Dolori cronici diffusi

Gentile dottore,
sono un ragazzo di 21anni. Da esattamente il giorno di Pasqua(parliamo di vari mesi!) sono affetto da strani dolori diffusi. O meglio, i dolori dapprima erano a entrambe le spalle, poi si sono diffusi a tutte e 2 le braccia. Il medico mi ha dato una terapia a base di dona e brexin, che ho fatto solo per 1 settimana senza nessun risultato diagnosticandomi "artralgie".I dolori poi alle gambe, accompagnandosi talvolta a uno strano formicolio nelle mani o nei piedi. In effetti io stesso non saprei dire e il dolore è di provenienza ossea o muscolare.I dolori hanno la caratteristica di essere cronici, li ho cioè tutti i giorni e tutto il giorno, ma prescindono dal movimento e non mi impediscono quindi di muovermi svolgere tute le mie consuete attività. Stanco ormai di sopportare e notando che neanche il paracetamolo era efficace, ho fatto le seguenti analisi: emocromo, ves, tas, pcr, pa, pth, calcio, fosforo, cpk, uricemia, fr, ana, anca e asma:tutto assolutamente nella norma. Mi sono recentemente rivolta ad un neurologo che è anche fisiatra, il quale ha detto trattarsi di osteomiagie diffuse secondo lui dovute a somatizzazioni e mi ha dato un integratore omeopatico, Viadol, che sto prendendo ora da alcui giorni senza però nessun effetto. Inoltre mentre nei primi tempi ai dolori si accompagnavano brividi e lieve aumento della temperatura corporea, cosa che poi si è risolta, ora invece, molto più fastidiosamente, si accompagna un disturbo del sonno : a volte mi sveglio la notte, il giorno nno riesco praticamente mai a dormire di pomeriggio, inoltre ho il mal di testa dalla mattina al risveglio per tutto il giorno e proprio la mattina mi sembra di svegliarmi insoddisfatto di sonno. Vorrei sapere se secondo lei si tratta di un disordine neurologico, in quanto ho letto che possono esservi alterazioni a livello del metabolismo dei neurotrasmettitori, perché sono assolutamente convinto che la causa non sta in una somatizzazione: non credo infatti che durerebbero mesi e mesi tutti i giorni con costanza, anche perché sono sorti in un momento sereno in cui non ero affatto stressato.
Distinti saluti.
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 31 22
Gentile Utente,

senza poterLa visitare è impossibile esprimersi.Alcune considerazioni e consigli si possono dare: il neurologo l'ha già visitata e credo da quanto scrive che abbia escluso problemi neurologici, per cui da questo punto di vista può tranquillizzarsi. Il consiglio che le do è di sentire il parere di un reumatologo in quanto esiste una condizione detta fibromialgia che potrebbe avere dei punti di contatto con i sintomi che descrive.


Cordialità

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test