Utente 427XXX
Bonasera,
Ho un bimbo di quasi 30 mesi, molto vivace, parla benissimo ed è molto avanti a livello psicomotorio. Ho notato da circa un mese che sbatte le palpebre, apre e chiude , la cosa è più accentuata mentre guarda la TV, però lo fa spesso anche durante altre attività. Il mese scorso ha avuto una forte acrodermatite infantile di Gianotti Crosti può esser la causa di questo tic improvviso. Il piccolo fin da piccolo si ammala spesso in inverno con raffreddori otiti ripetitive inoltre non è un mangione.
In famiglia non ci sono mai litigi anzi cerchiamo di dargli affetto continuamente, va molto volentieri all' asilo nido mezza giornata. Sinceramente non vedo motivi particolari per avere un tic così piccolo.
Quattro mesi fa ha effettuato la prima visita dall' oculista ed era tutto nella norma .
La cosa inizia a preoccuparmi cosa dobbiamo fare ?
Dimenticavo ho mio papà che è affetto da sclerosi multipla è una malattia ereditaria?
Ringrazio anticipatamente per l' aiuto.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Adelia Lucattini

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Tutti i sintomi vanno osservati nel tempo, quando e come si manifestano, quanto durano, se cambiano nel tempo.
Un disturbo della sfera oculare va innanzitutto valutato dal pediatra, quindi dall'oculista, poi dal neuropsichiatra infantile e infine dallo psicoanalista infantile qualora non vi fossero ragioni organiche locali o generali.

Le affezioni, malattie o disturbi dei bambini naturalmente allarmano i genitori che hanno bisogno di rassicurazione e spiegazioni chiare, comprensibili e possibilmente dettagliate, per quanto sia possibile darne, tenendo presente che poiché i bambini sono in continua crescita, hanno un ampio margine di variabilità e trasfornazione.

La regola aurea, se non ci sono urgenze o emergenze, è l'osservazione paziente e discreta del bambino nel suo quotidiano, cercando di non trasmettergli ansie che non gli sono proprie, se necessario, anche facendosi aiutare a detendere ansia e preoccupazioni, come genitori, chiedendo un supporto alla propria genitorialità uno psicoterapeuta o psicoanalista della coppia o della famiglia.
Dr. Adelia Lucattini.
Psichiatra Psicoterapeuta.
Psicoanalista Ordinario SPI-IPA.Esperta in bambini e adolescenti.Depressione-Disturbi dell'umore.

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Gentile Dottoressa,
la ringrazio in tanto x la sua risposta.
Purtroppo i tics di mio figlio sono aumentati inizia anche a fare versi e non so cosa fare .Inoltre si sveglia continuamente di notte e ho notato che anche mentre dorme ha tics
Venerdì notte il piccolo nel sonno ha avuto una dubbia crisi di assenza, siamo stati ricoverati in ospedale e gli hanno fatto l'ecg tutto negativo- Il neuropsichiatra infantile mi ha detto di vedere nel tempo l'evolversi dei tics ma sinceramente non vorrei che il piccolo peggiorasse.
Potrebbe trattarsi di sindrome di tourette?
COSA POSSO FARE?
Ringrazio anticipatamente per l' aiuto.
Cordiali saluti