Utente 481XXX
Buongiorno, vi espongo il mio caso e la mia domanda.
è stato un periodo di forte stress e ansia per via della mia tesi di laurea, infatti, nel momento esatto in cui ho cominciato la correzione della mia tesi mi è giunta improvvisamente una cefalea muscolo tensiva. La fase acuta(quindi con dolori e vertigini forti) è durata 5-6 giorni per poi scemare sempre di più in maniera MOLTO lenta e graduale senza assumere nulla. Vi scrivo oggi a distanza di un mese dall'inizio di questa mia cefalea, per segnalare che ho ancora qualche residuo ma nulla in confronto con quello che ho passato all'inizio in pratica è quasi scompara del tutto,
Ora vengo al nocciolo della questione. Ovviamente sono subito corso dal mio medico curante il quale rassicurandomi che si trattava solo ed esclusivamente di una cefalea muscolo tensiva dovuta al periodo di forte stress mi ha fatto fare tutti gli accertamenti del caso, cui, analisi del sangue e risonanza magnetica (dove non è stata riscontrata anomalia alcuna). La settimana scorsa, quando sono ritornato per aggiornarlo sulla mia cefalea, mi ha prescritto un integratore "BIOSAME" da prendere uno la mattina a digiuno, e mezza compressa di "SIRDALUD" 2mg da prende la sera prima di andare a dormire (questo perchè gli avevo spiegato che di notte spesso mi svegliavo per poi riaddormentarmi a causa dell'ansia, inconscia, dettata da questo periodo di stress); quindi per farmi dormire meglio mi ha prescritto questo farmaco miorilassante. La mia domanda è: quanto tempo dura l' effetto di mezza compressa (1mg) di sirdalud(ho letto dalle 2-5 ore)? Questo perchè noto che la mia cefalea sta sempre di più migliorando e vorrei sapere se sta passando di suo, dato che sto razionalizzando la situazione e quindi gestendo meglio anche lo stress con sport e vita più salutare, o il farmaco aiuta?(premesso che stava migliorando sensibilmente anche prima dell'assunzione del farmaco). Considerando che il dosaggio è ridotto all'osso(1mg) e che si tratta di un miorilassante e non credo che serva a curare le cefalee. Vi ringrazio anticipatamente per la gentile attenzione. Avevo questo dubbio e ho pensato di porvi la mia problematica, confidando nella vostra esperienza e gentilezza. Aggiungo , inoltre, che facendo attività fisica e bevendo molta acqua mi sento sempre meglio e spero vada via del tutto perchè mi sono davvero spaventato. Vi ringrazio della gentile attenzione, distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

probabilmente la cefalea tensiva stava regredendo spontaneamente, il sirdalud, anche a basso dosaggio, ha potuto accelerare tale regressione in quanto miorilassante, infatti viene spesso utilizzato nelle cefalee tensive con prevalente componente muscolare.
Non deve considerare la durata di azione del farmaco, in questi casi non è questo il ragionamento da fare ma ad ogni assunzione ci potrebbe essere un lieve miglioramento della tensione o dell'eventuale contrattura muscolare.
Non so se sono stato chiaro.
Ottima la scelta di praticare attività fisica.
In bocca al lupo per i Suoi studi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 481XXX

Ssalve dottore e grazie infinite per la risposta.
La aggiorno a distanza di 10 giorni dal mio primo intervento.
Allora, il sirdalud, ( preso solo per una settimana, 1mg la sera l 'ho interrotto da ormai 8-9 giorni) e comunque la situazione migliora sempre più.
Adesso ho solo qualche raro e minimo residuo che non è dolore ma fastidio più che altro e nemmeno persistente; solamente e nemmeno sempre quando mi sforzo sui libri , ma ripeto si tratta di fastidio.
Il mio medico curante è convinto che la cosa tenderà a passare del tutto piano piano. Volevo chiederle se secondo lei il tutto passerà completamente in maniera graduale e spontanea, perchè in rete leggo di casi di cronicità che durano da anni e la cosa mi ha un pò spaventato. Chiedo prima di tutto scusa per le diverse domande, ma non avendo mai affrontato una cefalea tensiva non so di che patologia si tatti, e se , soprattutto tende a passare da se (come sembra stia accadendo nel mio caso, facendo tutti gli scongiuri); in secondo luogo vorrei ancora una volta ringraziarla per la gentile pazienza e disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la cefalea tensiva è una condizione benigna di cui però non possiamo prevedere il decorso. Questo può essere vario, nel Suo caso particolare, da ciò che scrive, può regredire spontaneamente dopo un input iniziale farmacologico, mi pare che siamo quasi alla fine.
Pratichi attività fisica, senza sforzi eccessivi, Le farà sicuramente bene.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 481XXX

La ringrazio per la sua risposta e la sua gentilezza.
Vorrei aggiornarla sulla mia cefalea.
Oggi 4 marzo, sembra che i sintomi siano "quasi" scomparsi (facendo i dovuti scongiuri). Leggerissime ed impercettibili sintomi quali, leggeri fastidi o vertigini solo verso ora di pranzo ma dopo un auto massaggio alla nuca queste sono cessate.
Ricordo che non faccio uso di alcun medicinale se non di un integratore (il Biosame, ricco di vitamina b12) al mattino. Purtroppo trovandomi sotto tesi il pensiero va sempre a questa, e spesso mi capita di svegliarmi durante la notte per poi riaddormentarmi immediatamente, mentre, nei momenti in cui ho la mente sgombra non avverto nulla. Premetto, inoltre, che faccio sport 2-3 volte a settimana e non avverto nulla quando lo pratico.
Vorrei chiederle, considerando la sua vasta esperienza anche se consapevole che si tratta di un consulto a distanza; secondo lei sta passando del tutto? Si potrebbe escludere di una forma cronica, considerando che da quando mi è giunta il 12 gennaio sta regredendo in modo lento ma costante?
Sarei felice di avere un suo pare e una sua impressione ringraziandola infinitamente della sua professionalità e gentilezza.
Le auguro una buona domenica e la ringrazio ancora infinitamente della disponibilità, scusandomi delle mie domande ma cerco un modo per stare ancora più sereno.

Distinti saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, mi pare che il disturbo si sia ormai risolto, non vedo elementi che possano fare pensare ad una cronicizzazione.
Stia tranquillo.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 481XXX

Leggo con grande sollievo il suo parere, inoltre ci terrei a ringraziarla infinitamente per la sua disponiblità, pazienza e professionalità. Chiedo scusa per le diverse domande che le ho posto in questi giorni, ma avendo avuto una fase acuta per 4-5 giorni (il 12 gennaio) e vedendo che stava scemando ogni giorno in maniera lentissima avevo bisogno di un parere, non conoscendo questa patologia e il suo decorso. La ringrazio ancora e spero che questi ultimi sintomi vadano via del tutto.
La ringrazio ancora una volta infinitamente e le auguro una buona serata.
Distinti saluti.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, ci mancherebbe, mi fa piacere esserLe stato di aiuto.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro