Utente 108XXX
Buongiorno, sono una mamma di 30 anni. Ho partorito da due mesi con parto naturale e sto allattando. Negli ultimi mesi di gravidanza ho cominciato ad avvertire una sensibilità ridotta a destra all'altezza del bacino e nella parte alta esterna della coscia. Non ho dato troppo peso alla cosa perché ho pensato fosse dovuto al peso del bimbo. A 2 mesi dal parto il fastidio persiste. Avverto sia il caldo che il freddo così come il dolore e la pressione. Sento solo la pelle un po' "addormentata". Può essere riconducibile alla gravidanza appena passata? È il caso di pensare a patologie più gravi ed effettuare esami più approfonditi? Grazie. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

tra le ipotesi che possiamo avanzare non escluderei una "meralgia parestesica" che è causata da una compressione del nervo femoro cutaneo laterale della coscia. La gravidanza può essere una delle cause.
Per una diagnosi corretta però si rivolga ad un neurologo perché dalla visita è possibile averne il sospetto, poi per una conferma è necessaria un elettroneurografia a livello del suddetto nervo, questo esame non si effettua con gli aghi ma con elettrodi di superficie per cui è indolore.
Le ricordo però che questa è solo un'ipotesi a distanza senza alcuna pretesa diagnostica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 108XXX

Buonasera, la ringrazio per avermi risposto. Premesso che sono una persona molto ansiosa, qualche altra domanda da porle.
1. Un'eventuale meralgia parestesica causata da una gravidanza può persistere una volta nato il bimbo? Se non curata, può regredire spontaneamente o tende a peggiorare?
2. Sulla base dei sintomi avvertiti, è possibile escludere la sclerosi multipla? Lo chiedo perché, purtroppo, nel giro di due settimane sono venuta a sapere che due amiche sono affette da questa malattia e questo mi porta probabilmente a somatizzare i miei sintomi.
3. Sono stata dal mio medico di base il quale dopo avermi visita ha detto di scordarmi di questa malattia perché si manifesta, specie all'esordio, in modo diverso. Secondo lui si tratta di un problema posturale che si riflette sulla gamba. Di fatto, ho la tendenza ad appoggiarmi maggiormente sulla gamba destra così come buttarla leggermente in fuori quando cammino. Non mi ha prescritto nessun esame, ma consigliato di andare a nuotare ed evitare il più possibile di sollevare i miei bambini (e appoggiarli sul bacino come mia abitudine) Concorda?
Grazie. Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

come Le dicevo, la gravidanza può essere un fattore favorente la meralgia parestesica ma di solito dopo il parto, venendo meno la compressione sul nervo, la sintomatologia gradualmente regredisce. Non sono rari però i casi in cui non si riesce a trovare una causa.
La sintomatologia riferita non rappresenta un sintomo tipico d'insorgenza di SM, concordo col medico curante.
Mi trovo in disaccordo invece riguardo la non prescrizione della visita neurologica che, qualora i sintomi dovessero persistere, è senz'altro consigliabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 108XXX

Gentile dottore, approfitto della sua disponibilità per porle ulteriori domande.
Mi ha visitata un'amica fisioterapista, secondo la quale avrei un po' di tensione a livello inguinale che si va a riflettere sui nervi. Secondo lei questo si va ad aggiungere alla mia tendenza caricare maggiormente il peso sulla destra (gamba che tendo a ruotare verso l'esterno quando cammino) e alla gravidanza appena passata (ho anche un bimbo di 3 anni che non mi lascia troppo tempo per riposare). Può essere tutto questo la causa dei miei sintomi?
Qualora si trattasse di meralgia parestesica come da lei ipotizzato, è normale sentire solo bacino ed esterno coscia (alla medesima altezza) intorpidita, ma non dolore, bruciore o intorpidimento a tutta la coscia?
È normale che il fastidio compare solo dopo un po' che sono sveglia?
È normale che sia comparso a fine gravidanza e si sia ripresentato dopo qualche mese? (Magari c'è sempre stato ma essendo leggero lo sento ora per la paura della sclerosi multipla).
Grazie ancora per la disponibilità.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'ipotesi della fisioterapista teoricamente può essere possibile ma il mio consiglio è di consultare un neurologo qualora il problema dovesse persistere.

Le ricordo che la mia non è una diagnosi ma solo un'ipotesi a distanza.
Le variabili sono tante per cui la meralgia parestesica può anche manifestarsi senza dolore e solo nella parte alta della coscia, sul lato esterno.
Tipico invece il manifestarsi nell'ultima parte della gravidanza in quanto la compressione sul nervo è maggiore, atipica invece la sintomatologia insorta dopo qualche mese dal parto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro