Utente 164XXX
Salve a tutti, sono una studentessa e mi sono appena iscritta su questo sito per capire di più su cosa mi succede ad entrambe le palpebre superiori. Circa un anno e mezzo fa mi è capitato per la prima volta che si gonfiasse la palpebra superiore destra; sentivo dolore se la muovevo e talvolta anche un leggero prurito. Dopo circa 3 giorni mi recai in pronto soccorso (non potevo più aprire l'occhio) e mi dissero che avevo un calazio. Mi dettero un collirio "Unguento oftalmico" e anche una pomata, e passò abbastanza in fretta. Quest'anno a marzo (stesso mese e giorno dell'anno precedente!) si e presentato per la seconda volta, sempre alla palpebra superiore destra, e l'ho curato con lo stesso collirio e pomata che usai la prima volta.
Arriva giugno e di nuovo, ecco che sento quel leggero dolore quando stropiccio l'occhio e inizio a vedere la palpebra leggermente arrossata. Mi reco per la seconda volta in pronto soccorso e la dottoressa che mi ha visitata, mi ha detto che non si trattava di un calazio, ma della fase che precede la sua formazione, ora non ricordo il termine che ha usato. Mi ha dato di nuovo un collirio "Bet abioptal gel oftalmico" da mettere per la prima settimana 4 volte al giorno, e per la seconda settimana 2 volte al giorno.
Ieri si è ripresentato dopo 2 settimane, ma all'altra palpebra! Sto mettendo lo stesso collirio in gel che mi dette la dottoressa 2 settimane fa, ma non sembra ne migliorare, ne peggiorare, anche se temo che possa accadere un peggioramento nel corso della notte. Ora ce qualcuno che gentilmente potrebbe spiegarmi come mai accade ciò? E' un fattore allergico? Ogni volta che si ripresenta mi devo recare da un oculista? Dipende dal trucco? Cè un oculista tanto gentile da spiegarmi bene bene il mio problema? Ringrazio anticipatamente colui o colei che mi aiuterà..

[#1] dopo  
Dr. Filippo Nocera

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Cara ragazza i calazi sono dei piccoli foruncoli che si formano nello spessore della palpebra dovuti alla chiusura delle ghiandole sebacee di Meibomio della stessa palpebra ( ci sono circa 20 ghiandole per ciascuna palpebra); non sempre con la terapia medica si risolvono definitivamente e alcune volte bisogna asportare la ghiandola interessata chirurgicamente con un piccolo intervento.
Un caro saluto.
Dr. Filippo Nocera
Oculista malattie della retina e chirurgia vitreoretinica
http://www.reteimprese.it/filipponocera
Tel. 0254114910