Utente 113XXX
Ho 42 anni, 1,75 per 79 Kg, in buona salute mi pare, mai avuti problemi seri agli occhi (sono leggermente miope ed astigmatico e porto gli occhiali), nè sono allergico.
Due mattine fa mi sveglio con un dolorino come da 'compressione' all'occhio destro, ma non ci penso più di tanto e passa.
La mattina successiva, al dolorino si associa una sensazione di corpo estraneo, con una relativa difficoltà di mettere bene a fuoco. Chiedo a mia moglie che mi avverte della presenza di una bolla trasparente sulla parte bianca del bulbo dx (lato dx).
Il medico di base diagnostica una cisti congiuntivale e mi prescrive un collirio con acido ialuronico.
Passo la nottata in posizioni che limitano la possibilità di sfregamenti, nè io minimamente tocco l'occhio, ma stamattina le cose sono nettamente peggiorate:
l'occhio destro è tutto gonfio, la sua mobilità è limitata, ed il dolore (anche se non forte) è aumentato, come se premesse qualcosa dal di dentro.
Mi sembra di vedere comunque bene, anche se nei primi momenti del risveglio la messa a fuoco è stata non naturale, e l'indolenzimento si avverte soprattutto nello sforzo dell'occhio destro di muoversi insieme all'altro occhio sano.
Sono molto preoccupato, sto per tornare dal dottore di base e vorrei farmi visitare da un oculista, ma non so se potrò guidare.
Inoltre, in famiglia un occhio così gonfio ha due precedenti: uno come manifestazione di un linfoma; un'altro come effetto di eccessiva produzione di cellule eosinofili.
Vale la pena di ricorrere ad una visita celere al Pronto Soccorso? Possibile che un problema serio insorga così rapidamente?
Grazie in anticipo a chi potrà rispondermi

[#1] dopo  
Dr. Filippo Nocera

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, non serve pensare subito al peggio, molto probabilmente il suo problema riconosce delle cause piu' banali, come una cisti sierosa congiuntivale o una chemosi congiuntivale (cioe' una succulenza della mucosa congiuntivale)legata ad una congiuntivite; vista la situazione mi sembra inutile rivolgersi ancora al medico di famiglia, si faccia visitare quanto prima per una conferma dei sospetti diagnostici da un oculista.
Un caro saluto.
Dr. Filippo Nocera
Oculista malattie della retina e chirurgia vitreoretinica
http://www.reteimprese.it/filipponocera
Tel. 0254114910

[#2] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buongiorno,Non credo da quello che dice che sia un problema di Pronto Soccorso,anche se per sua tranquillità una capatina al P.S.può farla, certo è che deve fare una visita oculistica al più presto.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#3] dopo  
Utente 113XXX

Grazie dottori per le vostre immediate risposte. Il mio medico curante ha riscontrato stamattina il peggioramento e mi ha mandato al Pronto Soccorso, dove mi hanno diagnosticato una congiuntivite allergica. Mi hanno messo una pomata e mi hanno coperto l'occhio, e così sono rimasto per un paio d'ore. Ho poi tolto la benda, per poter guidare fino a casa, ma l'occhio è ancora più gonfio di prima. L'unica differenza è che tolta la benda ha cominciato a lacrimare abbondantemente.
Il medico dell'ospedale mi ha prescritto betabioptal gel da applicare 4 volte al giorno.
Ora ho richiuso l'occhio, e attendo speranzoso.
Vi ringrazio ancora e comunque resto in attesa di eventuali vostre altre indicazioni.

[#4] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buonasera, se le hanno detto che una congiuntivite allergica, sarà così (monolaterale??), ma perchè la benda?? - se c'è una abrasine corneale, ok il bendaggio, ma perchè il cortisone? Sono un po confuso anch'io.
Provi a leggere cosa dice il referto di P.S. che le avranno sicuramente consegnato e ce lo giri, vediamo di capire meglio.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#5] dopo  
Utente 113XXX

Gentilissimo Dott. Rotondo, in questo momento non ho sottomano il referto (ce l'ha mia moglie che andrà a pagare il ticket nel pomeriggio).
Sinceramente anch'io sono perplesso, ed ho chiesto al dottore che mi ha visitato (il primario del reparto, di cui conosco la bravura e professionalità), se il problema non potesse essere dovuto ad un corpo estraneo che si è posizionato in un posto difficile da individuare. Un'altro dottore lì presente mi ha anche detto che poteva essere stato qualche insetto.
Riguardo la benda, non hanno parlato di abrasione corneale ma, vista la lacrimazione sperimentata poco prima, devo dire che sto molto meglio con l'occhio coperto (non dovendo guidare).
Appena potrò Le trascriverò il referto di P.S.
Grazie infinite e a presto.

[#6] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
ok..magari nel frattempo starà sicuramente meglio.
a presto
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#7] dopo  
Utente 113XXX

Ho il referto, che però non dice altro che "OD congiuntivite allergica betabioptical gel x 4 x 7 gg".
Intanto però l'occhio è sempre più infiammato, tanto che mia moglie mi ha proposto di tornare al Pronto Soccorso.
Io ho deciso di far passare almeno un giorno prima di tornare.
In questi casi, quanto tempo è necessario aspettare prima di vedere gli effetti positivi della cura?
Il farmaco, inoltre, è ben poco gelatinoso rispetto a quello che mi è stato applicato in ospedale. Il trasporto è durato meno di mezz'ora, ed è stato mantenuto in una borsetta termica, ma potrebbe essersi rovinato?
Grazie ancora

[#8] dopo  
Utente 113XXX

Buongiorno dottori, approfitto della vostra cortesia anche oggi.
Stamattina, dopo aver dormito con l'occhio bendato, la sensazione era di miglioramento, ma tolta la benda questa impressione si è piuttosto ridimensionata. Per lo meno, però, non mi sembra sia peggiorato.
Al momento sono due le cose che mi preoccupano:
1) una piccola sacca sierosa che tende a fuoriuscire dalla palpebra inferiore e a ostacolare la corretta chiusura dell'occhio;
2) quando stamattina ho tolto la benda, non riuscivo a mettere bene a fuoco, neanche sforzandomi (ma immagino ci sia bisogno di un tempo di riadattamento della vista).
Inoltre, prima di mettere il collirio, do una sciacquata all'occhio con acqua corrente, e questo mi provoca bruciore, soprattutto dove è localizzata la sacca sierosa.
Sperando che il quadro descritto rientri nella normalità del caso, resto in attesa di vostre eventuali indicazioni.

[#9] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
buongiorno, probabilmente persiste ancora chemosi della congiuntiva, se va a migliorare, continui la terapia e aspetti ancora.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#10] dopo  
Utente 113XXX

Dopo qualche giorno dalla fase acuta, scrivo per aggiornare i dottori che mi hanno gentilmente prestato attenzione e per chiunque si dovesse trovare con un problema come il mio.
Dopo la fase acuta, durata un paio di giorni, e seguendo con attenzione la cura, l'occhio è gradualmente e nettamente migliorato.
Quasi scomparso del tutto il gonfiore delle palpebre e le sacche sierose visibili sul bianco dell'occhio, è rimasto un lieve fastidio alla vista, una limitazione del campo visivo laterale ed uno sdoppiamento della vista guardando oggetti vicini e in basso (tipicamente, come guardare il cellulare).
Ma anche questi problemi si riducono nei giorni successivi.
Al momento dunque, dopo il panico iniziale, l'occhio sembra guarito, anche se penso che tra non molto tempo andrò a fare una visita oculistica di controllo.
Ringrazio nuovamente i medici che mi hanno risposto, e i gestori di questo servizio che trovo estremamente utile.

[#11] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buongiorno, meglio così!!
Una visita di controllo fa comunque bene farla.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo