Utente 379XXX

non sono in età da neuropsichiatra infantile, sono invece un quarantaduenne, che soffre ormai da vent’anni di vari disturbi psichiatrici. Come malato sono stato un po’ sfortunato, in quanto gli antidepressivi hanno avuto un discreto successo ma senza essere decisivi e gli antipsicotici (tipici e atipici) sono stati un vero disastro. Le diagnosi si sono evolute da Borderline-Anancastico fino a Sintomi negativi schizofrenia e disturbo ossessivo compulsivo.
Per quest’ultimo aspetto della sintomatologia della Psicosi, l’Abilify avrebbe potuto essere “IL” farmaco giusto, salvo poi rivelarsi un sedativo per stare in stato comatoso. Mi metto poi a leggere e a documentarmi seriamente con Google e scopro che non è per niente vero che per i “Negativi” c’è solo l’Abilify. Ci sono infatti tanti farmaci non-convenzionali o off-label che mi potrebbero prescrivere, anche se loro si rifiutano categoricamente. Io però, oltre ad essere un disabile, sono troppo preciso e scrupoloso, per lasciare intentata questa possibilità e me li compro online ed infatti da quel momento tutto cambia nella mia vita in meglio. Ho richiesto e scongiurato che, almeno con qualcuno di questi farmaci, mi potessero aiutare (con la prescrizione) nell’azzerare le somme da pagare. Prima Risposta: Due di Picche!
In quanto potrebbero procurarti effetti collaterali (che tutti i farmaci hanno) e dipendenza. Rifiutandosi di vedere tutte le confezioni che ho portato alla loro attenzione, che non mi hanno dato né dipendenza né effetti collaterali. La seconda è:”è sbagliato per la tua patologia!!. Non sarebbe sciocco in sé, se non facessero sempre finta di non ricordarsi che io queste sostanze le ho provate di mia iniziativa, seguendo la letteratura scientifica nell’ambito dei “negativi” e non potrei che parlarne bene.
E se insisto e ripeto che le assumo con regolarità, loro si avvalgono di un atteggiamento che suona come un:”No! No! Non va bene! No! No!”. In questi ultimi tempi, si fa una fatica del diavolo a procurarsi il METILFENIDATO, fino a 40 mg al giorno.. Mi sono scaricato le varie disposizioni legislative nell’uso dell’Off-Label dei vari farmaci e so di tanti che lo hanno prescritto come antidepressivo per le “depressioni resistenti”, molto simili ai “Sintomi Negativi”. Per passare poi dai 300 euro di adesso ai 50 della farmacia sotto casa sono andato a chiedere a diversi medici di base ed anche da lì solo porte in faccia. Gli psichiatri sono solo un muro. Allora mi chiedo: ma questa famigerata molecola è davvero così potente come dicono? E, se così stanno le cose, come mai non è ancora illegale come LSD o l’MDMA?? Come mai si accetta che venga prescritto a dei bambini se è così pericoloso??
Ma allora io alla sera cosa mando giù?? Lei che è psichiatra può spiegarmi perché non riesco a farmi prescrivere il Ritalin (a spese mie e per una patologia per cui era stato all’inizio sintetizzato) Tutti gli indizi sono gravi, precisi e concordanti verso la giustezza della mia tesi??

[#1] dopo  
Dr. Carlo Ignazio Cattaneo

24% attività
8% attualità
12% socialità
VERBANIA (VB)
BORGOMANERO (NO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Buongiorno,
La descrizione della Sua sintomatologia è piuttosto confusa per cui non è possibile darLe una risposta certa.
La prescrizione di Ritalin è comunque prevista dalla legge in regime OFF LABEL presso i centri regionali di riferimento per ADHD dell'adulto e dopo conferma della diagnosi.
Dr. Carlo Ignazio Cattaneo