Volevo quindi capire da cosa possono essere causati in modo, se possibile, da riuscire a prevenirli.

Forse la domanda sembrerà sciocca, ma vorrei inoltre sapere se potrebbe essere sintomo di qualcosa di più grave, come un tumore al cervello o qualcosa di simile.

Infine, sono rimasta un po' scossa dall'"aspetto" del Rizaliv (confezione da 3 compresse più volte impacchettate), mi chiedevo quindi se fosse un medicinale particolarmente "forte" o in qualche modo dannoso.

Se la cosa può essere utile:
1) nessun familiare ha mai sofferto di emicranie simili (il neurologo ha insistito molto su questo punto)
2) prendo da qualche anno la pillola contraccettiva Belara.

Ringrazio anticipatamente per l’attenzione!
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Signorina,

L'emicrania è una cefalea primaria (ovvero non dovuta ad altre cause)molto frequente e diffusa tra la popolazione. In genere, ma non sempre è presente familiarità. L'aver eseguito una visita neurologica in seguito alla quale il collega ha posto diagnosi e ha prescritto un farmaco dell'attacco specifico dovrebbe tranquillizzarla. Il Rizaliv è un triptano ed è usato nella terapia dell'attacco. Non è nè un farmaco "forte" nè pericoloso a patto che non lo si usi in presenza di cardiopatia ischemica. Il fatto di usare la pillola contraccettiva potrebbe peggiorare la sua emicrania e forse sarebbe il caso, dopo aver sentito il parere del Suo ginecologo e del neurologo che la segue di passare ad una contraccezione alternativa. Le consiglio, se fuma, di smettere assolutamente o di fumare o di prendere il contraccettivo, perchè l'assunzione di contraccettivi nelle donne fumatrici è molto pericoloso.

Cordiali Saluti

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio