Utente 374XXX
Buongiorno, sono genitore di una bimba di 9 anni che manifesta problemi nell'addormentarsi e frequentemente (almeno una volta a settimana) ha risvegli notturni con persistenti difficoltà ad addormentarsi tantè che per riuscirci deve necessariamente lasciare il suo letto e inserirsi nel letto matrimoniale dei genitori. Durante questi momenti pone in essere dei comportamenti che ritengo frutto dell'ansia (si rigira diverse volte nel letto, si reca in bagno per urinare fino a 4/5 volte quasi consecutivamente, beve diversi sorsi di acqua). Durante il giorno non manifesta praticamente alcun segno (ha un bel caratterino forte e va benissimo a scuola) ma quando arrivano le ore notturne mi preoccupo. Preciso di avere familiarità (mio padre e mia sorella) con soggetti affetti da ansia generalizzata e disturbi di panico. Come effetto collaterale ovviamente c'è quello della "qualità" del sonno dei genitori (entrambi lavoratori) per i predetti risvegli. Peraltro abbiamo una seconda figlia più piccola (di 6 anni) che dorme beatamente senza alcuna difficoltà. Aggiungo altresì che siamo una famiglia media senza problemi sia materiali che relazionali. Io ho un carattere affettuoso e comprensivo mentre mia moglie (sarà una deformazione professionale in quanto docente) è più rigida nei confronti delle figlie.Vi chiedo un aiuto/consulto perchè sono molto preoccupato. Grazie.

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

sembrerebbe, con tutti i limiti del consulto on line, che il problema sia qui: "Vi chiedo un aiuto/consulto perchè sono molto preoccupato" cioè nel Suo atteggiamento e, probabilmente, in quello di Sua moglie.

Ci sta che la bimba possa svegliarsi e possa essere intimorita da qualcosa (un brutto sogno? o, più semplicemente la voglia di non dormire da sola.)
Tenga presente che i bambini, che per molto adulti sono visti come persone che vivono in un momento magico della vita senza alcuna preoccupazione, hanno un sacco di paure che non è sempre facile superare.
Inoltre, come mammiferi, ci sta che abbiamo voglia di dormire con altri e non da soli, perché più rassicurante.

Tuttavia, i bambini devono imparare a dormire anche da soli nella loro cameretta. Invece il vostro errore è quello di incoraggiare la bimba a dormire con voi, probabilmente perché in questo modo voi stessi potrete piuttosto gestire meglio la situazione. Ma vi state rendendo conto che così non funziona.

"persistenti difficoltà ad addormentarsi tantè che per riuscirci deve necessariamente lasciare il suo letto e inserirsi nel letto matrimoniale dei genitori"

Spezzate subito questo meccanismo e rimandate la bimba della Sua cameretta, incoraggiandola e se necessario rimanendo un po' con lei, rassicurandola. Ma nella sua camera. Con dolcezza ma con fermezza.
Altrimenti la bimba non capisce davvero più cosa deve fare, se a volte dorme da sola, a volte con voi genitori.

"quando arrivano le ore notturne mi preoccupo."
Iniziamo a gestire la situazione, non a preoccuparci! :-)
E' un problema da risolvere più facile di quanto possa sembrare :-)

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, un altro aspetto che andrebbe indagato al fine di capire il problema di sua figlia è quello dei disturbi respiratori nel sonno.
Sarebbe anzitutto il caso di sapere se nel sonno la bambina russa o ha comunque un respiro rumoroso, e se va soggetta ad arresti del respiro per alcuni secondi.
In caso affermativo, dia un'occhiata all'articolo qui sotto linkato, non tanto per la componente alternativa (Fiori di Bach: l'articolo mi era stato richiesto da una rivista di omeopatia)), ma per chiarire il razionale che potrebbe portare alla comprensione e alla soluzione del problema.
Eventualmente mi faccia sapere. Cordiali saluti ed auguri

http://www.studiober.com/pdf/Rock%20Ros.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#3] dopo  
Utente 374XXX

Ringrazio per entrambe le gentili risposte. Credo che la bimba non abbia disturbi respiratori (non abbiamo riscontrato alcun sintomo in tal senso) ma solo un'ansia che non riscontriamo negli altri bambini della sua età. In ogni caso, seguendo la strada della "rassicurazione" e "comprensione" la situazione è in apprezzabile miglioramento. Cordiali saluti.

[#4] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Ne sono felice. Se vuole ci aggiorni in futuro.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica