Utente 222XXX
Per paziente di 68 con RM ENCEFALO S/C MDC

tecnica di esame: sistema 1,5 tesla
sagittali assiali e coronali se t1-w
assiali flair e fr-fse t2-w
coronali fse t2 e fgre t2-w
coronali e assiali se t1-w dopo somministrazione gadolino

multiple aree di spontanea iperintensità di segnale nelle sequenze a TR in corrispondenza della sostanza bianca sottocorticale e periventricolare con quadro di sofferenza vascolare cronica. Sistema ventricolare in sede e ampio. Marcata dilatazione degli spazi sub-arcnoidei della volta edella base. Presenza di modesti artefatti da distorsione da campo magnetico in regione frontale destra. Non immagini riferibili ad aree di impregnazione patologica. Materiiale di natura infiammatoria in corrispondenza del seno mascellare di destra a carico di alcune celle etmoidali bilaterlamente.

Volevo sapere come interpretarlo (se davvero rischia l'alzeihmer) e che esami fare per approfondire, se eventualmente è giusta una terapia con zyprexa (2,5) 2 volte al giorno e 1 xanax che non da miglioramenti per l'acufene ma che calma lo stato psicotico, e se la Stimolazione Magnetica Transcranica è utile nel suo caso, grazie.

[#1] dopo  
Dr. Eytan Raz

36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
La risonanza magnetica mostra una patologia microvascolare ischemica cronica e un atrofia cerebrale. La diagnosi di Alzheimer è clinica (cioè non viene fatta dal radiologo) e la RM può casomai escludere altre cause di demenza. Bisogna a mio avviso approfondire tutto ciò che riguarda i rischi vascolari, come ad esempio misurare la pressione arteriosa, i lipidi nel sangue, misurare la glicemia a digiuno, correggere un eventuale tabagismo etc.
Le consiglio di rivolgersi al Suo medico curante o eventualmente riferirsi a uno Specialista Neurologo.
Dr. Eytan Raz